Fornitori Gas nel libero mercato: ecco come l'AEEGSI tutela il consumatore



L'AEEGSI ha il suo compito principale nella vigilanza in ambito comportamentale delle compagnie energetiche di natura privata. In pratica l'Autorità deve vigilare che tali operatori del settore energetico mantengano un comportamento corretto che rispetti e tuteli il consumatore e la libera concorrenza. Il ruolo dell'AEEGSI è quindi quello di spingere alla liberalizzazione della concorrenza, massimizzare l'efficienza all'interno del settore energetico e di tutelare i cittadini. La tutela del consumatore avviene infatti grazie a nuove disposizioni che hanno uno spiccato orientamento alla trasparenza del mercato, facendo in modo che l'utente possa compiere una scelta quanto più ponderata possibile, basata su un'informazione completa, trasparente e leale.
 

Il Codice di Condotta Commerciale
 

L'Autorità ha emanato il Codice di Condotta Commerciale, in vigore dal 2010, che consiste in una raccolta di norme da essa stabilite che esplicitano senza mezze misure gli obblighi e le regole a cui gli operatori del settore devono sottostare, al fine di poter fornire al cliente che chiede informazioni sulle offerte commerciali o che si appresta alla stipula di un nuovo contratto, tutte le informazioni in maniera corretta e chiara. L'AEEGSI ha quindi regolamentato il marketing, nella fattispecie della comunicazione promozionale, la regolazione del prezzi, le fonti di energia impiegate, il modo di redigere i contratti e tutta una serie di ulteriori aspetti capaci di salvaguardare il consumatore.
 

Un ulteriore metodo di tutela: la Tutela Simile
 

Dal giorno 1° gennaio dell'anno in corso grazie all'AEEGSI è stato introdotto il servizio di Tutela Simile, il quale consiste nel far testare agli utenti che beneficiano della fornitura di energia proveniente dal servizio tutelato, le diverse proposte delle compagnie appartenenti al libero mercato, venendo a conoscenza delle offerte di queste ultime. In questo modo è possibile favorire lo sviluppo del libero mercato e della concorrenza, tutelando al tempo stesso il consumatore che, prima di scegliere, potrà aver sperimentato e verificato quanto promesso dagli operatori del settore. Grazie a tale servizio di Tutela Simile, per l'utente sarà possibile stipulare un nuovo contratto con una qualunque compagnia appartenente al libero mercato mantenendo le medesime condizioni commerciali fornite attualmente dal servizio tutelato, beneficiando però di un vantaggio economico sulla prima bolletta, definito come una sorta di bonus di benvenuto, quantificabile fino ad un massimo di 115 euro e spettante solamente se il cliente non decide di rescindere il contratto prima dei 12 mesi di validità. Una volta terminato il periodo di test (della durata di un anno intero a partire dal momento della sottoscrizione contrattuale), il cittadino potrà scegliere fra tre diverse proposte.

  1. L'utente potrà decidere di rimanere vincolato al medesimo operatore optando per una delle proposte di mercato disponibili al momento della scadenza della prova.
  2. Optare per una nuova compagnia appartenente al mercato libero.
  3. Restare con il nuovo operatore senza però stipulare un nuovo contratto, ma scegliendo le condizioni dettate dalla regolamentazione di AEEGSI.
     

AEEGSI per tutelare il libero mercato
 

Dal giorno 1° luglio 2019 il servizio di maggior tutela non sarà più esistente e quindi tutti i cittadini dovranno stipulare contratti con compagnie fornitrici che operano nel mercato libero. L'Autorità per l'Energia vuole muoversi in anticipo, cercando di spingere quanti più cittadini possibili, già fin da ora, a sottoscrivere contratti con tali operatori, dando la possibilità di testare il servizio proposto dai competitors di settore. Sia ben chiaro che questo modo di agire non preclude minimamente il ruolo fondamentale dell'AEEGSI che è quello di vigilare e tutelare gli operatori del mercato e i consumatori stessi. Tale passaggio sarà dunque tutelato proprio dall'Autorità grazie a regolamenti chiari, obbligando le compagnie a liberalizzare tutte le informazioni del caso. Il passaggio obbligatorio dal mercato tutelato al mercato libero porterò una rivisitazione del ruolo dell'Autorità per l'Energia Elettrica, Gas e Sistema Idrico (AEEGSI), la quale non dovrà più stabilire i prezzi con cadenza trimestrale, ma si limiterà allo svolgimento del ruolo di controllo e vigilanza, ponendo maggior attenzione proprio a tali ambiti, focalizzandosi, ovviamente, sugli operatori agenti nel libero mercato.
 

Tutela a favore del cliente
 

Affermare con certezza quale sia la condizione migliore non è possibile e mai lo sarà. Infatti tutto dipende dall'utilizzo dell'energia, dal proprio fabbisogno, dalle condizioni del servizio. Prima di cambiare fornitore di energia è importante compiere una valutazione dei propri bisogni, delle proprie necessità e delle proprie esigenze al fine di poter avere qualche indicazione in più grazie alla quale poter analizzare la situazione e ricercare tra le proposte commerciali presenti nel settore quella migliore per ciascuno. Se è vero che l'istituzione del libero mercato ha saputo innescare meccanismi virtuosi che hanno condotto all'abbattimento dei prezzi e delle tariffazioni, è altresì vero che diversi consumatori si sono fatti attrarre in passato da offerte promozionali apparentemente allettanti e vantaggiose, decidendo per il cambio operatore senza poi riscontrare effettivo beneficio. Ciò che l'AEEGSI vuole evitare è proprio quanto appena espresso e per questo si muove cercando di tutelare il consumatore, imponendo alle società fornitrici di energia elettrica e gas di fornire tutte le informazioni e le modalità di stipula del contratto.