I compiti principali di ARERA sono la promozione della concorrenza e la tutela dei consumatori nell’ambito dei settori dell'energia elettrica e del gas e del settore idrico. Con la legge 27 dicembre 2017, n. 205, inoltre, sono state attribuite all'Autorità funzioni di regolazione e controllo del ciclo dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati. Il ruolo dell'ARERA è quindi quello di spingere alla liberalizzazione della concorrenza, di massimizzare l'efficienza all'interno del settore energetico e di tutelare i cittadini. La tutela del consumatore avviene grazie a nuove disposizioni che hanno uno spiccato orientamento alla trasparenza del mercato, facendo in modo che l'utente possa compiere una scelta quanto più ponderata possibile, basata su un'informazione completa, trasparente e leale.

Il Codice di Condotta Commerciale
 

L'Autorità ha emanato il Codice di Condotta Commerciale, in vigore dal 1 gennaio 2011, che consiste in una raccolta di norme che esplicitano gli obblighi e le regole a cui gli operatori del settore devono sottostare, al fine di offrire a tutti i consumatori le informazioni relative alle proprie offerte commerciali, in modo trasparente, completo e non discriminatorio. L'ARERA ha quindi regolamentato il marketing, nella fattispecie della comunicazione promozionale, imponendo ai venditori regole chiare per l’esposizione del prezzo del servizio offerto, nella predisposizione dei documenti che devono essere forniti al cliente in fase precontrattuale e nella redazione dei contratti, oltre che a tutta una serie di ulteriori aspetti capaci di salvaguardare il consumatore.

L'offerta Tutela Simile
 

Dal giorno 1° gennaio 2017 grazie all'ARERA è stato poi introdotto nel mercato elettrico l’Offerta di Tutela Simile, la quale consiste in un’offerta caratterizzata da un prezzo definito a condizioni di mercato tutelato, a cui ogni venditore applica uno specifico bonus (€/anno), e da condizioni contrattuali definite dalla stessa Autorità. La sottoscrizione dell’Offerta di Tutela Simile è possibile solo per i clienti che provengono dal mercato del servizio tutelato, in quanto tale offerta è stata pensata al fine di  favorire lo sviluppo del libero mercato e della concorrenza, tutelando al tempo stesso il consumatore che, prima di scegliere, potrà aver sperimentato e verificato quanto promesso dagli operatori del settore. La sottoscrizione dell’Offerta di Tutela Simile è possibile mediante l’accesso al sito dedicato nel quale sono presenti tutti i venditori che si sono abilitati a tale servizio. Il bonus sarà riconosciuto da ciascun venditore, quantificabile fino ad un massimo di 115,00 euro, solo se il cliente rimarrà in fornitura per tutta la validità del contratto, ovvero per almeno 12 mesi.. Una volta terminato il contratto di Tutela Simile (della durata di un anno intero a partire dal momento della sottoscrizione contrattuale), il cittadino potrà scegliere fra quattro diverse proposte.

1. L'utente potrà decidere di rimanere vincolato al medesimo operatore, optando per una delle proposte di mercato disponibili al momento della scadenza della prova.

2. Optare per una nuova compagnia appartenente al mercato libero.

3. Ritornare al mercato del servizio tutelato.

4. Restare con l’operatore senza però stipulare un nuovo contratto, ma scegliendo le condizioni dettate dalla regolamentazione di ARERA.
 

ARERA per tutelare il libero mercato
 

Dal giorno 1° luglio 2019 il servizio di maggior tutela non sarà più esistente e quindi tutti i cittadini dovranno stipulare contratti con compagnie fornitrici che operano nel mercato libero. Attraverso l’istituzione della Tutela simile, L'Autorità per l'Energia vuole muoversi in anticipo, cercando di spingere quanti più cittadini possibili, già fin da ora, a sottoscrivere contratti con tali operatori, dando la possibilità di testare il servizio proposto dai competitors di settore. Sia ben chiaro che questo modo di agire non preclude minimamente il ruolo fondamentale dell'ARERA che è quello di vigilare e tutelare gli operatori del mercato e i consumatori stessi. Tale passaggio sarà dunque tutelato proprio dall'Autorità grazie a regolamenti chiari, obbligando le compagnie a liberalizzare tutte le informazioni del caso. Il passaggio obbligatorio dal mercato tutelato al mercato libero porterà una rivisitazione del ruolo dell'Autorità per l'Energia Elettrica, Gas e Sistema Idrico (ARERA), la quale non dovrà più stabilire i prezzi con cadenza trimestrale, ma si limiterà allo svolgimento del ruolo di promozione della concorrenza e tutela dei consumatori.

Tutela a favore del cliente
 

Affermare con certezza quale sia la condizione migliore non è possibile e mai lo sarà. Infatti tutto dipende dall'utilizzo dell'energia, dal proprio fabbisogno, dalle condizioni del servizio. Prima di cambiare fornitore di energia è importante compiere una valutazione dei propri bisogni, delle proprie necessità e delle proprie esigenze al fine di poter avere qualche indicazione in più grazie alla quale poter analizzare la situazione e ricercare tra le proposte commerciali presenti nel settore quella migliore per ciascuno.

 

N. B. Il presente testo è aggiornato al 11/06/2018

 

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.