Fornitura Luce: ecco come trovare il migliore fornitore del libero mercato

La scelta della migliore tariffa luce

Risparmia ora



Quando si deve registrare un contratto per l'energia elettrica si cerca sempre un possibile modo per risparmiare, puntando a fornitori in grado di offrire tariffe convenienti per la luce. Tuttavia, va subito sottolineato che nella ricerca non ci si può solo affidare al controllo dei costi ma va presa in considerazione la reale necessità di corrente elettrica, ossia i consumi annui. Come si può immaginare questi variano a seconda dei casi, a seconda delle persone e anche a seconda del numero di persone che vive in un determinato appartamento. Ecco perché in realtà non si può parlare di migliore fornitore o migliore tariffa perché differenti esigenze possono portare a trovare la convenienza in proposte che, per altri, non sono interessanti.  Per questo motivo, prima di prendere in considerazione le diverse offerte dei fornitori di luce, è necessario valutare il consumo annuo e lo stile di vita. Chi è single vive prevalentemente fuori casa per lavoro, infatti, ha sicuramente necessità diverse da quelle di una famiglia composta da quattro persone che vive prevalentemente tra le mura domestiche. A seconda dei casi, infatti, può essere conveniente puntare su una tariffa monoraria, bioraria o multioraria.  Conoscere quali sono le proprie esigenze, le abitudini e le necessità energetiche è il primo passo per poter scegliere un fornitore che garantisca il massimo risparmio sulle bollette. 
 

I siti comparatori di tariffe
 

L'introduzione del mercato libero ha permesso a un gran numero di aziende di vendere energia elettrica ai consumatori. Sia che si tratti di piccole aziende che operano a scala regionale che di grandi enti in grado di coprire l'intero territorio nazionale, il loro numero è relativamente elevato per cui diventa difficile essere sempre aggiornati su tutte le offerte e proposte di tariffe. Queste, infatti, possono variare nel tempo a seconda dei periodi. Come si può immaginare, infatti, le aziende di fornitura dell'energia stabiliscono i prezzi in base ai costi del mercato: le oscillazioni della materia energia sul mercato internazionale, infatti, influenzano i costi dell'energia elettrica e, quindi, le tariffe proposte dai fornitori. Per poter avere una panoramica precisa di tutte le offerte può essere quindi conveniente rivolgersi ai siti comparatori di tariffe, scegliendo tra quelli più importanti e sempre aggiornati. Questi, infatti, non solo mettono in evidenza le diverse tariffe con i costi ma garantiscono un link veloce alla tariffa stessa, permettendo di controllare, con un semplice click, tutte le caratteristiche dell'offerta. Si potranno quindi valutare i costi effettivi, ossia non solo quelli relativi alla materia energia ma anche al trasporto e agli oneri, si potranno controllare eventuali limiti di potenza o di consumo per i quali può essere applicata quella tariffa e la possibilità di avere il prezzo bloccato per un determinato periodo. Quello del prezzo bloccato è un mezzo per garantire, in caso di incrementi del costo dell'energia sul mercato, il mantenimento dei costi bassi proposti dal contratto.  Oltre ai siti comparatori privati, è possibile valutare le diverse tariffe e proposte sul sito dell'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, dov'è disponibile l'opzione Trova Offerta che permette, inserendo i dati relativi alle proprie esigenze, di trovare un'offerta conveniente per le proprie necessità. 
 

Controllare regolarmente per trovare le offerte più aggiornate
 

Per avere la certezza di scegliere il fornitore di luce più conveniente è necessario controllare regolarmente le offerte, per poter avere la certezza di selezionare proposte attive e non scadute. Tra le ultime proposte del 2017 vi sono ad esempio alcune offerte molto convenienti: va sempre ricordato però che la convenienza resta un elemento molto soggettivo per cui è fondamentale controllare che anche per le proprie esigenze una determinata tariffa è in grado di soddisfare le proprie esigenze di consumi.  La tariffa 3.0 Light di Engie, ad esempio, è una tariffa monoraria caratterizzata da un costo particolarmente interessante di 434.44 euro all'anno, pari a un consumo mensile di 36.20 euro. Si tratta di una proposta che prevede un prezzo per la materia prima di 0.031 euro a kwh e che è caratterizzata da un prezzo bloccato per dodici mesi. Il risparmio su questo tipo di contratto è dato anche dall'utilizzo di una fatturazione elettronica e pagamento tramite RID.  ENI propone una tariffa con costo annuo simile (436.61 euro) e prezzo bloccato per dodici mesi, ma caratterizzata dall'essere una tariffa bioraria, perfetta quindi per quanti hanno necessità di utilizzo della luce soprattutto la sera e i festivi. Anche in questo caso il pagamento deve essere effettuato tramite RID e la fatturazione è esclusivamente elettronica.  Queste due proposte sono perfette per quanti hanno consumi annui che non superano i 2700 Kwh e potenza di 3 Kw.  Per chi prevede consumi minori, ossia dell'ordine dei 1600 Kwh, una proposta molto interessante può essere quella di Enel Energia che ha proposto una tariffa monoraria dal caratteristico nome di Black Friday Luce. Il costo annuo è davvero molto interessante, essendo di 325.24 euro all'anno, pari a poco più di 27 euro al mese.
 

2017-12-22 00:00:01 now: 2018-01-21 01:52:59