Come riattivare un contatore chiuso

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
Quando ci si trasferisce in una nuova abitazione può accadere di trovare il contatore chiuso per svariate ragioni: il precedente proprietario poteva essere moroso sulle bollette o, più semplicemente, aveva effettuato la disdetta. In questo caso può essere difficile procedere con la riattivazione dell’utenza senza conoscere il POD o del PDR del precedente fornitore.

Operazioni preliminari per riattivare un contatore staccato

La procedura di riattivazione di un contatore elettrico rappresenta un'operazione che richiede attenzione e conoscenza delle normative vigenti in materia energetica. Il processo inizia con la scelta del fornitore di energia elettrica: è possibile optare per il mantenimento del proprio fornitore attuale o, alternativamente, valutare la possibilità di cambiare azienda in base alle offerte disponibili sul mercato. Una volta presa questa decisione, il cliente dovrà fornire al fornitore scelto alcuni dati fondamentali per l'identificazione dell'utenza, quali dati personali dell'intestatario, l'indirizzo esatto dove è situato il contatore e il codice POD e PDR.

Il codice POD è specifico per il settore dell'energia elettrica e serve a identificare univocamente ogni punto di fornitura di elettricità. Questo codice è indispensabile per la gestione del contratto di fornitura elettrica, per le operazioni di voltura, subentro o cambio fornitore. 

Il codice PDR, invece, è utilizzato nel settore del gas naturale e ha la stessa funzione del POD ma per i punti di riconsegna del gas. Entrambi i codici sono alfanumerici e vengono assegnati dal distributore locale al momento dell'attivazione del contatore e riportati nelle bollette o direttamente sul contatore stesso. La conoscenza di questi codici è essenziale per l'utente finale, in quanto permette di facilitare tutte le pratiche amministrative legate alla fornitura di energia elettrica e gas, assicurando una corretta identificazione dell'utenza nelle comunicazioni con i fornitori. 

Si ricorda che prima che la pratica possa essere portata a termine il fornitore deve recarsi in loco per verificare che il contatore sia perfettamente funzionante e che la sua riattivazione non comporti alcun rischio.

Come riattivare un contatore luce chiuso per morosità

Qualora il precedente occupante abbia accumulato ritardi nel pagamento delle utenze, è possibile che il servizio di fornitura elettrica o gas sia stato interrotto. Del resto, è facile capire se il contatore è stato chiuso per morosità da momento che potrebbe presentare addirittura i sigilli: la piombatura del contatore viene infatti predisposta quando il cliente non effettua regolarmente il pagamento di quanto previsto in bolletta, oltre a ragioni di natura tecnica o disdetta. 

In tale circostanza, è importante ricordare che il nuovo inquilino non è obbligato a saldare i debiti lasciati dall'occupante precedente per procedere con la riattivazione del servizio, indipendentemente dal fatto che si opti per una voltura o un subentro.

Qualora ci si trovi in questa situazione si può identificare il fornitore utilizzato da precedente inquilino e intraprendere due percorsi differenti: attraverso il subentro, il nuovo inquilino di sottoscrivere il precedente contratto di distribuzione, permettendo la riattivazione del contatore dopo una sospensione dovuta a mancati pagamenti, con l'opzione di cambiare fornitore successivamente. La voltura, d'altra parte, si riferisce alla creazione di un nuovo contratto da parte del nuovo inquilino con lo stesso fornitore del precedente occupante.

Generalmente, la compagnia di fornitura dovrebbe accettare di trasferire il servizio al nuovo inquilino senza obiezioni. Tuttavia, in caso di rifiuto, è possibile terminare il contratto esistente, liberandosi da qualsiasi vincolo con il fornitore precedente.

Riattivazione contatore gas chiuso per morosità: qual è il costo?

La riattivazione di un contatore del gas chiuso a causa di morosità comporta una procedura che può variare a seconda del fornitore di servizi. Questo costo varia in funzione delle politiche commerciali del fornitore e può includere, oltre alla riattivazione, le spese per la verifica tecnica dell'impianto, necessaria per assicurare la conformità e la sicurezza prima della ripresa della fornitura. 

In media, il costo per la riattivazione di un contatore gas chiuso per morosità può oscillare tra i 50 e i 200 euro, cifra che può aumentare in presenza di procedure tecniche complesse o interventi aggiuntivi sull'impianto. È consigliabile contattare direttamente il proprio fornitore per ottenere informazioni dettagliate sui costi specifici e sulle modalità di riattivazione del servizio.

Come riattivare il contatore con Sorgenia

Con Sorgenia è possibile riattivare un contratto di fornitura luce e gas attraverso il subentro (ossia attivazione di un contratto precedentemente chiuso quando l’intestatario aveva cessato la fornitura) oppure procedere con un nuovo allaccio. 

Quando si desidera riattivare il contatore con Sorgenia si hanno due alternative: contattare telefonicamente il servizio clienti o completare la procedura online. Nel primo caso si può chiamare il numero verde 800.294.333 da fisso o 02.44.388.001 da cellulare, dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 20.00, il sabato dalle 08.00 alle 15.00 (escluse festività nazionali). Durante la chiamata, dopo aver concesso il trattamento dei dati personali, saranno richieste dall’operatore le seguenti informazioni: 

●   nome e cognome per le utenze domestiche e ragione sociale per quelle business; 

●   codice fiscale e/o Partita IVA; 

●   codice POD e/o Codice PDR a seconda che si voglia riattivare il contatore della luce o del gas; 

●   indirizzo di fornitura.

Al termine della chiamata è necessario inviare, tramite email, alcuni documenti tra cui: 

●   copia documento di identità del nuovo intestatario; 

●   documento che attesti il legittimo possesso dell’immobile (contratto di locazione o acquisto) dove viene esplicitata la data dalla quale il richiedente è in possesso dell’immobile stesso. 

 In alternativa, è possibile procedere con la riattivazione del contatore online, collegandosi al sito www.sorgenia.it, scaricare i moduli e inviarli seguendo la procedura indicata. Accedendo alla propria area riservata e successivamente scaricando l’applicazione My Sorgenia è possibile tenere sotto controllo lo stato della pratica e, in un secondo momento, anche l’andamento dei consumi. 

 Quando la pratica sarà andata a buon fine Sorgenia invierà una lettera di benvenuto e, nella prima bolletta, l’utente troverà espresse le spese amministrative, stabilite dall'Autorità o dal distributore.

 È opportuno sottolineare che i tempi di attivazione possono variare in base alla richiesta (nuovo allaccio o riattivazione del contatore) e in base alla commodity (luce o gas). La riattivazione del contatore del gas può richiedere da un minimo di 3 giorni ad un massimo di diversi mesi, in base alla situazione; la riattivazione della luce può variare da un minimo di 5 giorni ad un massimo di 20, mentre per il nuovo allaccio possono essere necessari da un minimo di 25 giorni ad un massimo di 65.  
 

Il presente testo è aggiornato al 20 Marzo 2024

offerte sorgenia
Vorresti un’offerta Luce e Gas attenta all’ambiente, ma anche al tuo risparmio?
PASSA A SORGENIA!
Perché sceglierci?
100% green

100% Green 
Tutta la nostra energia elettrica proviene da fonti rinnovabili.

100% digital

100% Digital 
Attivi l’offerta online e paghi le bollette con un click.

app sorgenia

L’APP su tua misura 
Gestisci tutte le forniture e monitora i tuoi consumi.

programma fedeltà greeners

La community GREENERS 
Impara a fare scelte sostenibili e premia il tuo impegno

Con Next Energy Sunlight Luce&Gas hai energia elettrica da fonti rinnovabili e 60€ di Sconto!**

 

**Sconto frazionato sulle bollette dei primi 12 mesi. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Oltre 500.000 clienti hanno scelto Sorgenia per Luce, Gas e Fibra
Vuoi scoprire le nostre offerte e ricevere il consiglio di un esperto?

Compila il form, ti ricontatteremo per darti tutte le informazioni che ti servono, gratuitamente e senza impegno.

Richiedi consulenza

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.

ALTRE GUIDE SOLUZIONI CASA

Non hai trovato quello che cercavi?
Siamo qui per aiutarti