COS'È
IL CORRISPETTIVO CMOR?

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec
Oppure chiamaci gratis 800 979 800

Il corrispettivo Cmor

Quando si riceve una bolletta dell'energia o del gas, le diverse voci che caratterizzano la spesa totale sono solitamente tre, ossia il consumo, i costi per il trasporto e la gestione del contatore e altri oneri. Tra questi, alcuni consumatori che hanno effettuato il cambio di società di fornitura, possono trovare una voce non solitamente presente, ossia il corrispettivo Cmor . Di che si tratta? Si tratta di una voce di spesa che non viene notificata a tutti ma solo a quanti sono risultati morosi rispetto al fornitore precedente. Non è raro, infatti, che un consumatore decida di lasciare il vecchio fornitore senza aver tuttavia pagato alcune fatture. In questo caso, nello specifico quando non siano state saldate le fatture di uno degli ultimi tre mesi precedenti il passaggio, il corrispettivo Cmor permetterà di assicurare un indennizzo al fornitore che si sta lasciando. Questo significa che tale voce di spesa può essere presente solo in bollette di clienti debitori e in nessun caso può essere richiesto quando i clienti siano in regola con i pagamenti. Va tuttavia sottolineato un particolare: quando un consumatore cambia fornitore, prima di procedere con il passaggio il vecchio fornitore effettuerà un'ultima lettura del contatore per procedere con una fatturazione finale, ossia un conguaglio per le spese energetiche precedenti il passaggio. Tuttavia, l'ex AEEGSI (Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Servizio Idrico) oggi Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), per tutelare non solo i consumatori ma anche i fornitori, ha introdotto il corrispettivo Cmor per tutti quei clienti morosi e scorretti che spesso hanno utilizzato la semplicità di passaggio di società di fornitura per evitare di pagare le proprie fatture.

L'addebito del corrispettivo Cmor

A differenza di quanto si può immaginare, il corrispettivo Cmor non viene notificato alla prima bolletta che si riceve con il nuovo fornitore, ma in un periodo di tempo variabile tra i sei e i dodici mesi dall'effettivo passaggio. Questo tempo è stato definito per assicurarsi dell'effettiva morosità del cliente, ossia per dargli il tempo di saldare il debito. Infine, va sottolineato che il vecchio fornitore può richiedere il corrispettivo Cmor solo se il debito sia pari o superiore ai dieci euro e solo in effettivo mancato pagamento del saldo della fattura inviata prima della chiusura del contratto e del passaggio al nuovo fornitore. Può verificarsi che, al momento in cui sia notificata la bolletta con la voce di spesa relativa al corrispettivo Cmor, il cliente abbia già saldato il suo debito. In tal caso si potrà contestare questa voce di spesa in bolletta inviando un reclamo scritto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. L'ARERA in questo caso ha stabilità che la società di fornitura alla quale è rivolto il reclamo deve rispondere entro 40 giorni dalla data del timbro postale. In caso di mancata risposta, si potrà mandare un reclamo all'ARERA stessa, tramite lo Sportello del Consumatore. Durante la fase di reclamo, naturalmente, il cliente non è tenuto al pagamento del corrispettivo Cmor. Nel caso in cui i tempi di risposta siano prolungati oltre i 40 giorni, inoltre, il cliente non può essere considerato moroso e fino a che non venga risolta la controversia non sarà possibile richiedere il pagamento del Cmor né tanto meno sarà possibile minacciare di sospensione della fornitura. Nei casi in cui si dovesse verificare una questione simile, il cliente dovrà rivolgersi immediatamente a un'associazione di consumatori.

Come evitare di trovarsi in situazioni di morosità

Quando si riceve una bolletta nella quale è stato addebitato il corrispettivo Cmor è necessario subito verificare se effettivamente si risulti morosi verso il vecchio fornitore. In caso di effettiva presenza di morosità non sarà possibile evitare il pagamento. Spesso, il mancato pagamento dell'ultima bolletta è dovuto semplicemente a distrazione, causata dalla consapevolezza di aver cambiato fornitore per cui eventuali comunicazioni del vecchio venditore non vengono prese in considerazione e dimenticate. Per evitare di trovarsi in queste situazioni è sempre conveniente effettuare contratti di fornitura che prevedono il pagamento tramite la domiciliazione bancaria. In questo modo, infatti, non solo si risparmia il tempo necessario per recarsi regolarmente alla posta per saldare le diverse fatture, ma si avrà anche la certezza di non dimenticare mai di effettuare i pagamenti, evitando la possibilità di trovarsi in situazioni di morosità verso il proprio fornitore. Anche in caso di passaggio di fornitore, infatti, prima che venga effettuata la variazione delle autorizzazioni, la vecchia società di fornitura potrà ricevere il saldo dell'ultima bolletta garantendo così una chiusura sicura e completa del rapporto di fornitura.

Vorresti un’offerta Luce e Gas attenta all’ambiente, ma anche al tuo risparmio?
PASSA A SORGENIA!
Perché sceglierci?

100% green100% Green
Tutta la nostra energia elettrica proviene da fonti rinnovabili.

100% digital100% Digital
Attivi l’offerta online e paghi le bollette con un click.

app sorgeniaL’APP su tua misura
Gestisci tutte le forniture e monitora i tuoi consumi.

programma fedeltà greenersIl Programma fedeltà Greeners
Per partecipare al nostro programma fedeltà e vincere tanti premi

nuovo Amazon block RESIDENZIALE luce&gas [aggregatore]

Con Next Energy Sunlight Luce&Gas hai energia elettrica da fonti rinnovabili e 100 di Sconto!**

 
1664908128
2022-10-04 20:28:48

2022-10-05 00:00:00
Oltre 450.000 clienti hanno scelto Sorgenia per Luce, Gas e Fibra
Vuoi scoprire le nostre offerte e ricevere il consiglio di un esperto?

Compila il form, ti ricontatteremo per darti tutte le informazioni che ti servono, gratuitamente e senza impegno.

Richiedi consulenza

**Sconto frazionato sulle bollette dei primi 12 mesi. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
Cos'è e a cosa serve il numero cliente?

Scopri a cosa serve il numero cliente

Leggi di più
LETTERA DI SOSTITUZIONE DEL CONTATORE DEL GAS: COME FUNZIONA?

Ho ricevuto una lettera da parte del mio distributore locale di gas che dice è in programma la sostituzione del vecchio contatore meccanico 

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore
logo sorgenia
Logo Sorgenia ×
COMINCIAMO!
Configura l’impianto fotovoltaico più adatto a te e inizia subito a risparmiare.

Prima di iniziare, abbiamo bisogno di un’informazione. Inserisci la provincia in cui vorresti installare il tuo impianto:

Milano (MI)
Milazzo (MI)
Taormina (MI)
CONFERMA