Dall'AEEGSI all'ARERA

Negli ultimi anni, la sempre maggiora attenzione all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, ha evidenziato come l'ambiente e l'energia fossero due entità strettamente connesse tra di loro. Non meraviglia, pertanto, che in questo 2018 l' Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) abbia ampliato le proprie funzioni e prospettive inglobando anche servizi per l'ambiente e trasformandosi così in Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) . Cosa significa questo cambiamento? La principale variazione che si è verificata nel passaggio da AEEGSI ad ARERA è stata sicuramente quella connessa al settore rifiuti, per il quale l'ARERA avrà compiti di gestione, controllo e regolazione. Oltre alle competenze che erano precedentemente dell'AEEGSI, quindi, il nuovo ente avrà ulteriori compiti, relativi soprattutto al servizio integrato dei rifiuti. Dovrà quindi prevedere una serie di nuove normative che permettano la giusta regolamentazione dei tariffari relativi ai piani rifiuti. In particolare, sarà compito dell'ARERA definire dei parametri di costi e riorganizzare le modalità di raccolta differenziata che ancora trova in molte zone particolari difficoltà a partire. Inoltre, tra le proposte da valutare, vi è quella di inserire una serie di meccanismi che permettano di premiare chi garantisce una corretta raccolta dei rifiuti e punisca invece quanti, irrispettosi dell'ambiente, tendono a realizzare procedure errate del riciclo.
 

Un risultato della Legge di Bilancio 2018
 

La trasformazione dell'AEEGSI in ARERA è stata il frutto della Legge di Bilancio 2018. Questa, infatti ha ridefinito i compiti dell'ex Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico aggiungendo, come già evidenziato, la gestione e il controllo dei rifiuti per dare vita a un ente in grado di avere piene competenze su tutto quanto riguardi l'ambiente e i consumi. Nel settore dei rifiuti la nuova Autorità avrà le stesse mansioni e poteri che già erano previsti per l'ex AEEGSI, puntando quindi a un pieno equilibrio di tutela tra gli enti e i consumatori. Al momento, l'ARERA ha già effettuato una prima delibera che ha permesso la definizione delle competenze per le nuove funzioni e per garantire da subito la massima operatività. Con il passaggio da AEEGSI in ARERA si è avuta anche un'altra variazione: lo Sportello per il consumatore di energia, infatti, ha allargato i propri interessi e servizi inglobando anche il settore idrico e trasformandosi pertanto in Sportello per il consumatore energia e ambiente. Questo nuovo Sportello è già operativo e pronto a fornire informazioni sul nuovo bonus sociale idrico. Ulteriori compiti e servizi saranno presto definiti, in modo di garantire ai consumatori il massimo sostegno per tutti i tipi di informazione e problematiche connesse all'energia e all'ambiente.
 

Dalla teoria alla pratica
 

La trasformazione da AEEGSI ad ARERA è avviata ma non si può pensare che essa sia già completa. Per quanto il passo effettuato è molto importante e sicuramente rivoluzionario, al momento molti aspetti sono solo e soprattutto teorici. Nello specifico, la nuova Autorità per energia e ambiente dovrà integrare soprattutto gli aspetti legati a quest'ultimo e in particolare quelli connessi alla gestione dei rifiuti in Italia, aspetto quanto mai complesso. Poter convertire in pratica tutti i punti previsti dal nuovo ente sarà sicuramente un processo che necessiterà di tempo ma che, questo va evidenziato, non è stato realizzato dall'oggi al domani. Già da diverso tempo, infatti, le imprese del settore rifiuti avevano richiesto una gestione da parte di un ente con competenze più ampie nel campo dell'ambiente e dell'energia in tutte le sue forme. Tutte le variazioni, i progetti e le prospettive future dell'ARERA possono essere visualizzate e valutate sul nuovo sito, all'indirizzo: www.autorita.energia.it. Si potranno quindi trovare tutte le informazioni inerenti non solo a quanto già veniva precedentemente riportato sul sito quando questo era l'AEEGSI, ma anche e soprattutto le nuove delibere, le novità relative a bonus energetici e molto altro. Va inoltre sottolineato che acquistando il nuovo nome, l'ARERA acquisisce anche nuovi compiti, non solo legati alla gestione dei rifiuti, ma anche alla diffusione delle condizioni dei diversi servizi all'utente, che dovranno essere non solo soggetti alla massima diffusione ma anche alla massima trasparenza. Ancora, sarà compito dell'ARERA vigilare sull'erogazione dei servizi energetici e ambientali in modo da garantire sempre elevati libelli di qualità. Infine, come già avveniva per l'ex AEEGSI, l'ARERA avrà come compito principale quello di tutelare i diritti degli utenti in tutti i propri settori di intervento, ossia in quelli relativi ai servizi di distribuzione e vendita di energia elettrica, gas, servizi idrici e, da questo 2018, anche quelli relativi ai rifiuti.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.