EFFICIENZA ENERGETICA:
PERCHÉ È IMPORTANTE

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec
CLASSE ENERGETICA CASA: COSA SI INTENDE? FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI EOLICO DOMESTICO 2020 L’AUTORITÀ DI REGOLAZIONE PER ENERGIA RETI E AMBIENTE ARERA: COS’È E QUALI SONO LE SUE COMPETENZE FOTOVOLTAICO: COME FUNZIONA? ATTESTATO PRESTAZIONE ENERGETICA: COME OTTENERLO? PRO E CONTRO DELLE BIOMASSE RISPARMIO ENERGETICO: GLI INTERVENTI INCENTIVATI DALL'ECOBONUS 2020 ENERGIE RINNOVABILI: QUALI SONO E PERCHÉ SCEGLIERLE COMIECO E LE INIZIATIVE PER UN MONDO PIÙ GREEN DIAGNOSI ENERGETICA: DI COSA SI TRATTA E CHI PUÒ FARLA ENERGIA IDROELETTRICA INVERTER FOTOVOLTAICO TEGOLE FOTOVOLTAICHE: COME SCEGLIERLE IMPIANTO FOTOVOLTAICO: CONVIENE? COGENERAZIONE: COS’È E COME FUNZIONA ENERGIA EOLICA IL GAS NATURALE: CARATTERISTICHE, COSTI E PRINCIPALI UTILIZZI INSEGUITORE SOLARE IMPIANTO FOTOVOLTAICO: DA COSA DIPENDE IL RENDIMENTO? ENERGIA MAREOMOTRICE ENERGIA SOLARE TERMICA ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI: COS'È? GUIDA AL FOTOVOLTAICO ENERGIA SOLARE IL GENERATORE EOLICO L'AEEGSI DIVENTA ARERA, AUTORITÀ DI REGOLAZIONE PER ENERGIA RETI E AMBIENTE PANNELLI FOTOVOLTAICI: LE TIPOLOGIE IMPATTO AMBIENTALE DEL CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA CERTIFICAZIONE ENERGETICA: QUANTO COSTA? ENERGIA GREEN IN EUROPA: QUAL È LA SITUAZIONE DEGLI ALTRI PAESI? ARCHIVIAZIONE BOLLETTE: QUANTO TEMPO BISOGNA CONSERVARE LE RICEVUTE DI PAGAMENTO? FOTOVOLTAICO CON ACCUMULO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RISPARMIO ENERGETICO: CHE DIFFERENZA C'È? PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI: COME FUNZIONANO? LO SMALTIMENTO DI PANNELLI FOTOVOLTAICI COSTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO ENERGIA EOLICA: LA SITUAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA ETICHETTA ENERGETICA DI SISTEMA: COME FUNZIONA MICROMOBILITÀ ELETTRICA ENERGIA SOSTENIBILE GESTORI ENERGIA ELETTRICA A CONFRONTO TRANSIZIONE ENERGETICA MOBILITÀ ELETTRICA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO: COS'È SOLARE TERMODINAMICO A CONCENTRAZIONE L'ANDAMENTO DELLE RINNOVABILI IN ITALIA RICARICA AUTO ELETTRICHE I FORNITORI DI ENERGIA ELETTRICA RINNOVABILE IN ITALIA IDROGENO: CHE COS'È LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLA PROPRIA ABITAZIONE TEMPO DI RICARICA AUTO ELETTRICHE COME FUNZIONANO I PANNELLI FOTOVOLTAICI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO: GUIDA ALLA SCELTA RISPARMIARE ENERGIA: ECCO COME FARE INCENTIVI AUTO ELETTRICHE QUALI SONO LE FONTI DI ENERGIA IDRAULICA QUALI SONO LE FONTI RINNOVABILI CLASSICHE LE POLITICHE ENERGETICHE DEL NOSTRO PAESE AUTO ELETTRICHE PRO E CONTRO INCENTIVI PANNELLI SOLARI: COME SI OTTENGONO? QUALI SONO LE FONTI RINNOVABILI NUOVE IL FOTOVOLTAICO IN ITALIA: PROFILO DELLA SITUAZIONE ATTUALE, DELLA PRODUZIONE E DEI CONSUMI EFFICIENZA ENERGETICA CASA: È POSSIBILE MIGLIORARLA? EFFICIENZA ENERGETICA: PERCHÉ È IMPORTANTE QUALI IMPATTI AMBIENTALI HANNO LE FONTI RINNOVABILI? SCAMBIO SUL POSTO: COME FUNZIONA PANNELLO FOTOVOLTAICO: COME SCEGLIERLO?

Negli ultimi anni il tema dell'efficienza energetica è stato sempre più al centro dei dibattiti, ed è pertanto fondamentale capire di cosa si tratta esattamente. L’efficientamento energetico è un insieme di operazioni che possono riguardare edifici, aziende, case e attività che regolano i consumi energetici, consentendo l’ottimizzazione del rapporto tra fabbisogno energetico e livello di emissioni. Lo sfruttamento al meglio delle fonti di energia, infatti, garantisce un minor consumo e, conseguentemente, un cospicuo risparmio economico. Per favorire questa serie di operazioni negli ultimi anni il MiSE (Ministero dello Sviluppo Economico) ha varato alcuni decreti studiati appositamente per incentivare l’efficienza energetica tramite la previsione di sovvenzioni e detrazioni fiscali.

Come migliorare l’efficienza energetica?

Prima di analizzare le principali misure governative che sono state emanate negli ultimissimi anni, occorre soffermarsi sulle caratteristiche fondamentali delle operazioni per il risparmio energetico, così da fornire la definizione di efficienza energetica più completa e chiara possibile. 

L’efficientamento energetico si esprime attraverso una serie di interventi volti ad ottimizzare i fattori di un edificio che condizionano il consumo energetico, riducendo così gli sprechi e migliorando l’utilizzo di elementi quali luce e gas. Tra le principali azioni indirizzate in questo senso si segnalano:
●    isolamento termico: migliorare l’isolamento termico degli edifici significa ridurre le perdite di calore durante l’inverno e diminuire l’afflusso del caldo esterno durante l’estate. Così facendo, l’utilizzo dei sistemi di riscaldamento e di ventilazione viene notevolmente diminuito, favorendo il risparmio energetico;
●    fonti rinnovabili: per ottimizzare l’efficienza energetica una delle soluzioni più innovative riguarda l’utilizzo di fonti rinnovabili. Per esempio, installare pannelli solari in un edificio per generare autonomamente parte dell’energia necessaria permette di diminuire il dispendio energetico, garantendo non solo un risparmio economico ma anche una maggiore sostenibilità ambientale. Energie rinnovabili e efficienza energetica, dunque, rappresentano un binomio decisivo nella lotta alla crisi economica ed ecologica;
●    elettrodomestici: in ambiente casalingo, è fortemente consigliato l’utilizzo di elettrodomestici di classe energetica alta, che andrebbero inoltre adoperati in determinate fasce orarie, quando i costi delle tariffe sono generalmente inferiori;
●    lampadine LED: l’apporto di lampadine a LED permette di produrre energia elettrica di qualità superiore rispetto a alle classiche lampadine a fluorescenza o a incandescenza, garantendo al contempo un consumo energetico minore. La sostituzione, peraltro, consente non soltanto un risparmio economico, ma anche un minor impatto ambientale, vista anche l’alta riciclabilità di queste lampadine.

Si può dunque sintetizzare in una frase che cos’è l'efficienza energetica: si tratta di effettuare interventi volti ad ottenere il massimo risultato con il minimo consumo di energia possibile. Non significa quindi sacrificare l’impiego energetico ma, piuttosto, sfruttare le risorse a propria disposizione in maniera più razionale e intelligente. L’efficienza energetica non comporta solo un risparmio economico: grazie alla minore produzione di sostanze inquinanti viene posta anche una maggiore attenzione verso l’ambiente, aspetto che negli ultimi anni è diventato sempre più importante, in particolare a seguito dell’accordo di Parigi del 2015. Proprio per sostenere ulteriormente questi sforzi, il governo ha varato il Decreto-Legge 30 aprile 2019, n. 34, entrato in vigore il primo maggio dello stesso anno e convertito in legge a giugno: tale misura viene chiamata, più comunemente, Decreto crescita.
 

Decreto per la crescita dell’efficienza energetica

A partire dal 2012 sono stati inseriti nelle annuali leggi di bilancio una serie di provvedimenti concernenti le detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica. Nel 2019, poi, è arrivato un cambiamento notevole: all’interno del Decreto crescita, infatti, con l’articolo numero 10, viene data la possibilità al soggetto beneficiario di usufruire di uno sconto in fattura anziché delle detrazioni fiscali, ovvero uno sconto sul corrispettivo dovuto all’impresa che si incarica dei lavori. Al di là delle possibili implicazioni derivanti da questa modifica, occorre specificare chi può beneficiare del cosiddetto Ecobonus e in quali condizioni si può usufruire di queste agevolazioni fiscali.

Possono beneficiare dell’Ecobonus tutti i titolari, residenti o non residenti, che possiedono l’immobile sul quale si intendono svolgere gli interventi di efficienza energetica. Alcuni di coloro che possono godere delle agevolazioni sono:
●    persone fisiche e contribuenti, compresi coloro che conseguono il reddito d’impresa;
●    enti pubblici e privati, i quali però non devono svolgere attività commerciale;
●    i condomini, unicamente per gli interventi delle aree comuni condominiali.

Per poter usufruire dell’Ecobonus, poi, occorre svolgere determinati interventi quali:
●    riqualificazione energetica: si intende la ristrutturazione di edifici già esistenti, con lo scopo di conseguire un risparmio del fabbisogno energetico per la climatizzazione invernale;
●    interventi per l’isolamento termico: le agevolazioni fiscali vengono concesse anche a chi intende migliorare la tenuta termica di un edificio. Si può intervenire, dunque, sia sulle strutture orizzontali (quali pavimenti e coperture), sia su quelle verticali (generalmente le pareti esterne), oltre che sulle finestre comprensive di infissi;
●    installazione di pannelli solari: tra le modalità più valide per implementare una buona efficienza energetica vi è il ricorso alle fonti rinnovabili. In particolare, il Decreto crescita stabilisce che, per poter godere dell’Ecobonus, si debbano installare pannelli solari per la produzione di acqua calda all’interno di abitazioni private, strutture sportive, case di ricovero oppure scuole e università;
●    installazione di pompa di calore: un altro intervento per il quale si possono richiedere le agevolazioni fiscali è la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale con sistemi costituiti da una pompa di calore.

Le misure illustrate sopra sono solo alcuni degli interventi per migliorare l’efficienza energetica che possono essere sostenuti dall’Ecobonus, ma qual è la percentuale di risparmio per il contribuente? L’aliquota di detrazione è compresa tra il 50% e il 65% per gli interventi su singoli edifici, mentre può raggiungere anche il 75% per quelli riguardanti le aree condominiali. Nel 2020, poi, è stato introdotto anche il Bonus facciate, che raggiunge un’aliquota del 90% ed è relativo esclusivamente alle spese per gli interventi sulle facciate esterne di alcuni edifici. Si tratta di provvedimenti influenti dal punto di vista energetico e termico oppure che interessano il rifacimento dell’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente lorda complessiva totale dell’edificio.

Il Bonus facciate è stato introdotto con il Decreto rilancio (Decreto-Legge n.34/2020) e rinnovato recentemente fino a dicembre 2021. Inoltre, è stato previsto un ulteriore e nuovo tipo di agevolazione fiscale, soprannominata Superbonus: si tratta di detrazioni fiscali del 110% previste per alcuni, specifici interventi di efficienza energetica.
 

Efficienza energetica in Italia

Le politiche di competitività e sviluppo sostenibile, in Italia, vengono monitorate e supportate dall’ente pubblico ENEA: si tratta dell’ex Ente per le Nuove tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, ricostituito nel 2009 come Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile. Questo ente viene vigilato dal Ministero dello Sviluppo Economico così da agevolare il dialogo tra le politiche energetiche e i monitoraggi scientifici.

Stando alle rilevazioni effettuate da ENEA, l’Italia è uno dei Paesi a maggior efficienza energetica, con un’intensità energetica primaria inferiore di circa il 18% rispetto alla media UE. Questo risultato è merito delle misure emanate negli ultimi anni riguardo all’ottimizzazione del consumo energetico. Per esempio, nell’ambito delle già citate agevolazioni fiscali derivanti dal Decreto crescita, rientrano anche i contributi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico in favore dei Comuni, affinché vengano realizzati progetti relativi a investimenti nel campo dell’efficienza energetica e dello sviluppo territoriale sostenibile: si tratta di contributi a fondo perduto la cui entità cresce all’aumentare del numero di abitanti del Comune.

Per regolare l’efficienza energetica degli edifici, poi, sono stati istituiti dei requisiti minimi, dimostrabili tramite i relativi attestati APE (Attestati di Prestazione Energetica): questa misura è entrata in vigore nell’ottobre del 2015 e da allora ha notevolmente contribuito a migliorare l’efficienza energetica di svariati edifici. In particolare, è stato portato avanti un piano d’azione nazionale, atto a incrementare gli edifici a energia quasi zero, ovvero quelle strutture che producono da fonti rinnovabili la quasi totalità dell’energia utile per il loro sostentamento. Tali edifici vengono denominati anche NZEB (Nearly Zero Energy Building) e dal 1° gennaio 2021 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno appartenere a questa categoria.

La lotta per un consumo energetico intelligente continua, dunque, attraverso disposizioni di legge e agevolazioni improntate a sostenere economicamente tali scelte politiche. Ottimizzare l’efficienza energetica è sempre più una questione di vitale importanza, vista la sua enorme rilevanza sia sul lato economico-finanziario che su quello del rispetto e della salvaguardia ambientale.
 

il presente testo è aggiornato al 15 Marzo 2021

LA TUA ENERGIA 100% GREEN.

Passa a Sorgenia e scopri l'offerta pensata su misura per te.

100% ENERGIA
DA FONTI RINNOVABILI

Con Luce&Gas puoi risparmiare fino a 150€* e hai 100€** di Buono Regalo Amazon.it
 
CALCOLA PREVENTIVO o Chiamaci Gratis 
800 920 960
1618838010
2021-04-19 15:13:30

2021-04-20 00:00:00

*Risparmio annuo per Luce&Gas calcolato il 06/04/2021, per una famiglia tipo residenziale (potenza pari a 3kW, consumo medio pari a 2700 kWh/annui (energia) e 1400 sm3/annui (gas), sito nel comune di Milano e ipotizzando uguale consumo in ogni ora del giorno, come differenza tra la media della stima della spesa annua relativa a tutte le offerte contenute nel Portale Offerte di Acquirente Unico (www.ilportaleofferte.it/) e la stima della spesa annua relativa all’offerta Next Energy di Sorgenia.

** Restrizioni applicate. Vedere dettagli su: amazon.it/gc-legal Per ottenere il Buono Regalo Amazon.it, entro 90 giorni dalla sottoscrizione, verrà inviato via mail un codice da convertire su https://iltuoregalosorgenia.idea-shopping.it/welcome. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
CLASSE ENERGETICA CASA: COSA SI INTENDE?

La classe energetica di un immobile è un importante indicatore da considerare quando ci si chiede: quanta energia consuma questo appartamento? Sebbene questo parametro venga espresso secondo una scala alfanumerica che si avvicina molto a quella utilizzata per gli elettrodomestici, è consigliabile conoscerne le peculiarità.

Leggi di più
ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI: COS'È?

L'energia da fonti rinnovabili è il complesso dell'energia elettrica che viene prodotto a partire da fonti alternative rispetto a quelle tradizionali. Scopri come e quali sono.

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore