Come scegliere il boiler a gas

Gli scaldabagni, ossia quegli impianti che permettono di avere acqua sanitaria calda, possono essere elettrici o a gas. Questi ultimi vengono comunemente denominati anche boiler. Si tratta di elementi fondamentali e che, a differenza della caldaia per il riscaldamento, non può essere centralizzato. Pertanto, ogni appartamento dovrà avere il suo boiler personale. Ma come scegliere? Quando si deve acquistare uno scaldabagno a gas bisogna prendere in considerazione una serie di elementi oltre al prezzo: bisogna infatti valutare la frequenza con cui viene utilizzato, se sia presente o meno una camera fumaria e, naturalmente, le esigenze personali di chi vive in casa, che possono portare alla necessità di un boiler semplice o di uno caratterizzato da una serie di accessori per un utilizzo smart. Un altro fondamentale parametro da prendere in considerazione dipende dalla necessità di avere subito l'acqua calda o meno. Infatti gli scaldabagni a gas possono essere ad accumulo o istantanei: nel primo caso l'acqua calda viene mantenuta in un serbatoio in modo da essere sempre disponibile all'uso e non è necessario farla correre in attesa che essa si riscaldi. Uno scaldabagno ad accumulo può avere dimensioni differenti da 50 a 500 litri.

Nel secondo caso, invece, ossia quando si ha un boiler istantaneo, non vi è una camera d'accumulo e l'acqua viene prodotta e utilizzata. Nel caso di scaldabagno ad accumulo la produzione di acqua calda potrà avvenire dopo alcuni secondi visto che l'acqua contenuta nella tubatura dovrà prima essere riscaldata. I tempi di riscaldamento sono generalmente molto bassi ma dipendono anche dalla distanza dello scaldabagno rispetto al punto di erogazione. Gli scaldabagni istantanei presentano dimensioni minori rispetto a quelli ad accumulo e sono mediamente più economici. Inoltre, a differenza di quelli ad accumulo sono molto più comuni per cui presentano una maggiore possibilità di scelta di prezzi e modelli. Va poi considerato che anche dal punto di vista dell'installazione il boiler a gas istantaneo è molto più conveniente visto che non necessita di interventi idraulici importanti né di lavori in muratura.
 

I differenti tipi di boiler a gas
 

Il funzionamento di un boiler a gas è molto semplice: quando si apre l'acqua calda all'interno dello scaldabagno si accende una fiamma, alimentata da metano o da GPL, che riscalda l'acqua. Nel momento in cui l'acqua viene chiusa la fiamma si spegne immediatamente, garantendo quindi consumi strettamente connessi all'utilizzo di acqua calda e all'impostazione delle temperature richieste. Come si può immaginare, considerando che il combustibile è un gas, è necessario prevedere degli sbocchi per le emissioni dei fumi che si vengono a creare per via della combustione. A seconda delle modalità di rilascio dei fumi, gli scaldabagni a gas si dividono in boiler a camera stagna, anche detti boiler chiusi, oppure in boiler a camera aperta. Nel primo caso è presente una fiamma pilota che permette di controllare la corretta accensione e il funzionamento dello scaldabagno. Nel secondo caso, invece, la fiamma pilota non è presente ma il boiler si distingue per la presenza della canna fumaria.

Il boiler a camera stagna prevede, nel momento in cui si apre il rubinetto, che si verifichi una decompressione all'interno delle tubature dell'acqua tale da aprire la valvola del gas per l'alimentazione della fiamma. Questa, ricevendo un'elevata quantità di gas, dà vita alla combustione che permette il riscaldamento dell'acqua. Questo tipo di scaldabagno prevede inoltre un particolare sistema di sicurezza che, in caso di spegnimento della fiamma per un guasto o per altri motivo, blocca immediatamente l'afflusso del gas. La particolare struttura e il funzionamento di questo tipo di scaldabagno ne assicura l'uso sia in ambienti interni che esterni. Va tuttavia sottolineato che l'installazione in ambiente interno è consigliabile solo in caso di modelli di piccole dimensioni, per evitare grossi ingombri all'interno delle stanze.

Lo scaldabagno a camera aperta è probabilmente il modello più diffuso di caldaia a gas perché molto economico. Non presenta una fiamma pilota e il riscaldamento dell'acqua avviene perché quando si apre il rubinetto dell'acqua calda si genera una scintilla che permette la combustione del gas. L'aria necessaria per la combustione viene aspirata dall'ambiente esterno, con cui la fiamma è in contatto mentre i fumi vengono espulsi tramite canna fumaria. L'utilizzo del boiler a camera aperta è regolamentato da una serie di normative che prevedono, tra le varie cose, il divieto di installazione all'interno di camere da letto.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.