Da quando è stato introdotto il libero mercato per l'energia è possibile scegliere il fornitore al quale affidarsi per il servizio di energia elettrica. I consumatori possono quindi selezionare, tra le tante offerte proposte, quelle che meglio si adattano alle proprie esigenze, scegliendo tariffe più convenienti ai propri profili di consumo energetici . Ma cosa si intende per profilo di consumo energetico?

Ogni famiglia, a seconda del tipo di utilizzo che fa dell'energia elettrica in casa, consuma più o meno chilowatt all'ora in determinati orari che dipendono soprattutto dallo stile di vita di quanti vivono in quella casa. In alcune situazioni, ad esempio, se la famiglia è composta da genitori lavoratori e figli impegnati tra scuola e attività pomeridiane, la casa viene vissuta solo dopo le cinque o le sei del pomeriggio, e quindi il consumo di energia è concentrato soprattutto nelle ore serali. In altri contesti, invece, si può verificare un utilizzo continuo della corrente elettrica come quando si ha una persona che vive sempre in casa oppure figli piccoli non ancora impegnati con la scuola o altre attività. In questo caso, chiaramente, le necessità energetiche saranno differenti dalla situazione precedente. Le modalità di utilizzo dell'energia elettrica, quindi, gli intervalli orari durante i quali si fa maggiore uso di luce ed elettricità e la presenza di determinati elettrodomestici o altri congegni elettronici, permettono di definire il profilo di consumo energetico. Si tratta di un parametro molto importante quando si deve scegliere tra le diverse tariffe proposte dai fornitori perché grazie alla conoscenza del proprio profilo dei consumi si potrà comprendere al meglio la possibilità di risparmio energetico, ossia quali possano essere le tariffe più convenienti alle proprie esigenze.
 

Come scegliere la tariffa che meglio si adatta alle proprie necessità
 

Per scegliere il fornitore di energia che meglio soddisfa le proprie esigenze in fatto di consumi bisogna seguire due step principali: il primo è quello di conoscere il proprio profilo di consumi, il secondo è quello di valutare, tramite un confronto, le diverse offerte delle società di fornitura dell'energia elettrica. Questo secondo step può essere effettuato in maniera molto semplice e rapida tramite i siti comparatori di tariffe, che permettono di visualizzare in contemporanea le diverse proposte e i prezzi dei diversi fornitori. Oltre ai siti comparatori, si possono trovare le tariffe più vantaggiose presso il sito dell'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (ARERA) che offre un pratico servizio Trova Offerta che permette di selezionare facilmente il tipo di contratto più adatto alle proprie esigenze. 

Le diverse tariffe proposte dai fornitori sono sempre molto dettagliate e mettono in evidenza non solo il costo dell'energia e quello dei diversi servizi aggiuntivi (trasporto e oneri di sistema) ma anche per quali profili di consumo tali tariffe sono indicate. Accanto alle offerte, infatti, viene sempre riportata un'indicazione che sottolinea il consumo annuo massimo e la potenza per la quale è conveniente o valida una determinata offerta. Proprio per questo motivo, prima di effettuare una selezione tra le diverse offerte, è fondamentale calcolare i propri consumi. Tale calcolo può essere effettuato sia tramite una stima effettuata personalmente, controllando i consumi degli elettrodomestici e valutandone i tempi di utilizzo, sia utilizzando le tabelle energetiche offerte da un gran numero di siti. Si tratta di tabelle che permettono di calcolare, a seconda del numero di persone che vivono in casa, del numero e tipo di elettrodomestici e dello stile di vita, ossia degli orari in cui si utilizzano maggiormente, quali possono essere i consumi massimi annuali e la potenza necessaria per garantire un corretto funzionamento di tutti gli apparecchi. 
 

Profili energetici e costi
 

Bisogna ricordare che il profilo di consumo energetico non solo permette di comprendere quali siano i consumi annui, ma soprattutto di valutare come risparmiare sulla bolletta della luce. Il controllo accurato degli elettrodomestici che si hanno in casa, nonché dei differenti dispositivi che fanno uso di energia per funzionare, assicura una giusta valutazione sul corretto utilizzo degli stessi e offre soluzioni per la riduzione di sprechi energetici. Infatti, va sempre ricordato che se è necessario, per esigenze domestiche, utilizzare quotidianamente la lavatrice, non sempre è necessario impostare programmi ad elevato consumo: scegliere un lavaggio a 40°C anziché a 60°C permette di avere ugualmente un bucato pulito ma con interessanti risparmi sui consumi.

Ugualmente, decidere di impostare una corretta temperatura sul condizionatore d'aria, assicura non solo un risparmio energetico, ma anche un più salutare utilizzo del condizionatore stesso. Tutte queste accortezze possono diventare una fondamentale soluzione per un risparmio energetico che permette di modellare il proprio profilo di consumi in maniera intelligente ed accorta.
 

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.