CITTÀ SOSTENIBILE: SIGNIFICATO E CARATTERISTICHE

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec
Oppure chiamaci gratis 800 979 800

Il cambiamento climatico è un tema di grande attualità, che ha conquistato molto spazio nell’ultimo periodo all’interno del panorama internazionale. In particolare, considerando l’aumento costante della popolazione urbana è ormai indispensabile puntare su modelli di città sostenibile, dei veri e propri laboratori per guidare la trasformazione ecologica della società.

La sostenibilità delle città è un argomento che tocca tutti da vicino, come dimostrano i recenti provvedimenti per migliorare la qualità dell’aria attuati in molte città del nostro Paese. L’obiettivo è organizzare spazi cittadini più efficienti, vivibili, verdi e digitali, perfettamente integrati tra loro. Vediamo nel dettaglio che cos’è una città green, quali sono i suoi tratti distintivi e alcuni esempi virtuosi in Italia e nel mondo.

Cosa vuol dire città sostenibile

Innanzitutto, è importante comprendere appieno il significato di città sostenibile. Ovviamente esistono diversi modi di concepire questo tipo di modelli organizzativi, tuttavia una definizione di città sostenibile generalmente condivisa è quella proposta dall’Obiettivo 11 dell’Agenda 2030 di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite:

«Le città sostenibili sono quelle che stanno attuando programmi specifici per il raggiungimento della sostenibilità ambientale, sociale ed economica».

D’altronde, secondo l’ONU metà della popolazione globale vive nelle città, ossia circa 3,5 miliardi di persone, che saranno circa 5 miliardi entro il 2030, una percentuale che salirà al 70% entro il 2050.

È evidente come sia urgente rendere le città più inclusive, sicure, resilienti e sostenibili. Per capire cosa si intende per città sostenibile, dunque, non bisogna considerare solo un singolo aspetto, ma tutti i fattori che determinano la sostenibilità di una città (sociali, economici, ambientali).

Ad esempio, le comunità energetiche rinnovabili (REC) rappresentano un modello innovativo per la gestione dell’energia verde, una forma collaborativa basata sulla produzione e lo scambio di energia pulita all’interno di una collettività locale. Le REC sono caratterizzate dalla partecipazione attiva di tutta la comunità (privati, imprese, enti pubblici), secondo principi di responsabilità ambientale, sociale ed economica: un approccio che si integra perfettamente con l’attuale concezione delle città ecosostenibili.
 

Le caratteristiche di una città sostenibile

Gli aspetti che distinguono una città ecologica sono numerosi, spesso interconnessi tra loro e strettamente legati alle dinamiche e all’identità socioculturale di ogni realtà territoriale. Ad ogni modo, è possibile distinguere le seguenti caratteristiche di una città sostenibile ideale, un modello che le attuali metropoli dovrebbero porsi come obiettivo:

  • Sistema di trasporto pubblico sicuro, efficiente ed ecologico accessibile a tutta la popolazione urbana;
  • Alloggi adeguati e dignitosi garantiti a tutta la popolazione urbana, in cui usufruire di servizi di base accessibili;
  • Processo di urbanizzazione sostenibile e inclusivo;
  • Elevata qualità dell’aria nel rispetto del diritto dei cittadini a vivere in zone sicure e salubri;
  • Sistema di gestione dei rifiuti efficiente e adozione di soluzioni circolari che promuovono il riciclo, il recupero e il riuso;
  • Spazi verdi pubblici accessibili a chiunque, in grado di esercitare un effetto positivo sull’ambiente cittadino e il benessere della collettività urbana;
  • Manutenzione del territorio per la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione di persone, beni e infrastrutture dalle calamità naturali;
  • Politiche cittadine rivolte all’inclusione sociale, alla protezione delle persone vulnerabili e alla garanzia di pari diritti a tutti;
  • Edifici sostenibili con un impatto positivo sull’ambiente ed emissioni nette zero di gas serra;
  • Utilizzo diffuso delle energie rinnovabili, anche attraverso soluzioni decentralizzate e modelli ibridi come i prosumer delle comunità energetiche rinnovabili;
  • Interconnessione delle aree urbane con quelle rurali, con l’obiettivo di uno sviluppo comune sostenibile;

Crescita economica sostenibile ed equa in grado di apportare benessere a tutta la collettività.

Nel complesso, le città ecosostenibili in Italia sono ancora poche rispetto agli obiettivi che ci si prefigge sia nel breve sia nel lungo periodo.

Come rendere una città sostenibile

Per determinare cosa rende una città sostenibile bisogna considerarne la sua sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

In particolare, è importante tenere conto delle strategie adottate per migliorare questi aspetti, in quanto la sostenibilità di una città è un processo lungo e complesso.

Ecco alcuni interventi che possono rendere la città sostenibile:

  • Utilizzo dell’IoT: le tecnologie di Internet of Things offrono notevoli vantaggi nelle città, in particolare negli spazi abitativi, in quanto aiutano a ottimizzare i consumi energetici negli edifici, gestire da remoto elettrodomestici e impianti, inoltre a livello pubblico consentono di monitorare la qualità dell’acqua e dell’aria;
  • Mobilità sostenibile: una città ecologica deve avere una mobilità a ridotto impatto ambientale, incentrata sui veicoli elettrici ricaricati con energia prodotta da fonti rinnovabili, ma anche su servizi condivisi come il car sharing, i taxi elettrici, la micromobilità elettrica (monopattini elettrici ed ebike) e l’integrazione di trasporto pubblico e privato (stazioni intermodali, bike sharing presso le fermate della metropolitana);
  • Risparmio energetico: per rendere una città sostenibile bisogna ricorrere alla tecnologia che consente di usare in modo responsabile l’energia, promuovendo l’installazione dei pannelli fotovoltaici sui tetti e soluzioni come il solare termico, ma anche la riqualificazione energetica degli edifici attraverso detrazioni fiscali e finanziamenti agevolati;
  • Edilizia sostenibile: le nuove costruzioni devono essere realizzate con un impatto ambientale minimo, secondo i principi della bioedilizia e della bioarchitettura, ricorrendo a tecnologie green per rendere gli edifici climaticamente neutri;
  • Servizi ai cittadini efficienti: la città deve offrire servizi inclusivi e adatti alle esigenze delle persone, dai pagamenti online verso la pubblica amministrazione alla spesa online per gli anziani, ma anche servizi scolastici adeguati alle necessità delle famiglie e una burocrazia snella e semplice per i contribuenti;
  • Spazi verdi urbani positivi: le aree verdi devono essere progettate per ospitare e tutelare le specie autoctone, preferendo le piante in grado di assorbire una maggiore quantità di CO2 per ridurre la carbon footprint della città.
  • Gestione circolare dei rifiuti: promozione della raccolta differenziata, sostegno verso forme di recupero e riuso dei materiali di scarto, valorizzazione dei modelli di second life;
  • Smart working: supporto per i modelli di lavoro che riducono l’inquinamento ambientale e favoriscono il benessere dei lavoratori, come lo smart working e il telelavoro;
  • Edilizia popolare: realizzazione di programmi di edilizia sociale, per garantire a tutti l’accesso a un’abitazione adeguata a costi sostenibili, tutelando le fasce più deboli della popolazione cittadina;
  • Inclusione sociale: realizzazione di programmi e spazi di aggregazione sociale, per favorire l’inclusione e le interazioni sociali tra i membri della comunità urbana, specialmente nei confronti dei giovani;
  • Digitalizzazione della PA: utilizzo dei servizi telematici per un rapporto più efficiente e trasparente tra i contribuenti e la pubblica amministrazione.
  • Politiche di equità sociale: promozione di politiche che rafforzano l’equità sociale, la tutela delle fasce più vulnerabili e migliorano l’inclusione delle persone fragili nella società;
  • Crescita sostenibile: politiche di promozione dello sviluppo sostenibile della città, per favorire una crescita economica inclusiva che crei opportunità per tutte le fasce della popolazione e non pregiudichi le zone disagiate o le persone economicamente più svantaggiate.

Quali sono i requisiti di una città sostenibile? I requisiti di una città sostenibile sono un benessere sociale diffuso, un impatto ambientale nullo o minimo e una crescita economica sostenibile.

Città sostenibile: esempi in Italia e nel mondo

Per capire quali sono le città sostenibili esistono una serie di indicatori che vengono utilizzati, per misurare la sostenibilità di un centro urbano e calcolarne il livello raggiunto nei vari aspetti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

In Italia gli ultimi governi si sono impegnati su questo fronte, con la questione ambientale che è diventata un tema urgente sul piano della politica interna, imponendo una rinnovata attenzione verso le fonti rinnovabili e l’efficientamento energetico. Analogamente, anche le amministrazioni locali si stanno impegnando nella promozione di iniziative green, quali il potenziamento dei trasporti pubblici elettrici o l'aumento della raccolta differenziata.

Tuttavia, in Italia la strada da percorrere è ancora lunga: secondo l’Agenzia Europea per l’Ambiente il nostro Paese nel 2016 è stato il primo in Europa per decessi prematuri causati da biossido di azoto e ozono. Per questo motivo è sempre più urgente parlare di case e città ecosostenibili. A tal proposito, è opportuno ricordare che, ogni anno, vengono redatte numerose classifiche per monitorare i progressi delle singole zone urbane. Nel nostro Paese questo rapporto viene stilato da Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24ore.

Città ecosostenibili in Italia

Il rapporto Ecosistema Urbano 2021 misura il grado di ecosostenibilità delle principali città italiane: la situazione nel nostro Paese è piuttosto disomogenea, evidenziando una grande disparità tra Nord e Sud.

La città più ecologica è Trento, con un punteggio di 84,71 su 100, ottenuto grazie al miglioramento della salubrità dell’aria con la riduzione dei livelli di PM10 e biossido di azoto (NO2), una percentuale di raccolta differenziata che supera l’83%, l’aumento delle infrastrutture cittadine destinate alla ciclabilità e una diminuzione del consumo di suolo.

Nella classifica delle città sostenibili in Italia al secondo posto si posiziona Reggio Emilia con 77,8 punti su 100, con una crescita considerevole tenendo conto che tre anni fa si trovava solo al 24esimo posto. Reggio Emilia è migliorata in molti indicatori valutati, con progressi significativi soprattutto nella riduzione dell’inquinamento atmosferico, nell’aumento dello spazio dedicato a pedoni e ciclisti e nel numero di alberi piantumati. Al terzo si posiziona invece Mantova con 75,1 punti su 100, con la città lombarda che migliora nella riduzione degli sprechi idrici della rete e nella raccolta differenziata.

Città ecosostenibili nel mondo

Nel mondo esistono numerose città che, grazie a progetti ecosostenibili, alla promozione dell’uso delle fonti rinnovabili e a trasporti ecologici sono diventate sempre più green. Tra le città più ecosostenibili d’Europa c’è Amsterdam, grazie all’efficiente rete di trasporti elettrici, all’utilizzo - quando necessario - solo di carburanti sostenibili e ad oltre 400 km di pista ciclabile. Si stima che il 40% degli spostamenti nella città dei Paesi Bassi vengano compiuti in bici, mentre il 60% dei cittadini utilizza la bicicletta almeno una volta.

Secondo il Sustainable Cities Index 2022, però, la città più sostenibile al mondo è Oslo, con la capitale della Norvegia che eccelle in diversi aspetti di sostenibilità. D’altronde più della metà della città è costituita da parchi e foreste, la città sta convertendo gli autobus all’utilizzo dei biocarburanti, inoltre l’80% del riscaldamento è alimentato dalle fonti rinnovabili. Oslo vanta anche un efficiente sistema di gestione dei rifiuti, molti dei quali sono trasformati in biocarburanti e biofertilizzanti, inoltre la città ha un ambizioso piano di sostenibilità, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra del 95% entro il 2030 in base ai livelli del 2009.

Al di fuori dei confini europei una delle città più ecologiche è Tokyo, una metropoli che sta puntando sull’innovazione tecnologica per diventare a tutti gli effetti una città sostenibile. Innanzitutto, è una città verde, con tante zone pubbliche destinate a parchi e foreste, in più gli edifici devono rispettare severe regole di sostenibilità, tra cui un utilizzo efficiente dell’energia, delle risorse naturali e la mitigazione del fenomeno delle isole di calore, con un diffuso utilizzo dell’IoT per migliorare i servizi ai cittadini e creare nuove opportunità economiche per le imprese orientate alla sostenibilità.

 

Il presente testo è aggiornato al 7 Ottobre 2022

Vorresti un’offerta Luce e Gas attenta all’ambiente, ma anche al tuo risparmio?
PASSA A SORGENIA!
Perché sceglierci?

100% green100% Green
Tutta la nostra energia elettrica proviene da fonti rinnovabili.

100% digital100% Digital
Attivi l’offerta online e paghi le bollette con un click.

app sorgeniaL’APP su tua misura
Gestisci tutte le forniture e monitora i tuoi consumi.

programma fedeltà greenersIl Programma fedeltà Greeners
Per partecipare al nostro programma fedeltà e vincere tanti premi

nuovo Amazon block RESIDENZIALE luce&gas [aggregatore]

Con Next Energy Sunlight Luce&Gas hai energia elettrica da fonti rinnovabili e 80 di Sconto!**

 
1675934098
2023-02-09 10:14:58

2023-02-10 00:00:00
Oltre 500.000 clienti hanno scelto Sorgenia per Luce, Gas e Fibra
Vuoi scoprire le nostre offerte e ricevere il consiglio di un esperto?

Compila il form, ti ricontatteremo per darti tutte le informazioni che ti servono, gratuitamente e senza impegno.

Richiedi consulenza

**Sconto frazionato sulle bollette dei primi 12 mesi. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Per gli utenti Dual registrati al sito www.touringclub.it in omaggio una quota associativa Sostenitore del Touring Club Italiano, Leggi il regolamento

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
LA PRODUZIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA: IL MERCATO ATTUALE ITALIANO ED EUROPEO

Produzione dell'energia elettrica: cos'è accaduto nel primo semestre 2017. Mercato italiano: differenza tra libero mercato e servizio di maggior tutela

Leggi di più
COME STIMARE I CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS

Scopri nel nostro articolo come stimare correttamente i tuoi consumi di energia elettrica e gas metano.

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore
logo sorgenia
Logo Sorgenia ×
COMINCIAMO!
Configura l’impianto fotovoltaico più adatto a te e inizia subito a risparmiare.

Prima di iniziare, abbiamo bisogno di un’informazione. Inserisci la provincia in cui vorresti installare il tuo impianto:

Milano (MI)
Milazzo (MI)
Taormina (MI)
CONFERMA