In tempi di spending review, cercare metodi per risparmiare sul gas è sicuramente un ottimo modo per abbassare i costi delle bollette e, in generale, ridurre i propri consumi.

Vediamo quali sono le soluzioni migliori:

Installazione di dispositivi a risparmio
Tra i metodi migliori per risparmiare sul gas c'è senz'altro l'installazione di pompe di calore: questi impianti permettono di impiegare le energie disperse nell'ambiente oltre che l'energia geotermica del sottosuolo. La generazione di calore comporta comunque un impiego di combustibile (e quindi di gas), ma in misure notevolmente inferiori rispetto alle caldaie tradizionali. Per contro, questo tipo di strumenti ha dei costi iniziali abbastanza elevati, al punto che tra lavori, acquisto degli impianti e manodopera è possibile fare una stima di rientro (computata sui risparmi in bolletta) di almeno dieci anni. Una valida alternativa per ridurre i consumi e risparmiare sul gas è quello di installare un impianto solare termico domestico, che abbatte fino a quasi il 70% del fabbisogno di gas naturale. Anche in questo caso, tuttavia, ci si deve scontrare contro costi iniziali abbastanza elevati, circa mille euro al metro quadro (e tenuto conto che occorre una superficie di almeno quattro metri quadri per i bisogni di una famiglia media di quattro persone). Al risparmio energetico, inoltre, bisogna aggiungere la previsione di incentivi fiscali che permettono di ammortizzare in molto meno tempo l'investimento.

Efficientamento energetico
Un altro modo per risparmiare gas è quello di ridurre le possibili dispersioni di calore o le perdite che incidono in misura rilevante su quelli che sono i reali consumi di una famiglia. Da questo punto di vista, innanzitutto, è possibile sostituire i vecchi infissi in casa, dal momento che un cattivo isolamento termico è responsabile della dispersione di calore: ciò comporta non soltanto che per raggiungere una determinata temperatura interna sarà necessario impiegare molto più gas (facendo lievitare i costi), ma anche che, in definitiva, le temperature in casa non saranno mai quelle consone. In generale, quindi, l'installazione di nuovi infissi può essere un metodo utile sia a ridurre i consumi, con un ritorno economico netto, sia ad aumentare il comfort casalingo. Non bisogna dimenticare, peraltro, che il vantaggio conseguente all'installazione di nuovi infissi può essere goduto anche in estate, dal momento che l'isolamento termico permette agli ambienti di riscaldarsi meno, consentendo di risparmiare anche sull'elettricità necessaria ai climatizzatori. Infine, anche per la sostituzione degli infissi finalizzata alla migliore efficienza energetica delle case sono previste agevolazioni fiscali interessanti. Altro metodo da valutare per ridurre i livelli dei consumi normali causati dalla caldaia a gas è quello di installare valvole termostatiche sui termosifoni: questi strumenti permettono di regolare in modo autonomo, anche nell'ambito del riscaldamento centralizzato condominiale, i consumi effettivi che necessitano per il riscaldamento di un'abitazione. In questo modo, se si desidera contenere la quantità di calore immessa in casa e, quindi, risparmiare sui consumi, sarà sufficiente applicare sui termosifoni questi strumenti e regolarli opportunamente.

Scegliere il fornitore con le tariffe più interessanti
Soprattutto dopo il completamento dei processi di liberalizzazione del mercato, la possibilità per i clienti di poter scegliere tra un gran numero di fornitori gas ha permesso di raggiungere alti livelli di concorrenza e, conseguentemente, un abbassamento generale delle tariffe. Quindi, è sempre buona norma quella di operare un raffronto tra le diverse offerte gas condominiali e aziendali presenti sul mercato, valutando la possibilità di uscire dal mercato di maggior tutela per sottoscrivere un contratto con un venditore privato. In effetti, si stima che i risparmi goduti da chi ha accesso al libero mercato rispetto agli utenti di maggior tutela possono arrivare fino al 10% della bolletta del gas, soprattutto grazie ai minori costi in termini di componente materia prima.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d'informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 21 novembre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.