MERCATO ELETTRICO: COME FUNZIONA

AUMENTO DI POTENZA COATTO: QUANDO AVVIENE E PERCHÉ L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS: RUOLO E FUNZIONI ELETTRICITÀ L’ANDAMENTO DEL MERCATO NEL SETTORE ELETTRICO: STRUTTURA, PREZZI E QUALITÀ FASCE ORARIE DI CONSUMO: COME VARIA IL COSTO DELL’ENERGIA ELETTRICA PRINCIPALI COMPAGNIE ELETTRICHE IN ITALIA CONFRONTO TARIFFE ENERGIA ELETTRICA 6 KW, IL COMPARATORE DELL’AUTORITÀ I PREZZI LUCE IN ITALIA E ALL'ESTERO ENERGIA ELETTRICA: LA TARIFFA TD DAL 1 GENNAIO 2017 BOILER ELETTRICO: COME RISPARMIARE GLI ELEMENTI ESSENZIALI DEL CONTRATTO DI FORNITURA ENERGETICA LA BOLLETTA DELL’ENERGIA ELETTRICA LE VARIABILITÀ DELLE QUOTAZIONI DELL’ENERGIA FABBISOGNO ENERGETICO: COME DETERMINARE QUELLO DELLA PROPRIA FAMIGLIA OFFERTE LUCE TUTELA SIMILE: COSA SONO E COME FUNZIONANO DIFFERENZA TRA FORNITORE E DISTRIBUTORE ENERGETICO ACCISE ENERGIA ELETTRICA: COME LE IMPOSTE INCIDONO SUL PREZZO DELL'ELETTRICITÀ LAMPADINE A LED: COME SCEGLIERE LE MIGLIORI LE IMPOSTE SULLA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA COME RISPARMIARE L'ENERGIA ELETTRICA IN CASA COSTO KWH: PREZZO DELL’ELETTRICITÀ IN ITALIA E IN EUROPA – SORGENIA ALLACCIO LUCE COS'È E A QUALE FORNITORE AFFIDARSI IL CONTATORE SALTA SPESSO: COME MAI? QUALI ELEMENTI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE PER LA SCELTA DEL GESTORE LUCE? GLI ELEMENTI DA CONFRONTARE PER SCEGLIERE LA MIGLIOR TARIFFA LUCE QUAL È LA DIFFERENZA TRA POTENZA IMPEGNATA DEL CONTATORE E POTENZA DISPONIBILE? ADR: COME RISOLVERE LE PROBLEMATICHE RELATIVE AL CONTRATTO DI FORNITURA ENERGETICA COSTO DEL KWH IN ITALIA E EUROPA TARIFFE ELETTRICITÀ: MEGLIO MONORARIA O BIORARIA? CANONE RAI: QUANDO E COME SI PAGA ALLACCIO LUCE: TEMPI E MODI PUN: COS'È E COME DETERMINA IL COSTO DELL'ELETTRICITÀ FORNITURA ENERGIA ELETTRICA CONTRATTO LUCE: È POSSIBILE CAMBIARE FORNITORE SU INTERNET? CALCOLO DEL CONSUMO ELETTRICO: COME E PERCHÉ FARLO PRIMA DI SCEGLIERE L'OFFERTA ADATTA A TE PERDITE DI RETE NELLA BOLLETTA ELETTRICA TARIFFA MULTIORARIA: A CHI CONVIENE QUESTA SOLUZIONE PER LA FORNITURA DI ELETTRICITÀ ALLACCIAMENTO LUCE: ECCO COME RICHIEDERLO CORRETTAMENTE COSTO KWH INDUSTRIALE CANONE RAI IN BOLLETTA: COME FUNZIONA MERCATO ELETTRICO: COME FUNZIONA QUAL È LA GIUSTA POTENZA DISPONIBILE PER IL CONTATORE DELLA LUCE? RINCARI ENERGIA: COME SFUGGIRNE DISTRIBUTORI DI ENERGIA: QUALI SONO LE LORO FUNZIONI COSTO MEDIO UNITARIO MATERIA ENERGIA: COS’È E COME SI CALCOLA CANONE RAI: PERCHÉ LO SI PAGA NELLA BOLLETTA DELLA LUCE? DIRITTO DI RIPENSAMENTO CONTRATTO LUCE: COS'È E COME FUNZIONA INTERRUZIONE ELETTRICITÀ: COME FUNZIONA IL RISARCIMENTO

Scopri su Sorgenia che cos’è e come funziona il mercato elettrico in Italia e quali sono le diverse caratteristiche di ciascun mercato.

Tutti noi abbiamo sentito parlare del mercato elettrico , ma probabilmente in pochi saprebbero dire esattamente di cosa si tratta e ancor meno numerose sono quelle persone che ne conoscono il funzionamento in Italia. Partiamo con ordine e vediamo innanzitutto da dove ha origine il mercato elettrico, quando esso è stato introdotto e con quale finalità specifica.

Per chiarire tutti questi aspetti dobbiamo andare indietro negli anni fino al 1999, quando con il famoso Decreto Bersani si diede il via a una serie di liberalizzazioni, tra cui anche quella del mercato dell'energia elettrica. Prima di allora, comunque, esisteva già una normativa comunitaria che prevedeva tutto questo e che imponeva dunque di adeguarsi, andando a creare un vero e proprio mercato interno dell'energia. La liberalizzazione introdotta dal decreto Bersani è andata ad interessare tutti gli aspetti connessi alla produzione e alla vendita di energia, comprese l'importazione e l'esportazione della stessa.

Per questo oggi qualsiasi operatore può essere in grado di andare a produrre energia elettrica e rivenderla, mentre diversi anni fa tutto ciò non era possibile. In Italia infatti tale gestione era monopolizzata da una sola società, l'Enel, e tutto ciò era consentito dalle leggi vigenti all'epoca. Le cose dopo l'approvazione del Decreto sono cambiate notevolmente non solo dal punto di vista del produttore e del venditore, ma anche per il consumatore, il quale si è trovato da quel momento in poi a poter scegliere a quale gestore affidarsi, sfruttando la legge del libero mercato e avendo dalla sua parte anche il sistema del Servizio di Maggior Tutela. La legge ha stabilito infatti che insieme al regime di mercato libero, coesistesse anche quello cosiddetto vincolato.

Nell'ambito di quest'ultimo interviene l'Aeeg, che non è altro che l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, alla quale è stato affidato il compito di definire periodicamente il prezzo dell'energia. Le utenze domestiche ad esempio, le più numerose tra quelle presenti nel nostro Paese, hanno la possibilità di scegliere tra l'una e l'altra tipologia di contratto.

Il mercato libero dell'energia

I contratti nel mercato libero dell'energia possono essere firmati e disdetti in qualsiasi momento, per passare tranquillamente ad altro fornitore. Rientra nella facoltà di chi usufruisce del servizio, infatti, il valutare l'offerta migliore del momento, che è data dalla somma di una quota fissa, determinata dall'autorità e che deve essere rispettata da tutti, e una quota variabile proprio in base all'offerta del fornitore, che corrisponde per l'appunto al prezzo dell'energia. Solo su quest'ultimo infatti è data la facoltà di intervenire, con la possibilità di proporre offerte più o meno allettanti per i potenziali clienti.

Le società che effettuano la vendita, come Sorgenia, normalmente acquistano a loro volta l'energia da altri produttori e si affidano a società di distribuzione che si occupano invece del trasporto dell'energia al consumatore finale. L'aspetto a cui occorre prestare la dovuta attenzione per evitare fraintendimenti è proprio quest'ultimo.

Nel libero mercato, infatti, viene concessa all'utente l'opportunità di cambiare il fornitore dell'energia ma egli non può scegliere il produttore o il distributore. Tali società operano infatti in totale autonomia rispetto a quella che vende fisicamente l'energia all'utente e lavorano in stretta sinergia con quest'ultima ma non sono oggetto di contrattazione. Questo è quanto occorre sapere se si vuole gestire correttamente la propria utenza di energia elettrica senza rischiare di trovare spiacevoli sorprese.

I diversi tipi di mercato elettrico

Per approfondire invece l'argomento con alcune nozioni più tecniche, possiamo chiarire che in Italia esistono diversi tipi di mercato elettrico con loro caratteristiche specifiche. Occorre dunque distinguere tra:

  • MGP, Mercato del giorno prima , nel cui ambito si effettua la contrattazione dell'energia stabilendo i prezzi in base al rapporto tra domanda ed offerta. I prezzi sono fissati per il giorno successivo e si vanno a definire anche le quantità di energia da utilizzare;
  • MI, Mercato infragiornaliero , che è fatto di diverse sezioni e che può andare a modificare quanto stabilito nel Mercato del Giorno Prima;
  • MPEG, Mercato dei prodotti giornalieri , che come dice il nome stesso è legato alle negoziazioni giornaliere che interessano gli operatori del mercato elettrico impegnati nella vendita o nell'acquisto dell'energia elettrica.
  • MSD, Mercato del servizio di dispacciamento , che entra in gioco per situazioni di congestioni o per quanto riguarda la riserva di elettricità.

In questo meccanismo ha un ruolo importante il GME, il Gestore del Mercato Elettrico, che regola il tutto. Un'ultima figura da chiarire è infine quella del GSE, il Gestore dei Servizi Energetici, che opera in ambito nazionale ed internazionale e che mira da sempre ad incentivare nel nostro Paese l'utilizzo sempre più massiccio delle energie rinnovabili . Il GSE si occupa anche di effettuare attività di supporto e di consulenza alle pubbliche amministrazioni per quanto riguarda tutto ciò che concerne nello specifico il settore energetico.

LA TUA ENERGIA 100% GREEN.

Passa a Sorgenia e scopri l'offerta pensata su misura per te.

100% ENERGIA
DA FONTI RINNOVABILI

Puoi risparmiare fino a 300€* e hai un Buono Regalo Amazon da 50€**
 
CALCOLA PREVENTIVO o Chiamaci Gratis 
800 920 960

*Risparmio annuo per Luce&Gas calcolato il 28/10/2020, per una famiglia tipo residenziale (potenza pari a 3kW, consumo medio pari a 2700 kWh/annui (energia) e 1400 sm3/annui (gas), sito nel comune di Milano e ipotizzando uguale consumo in ogni ora del giorno, come differenza tra la media della stima della spesa annua relativa a tutte le offerte contenute nel Portale Offerte di Acquirente Unico (www.ilportaleofferte.it/) e la stima della spesa annua relativa all’offerta Next Energy di Sorgenia.

** Restrizioni applicate. Vedere dettagli su: amazon.it/gc-legal Per ottenere il Buono Regalo Amazon.it, entro 90 giorni dalla sottoscrizione, verrà inviato via mail un codice da convertire su https://iltuoregalosorgenia.idea-shopping.it/welcome. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
TARIFFE ELETTRICITÀ: MEGLIO MONORARIA O BIORARIA?

Consumi elettrici: scoprire le tariffe più convenienti per un maggiore risparmio sulla bolletta

Leggi di più
RINCARI ENERGIA: COME SFUGGIRNE

Gli aumenti sono stati negli ultimi anni vertiginosi e la bolletta è resa ancora più pesante dalle imposte che vi vengono applicate.

C'è però qualcosa che si può fare per sfuggire in qualche modo ai rincari dell'energia .

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore