GLI ELEMENTI ESSENZIALI DEL
CONTRATTO DI FORNITURA
ENERGETICA

LA BOLLETTA DELL’ENERGIA ELETTRICA BOILER ELETTRICO: COME RISPARMIARE GLI ELEMENTI ESSENZIALI DEL CONTRATTO DI FORNITURA ENERGETICA OFFERTE LUCE TUTELA SIMILE: COSA SONO E COME FUNZIONANO LE VARIABILITÀ DELLE QUOTAZIONI DELL’ENERGIA FABBISOGNO ENERGETICO: COME DETERMINARE QUELLO DELLA PROPRIA FAMIGLIA LAMPADINE A LED: COME SCEGLIERE LE MIGLIORI DIFFERENZA TRA FORNITORE E DISTRIBUTORE ENERGETICO ACCISE ENERGIA ELETTRICA: COME LE IMPOSTE INCIDONO SUL PREZZO DELL'ELETTRICITÀ COSTO KWH: PREZZO DELL’ELETTRICITÀ IN ITALIA E IN EUROPA – SORGENIA LE IMPOSTE SULLA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA COME RISPARMIARE L'ENERGIA ELETTRICA IN CASA QUALI ELEMENTI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE PER LA SCELTA DEL GESTORE LUCE? ALLACCIO LUCE COS'È E A QUALE FORNITORE AFFIDARSI IL CONTATORE SALTA SPESSO: COME MAI? ADR: COME RISOLVERE LE PROBLEMATICHE RELATIVE AL CONTRATTO DI FORNITURA ENERGETICA GLI ELEMENTI DA CONFRONTARE PER SCEGLIERE LA MIGLIOR TARIFFA LUCE QUAL È LA DIFFERENZA TRA POTENZA IMPEGNATA DEL CONTATORE E POTENZA DISPONIBILE? CANONE RAI: QUANDO E COME SI PAGA COSTO DEL KWH IN ITALIA E EUROPA TARIFFE ELETTRICITÀ: MEGLIO MONORARIA O BIORARIA? FORNITURA ENERGIA ELETTRICA ALLACCIO LUCE: TEMPI E MODI PUN: COS'È E COME DETERMINA IL COSTO DELL'ELETTRICITÀ PERDITE DI RETE NELLA BOLLETTA ELETTRICA CONTRATTO LUCE: È POSSIBILE CAMBIARE FORNITORE SU INTERNET? CALCOLO DEL CONSUMO ELETTRICO: COME E PERCHÉ FARLO PRIMA DI SCEGLIERE L'OFFERTA ADATTA A TE COSTO KWH INDUSTRIALE TARIFFA MULTIORARIA: A CHI CONVIENE QUESTA SOLUZIONE PER LA FORNITURA DI ELETTRICITÀ ALLACCIAMENTO LUCE: ECCO COME RICHIEDERLO CORRETTAMENTE QUAL È LA GIUSTA POTENZA DISPONIBILE PER IL CONTATORE DELLA LUCE? CANONE RAI IN BOLLETTA: COME FUNZIONA MERCATO ELETTRICO: COME FUNZIONA RINCARI ENERGIA: COME SFUGGIRNE DISTRIBUTORI DI ENERGIA: QUALI SONO LE LORO FUNZIONI COSTO MEDIO UNITARIO MATERIA ENERGIA: COS’È E COME SI CALCOLA CANONE RAI: PERCHÉ LO SI PAGA NELLA BOLLETTA DELLA LUCE? DIRITTO DI RIPENSAMENTO CONTRATTO LUCE: COS'È E COME FUNZIONA INTERRUZIONE ELETTRICITÀ: COME FUNZIONA IL RISARCIMENTO AUMENTO DI POTENZA COATTO: QUANDO AVVIENE E PERCHÉ L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS: RUOLO E FUNZIONI ELETTRICITÀ L’ANDAMENTO DEL MERCATO NEL SETTORE ELETTRICO: STRUTTURA, PREZZI E QUALITÀ FASCE ORARIE DI CONSUMO: COME VARIA IL COSTO DELL’ENERGIA ELETTRICA PRINCIPALI COMPAGNIE ELETTRICHE IN ITALIA ENERGIA ELETTRICA: LA TARIFFA TD DAL 1 GENNAIO 2017 CONFRONTO TARIFFE ENERGIA ELETTRICA 6 KW, IL COMPARATORE DELL’AUTORITÀ I PREZZI LUCE IN ITALIA E ALL'ESTERO

Quando si cambia casa e si deve richiedere la fornitura per la luce o semplicemente si vuole cambiare fornitore di energia elettrica, è necessario stipulare un contratto. Si sente spesso parlare di contratti e di stipula di contratti ma non sempre si sa quali sono le caratteristiche di questo particolare documento. Un contratto di fornitura energetica è un documento che riporta le condizioni di vendita dell'energia, ossia i costi e le clausole tramite le quali il venditore si impegna a somministrare la corrente elettrica al proprio cliente. Dal punto di vista tecnico, il contratto può essere definito di tipo consensuale, in quanto l'accordo avviene con il consenso di entrambe le parti, venditore e cliente. Inoltre, esso è caratterizzato da una durata minima: questo significa che prima della data definita dalla durata minima sarà possibile recedere dal contratto solo previo pagamento di una penale.

Il contratto è personale, ossia non si riferisce solo all'utenza, ma anche al cliente. Per questo motivo, in caso di cambio di casa, il nuovo entrato dovrà stipulare un nuovo contratto, una voltura o un subentro ma non potrà proseguire con il pagamento del contratto precedente. Infatti, anche se il contratto è relativo all'utenza, la stipula avviene con il cliente, del quale sono riportate le generalità, ossia i dati personali, l'indirizzo della fornitura, il tipo di servizio richiesto e fornito e la data di registrazione del contratto, corrispondente all'inizio del servizio. Tra le clausole, viene sempre riportata una voce relativa alle possibili variazioni di prezzo della fornitura, a meno di contratto a prezzo bloccato, dipendenti dai costi del mercato e non dal fornitore stesso.

Termini e modalità di pagamento in contratto

Quando si stipula un nuovo contratto per l'energia elettrica la società fornitrice può richiedere un deposito cauzionale. Si tratta di una cifra variabile a seconda del fornitore e che preserva lo stesso da eventuali mancati pagamenti da parte del cliente. Se si opta per la domiciliazione bancaria, invece, il deposito cauzionale non viene richiesto visto che il fornitore è autorizzato a ricevere il pagamento direttamente dal conto bancario o postale del cliente. 

A seconda della modalità di pagamento richiesta dal cliente, saranno indicate nel contratto anche le diverse possibilità di fatturazione, ossia tramite bolletta cartacea o elettronica. Inoltre, il contratto riporterà tutti i termini e le condizioni per i pagamenti e soprattutto le eventuali penali o interessi da pagare per pagamenti effettuati in ritardo rispetto alla scadenza prevista.  Ad oggi sono attive diverse modalità e possibilità di stipula di contratto, ossia via web, via telefono, presso gli uffici dei fornitori o tramite agenti che si recano presso il domicilio. Indipendentemente dalla modalità di stipula, i contratti sono sempre identici. L'unica principale differenza riguarda il diritto di recesso.

Quando si stipula un contratto tramite il sito web del fornitore o tramite accordo telefonico, il cliente ha diritto, dal momento in cui riceve il contratto, a recedere dalla firma. Se si cambia idea, quindi e si decide di non stipulare più tale contratto si hanno dieci giorni di tempo dalla ricezione del contratto stesso per poter comunicare, via mail, via telefono o in altra modalità, la volontà di cancellare l'accordo. Il tal caso, si tornerebbe gratuitamente alle modalità di fornitura precedenti o, in caso di prima fornitura, si dovrà scegliere un nuovo tipo di offerta con una nuova società.

Tutti i dati riportati su un contratto di fornitura energetica

Una particolare caratteristica dei contratti di fornitura energetica è il numero di dati che bisogna riportare per avere la possibilità di attivare la fornitura stessa.  Infatti, per prima cosa nella parte iniziale del contratto vengono richiesti tutti i dati dell'intestatario, e andrà specificato se il tipo di contratto dovrà essere per un'utenza domestica o non domestica. In caso di contratto per utenza domestica andrà poi specificato se si tratta di casa in cui si risiede o di seconda casa. In caso di utenza non domestica, invece, andranno riportate altre informazioni, quali regione sociale, partita IVA e indirizzo della sede legale, anche se corrispondente all'indirizzo per il quale si chiede l'utenza.

Tra i diversi dati richiesti è poi necessario riportare un recapito telefonico, sia fisso che mobile e un indirizzo di posta elettronica.  Se si sta entrando in una nuova abitazione, nella quale ancora non è stato installato il contatore, si dovrà stipulare un contratto con richiesta di allacciamento. In tal caso serviranno una serie di dati catastali relativi all'abitazione, ossia il tipo di immobile, il foglio e la particella. Se invece si entra in un appartamento in cui il contatore è già presente, si dovranno riportare anche i dati relativi al contatore, ossia in particolare il codice POD. Potrebbero essere richiesti anche la potenza che si desidera per il proprio appartamento, che può essere standard, ossia pari a 3kW o di diverso valore, compreso tra 1.5 e 6 kW.  In caso di necessità di informazioni sui dati tecnici del contratto è sempre possibile chiamare il servizio assistenza del fornitore.

LA TUA ENERGIA 100% GREEN.

Passa a Sorgenia e scopri l'offerta pensata su misura per te.

100% ENERGIA
DA FONTI RINNOVABILI

Puoi risparmiare fino a 300€* e hai un Buono Regalo Amazon da 100€**
 
CALCOLA PREVENTIVO o Chiamaci Gratis 
800 920 960

*Risparmio annuo per Luce&Gas calcolato il 28/10/2020, per una famiglia tipo residenziale (potenza pari a 3kW, consumo medio pari a 2700 kWh/annui (energia) e 1400 sm3/annui (gas), sito nel comune di Milano e ipotizzando uguale consumo in ogni ora del giorno, come differenza tra la media della stima della spesa annua relativa a tutte le offerte contenute nel Portale Offerte di Acquirente Unico (www.ilportaleofferte.it/) e la stima della spesa annua relativa all’offerta Next Energy di Sorgenia.

** Restrizioni applicate. Vedere dettagli su: amazon.it/gc-legal Per ottenere il Buono Regalo Amazon.it, entro 90 giorni dalla sottoscrizione, verrà inviato via mail un codice da convertire su https://iltuoregalosorgenia.idea-shopping.it/welcome. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
COSTO KWH INDUSTRIALE

I prezzi relativi alla fornitura di energia elettrica sono soggetti a molte variabili, tra cui la fonte di produzione, i costi di importazione, trasporto e stoccaggio, ma anche la scelta da parte del cliente tra le opzioni del mercato concorrenziale e quelle relative alla maggior tutela. Con riferimento al mercato business, vediamo qual è il costo kWh industriale previsto in media per le aziende.

Leggi di più
ENERGIA ELETTRICA: LA TARIFFA TD DAL 1 GENNAIO 2017

Il 1 gennaio 2017 è entrata ufficialmente in vigore una nuova tariffa energetica, la tariffa TD, punto cruciale della riforma energetica. Scopriamo di più. 

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore