La disdetta è la comunicazione che effettua un cliente per notificare al proprio fornitore che non intende più continuare il rapporto contrattuale. Se si desidera cambiare fornitore di luce e gas è necessario prima di tutto capire qual è la società di fornitura che in questo momento sta offrendo i propri servizi ai contatori di casa. Può sembrare una procedura ovvia, ma i molti anni di monopolio in Italia lasciano ancora il segno ed è errore comune quello di credere che il fornitore di casa sia necessariamente l'ex monopolista dell'energia elettrica o che sia ancora la municipalizzata che gestisce la rete di distribuzione del gas nella zona in cui si abita. Per capire chi è il vostro fornitore il "trucco" è semplice: basta verificare chi è che vi ha inviato l'ultima bolletta. Se il vostro fornitore è Unogas, allora è proprio ad Unogas che va inviata la disdetta del contratto.

Notificare la disdetta a Unogas è un'attività meno complicata di quanto si possa pensare. Esistono diverse modalità di comunicazione con il fornitore e risulterà immediato individuare il canale preferito per uscire dal contratto sottoscritto. La comunicazione può essere compilata e consegnata direttamente negli sportelli territoriali di Unogas; il principale sportello è quello di Taggia, provincia di Imperia, in Via Periane, 21 (CAP 18018) dove si trova la sede operativa del fornitore. Unogas è una società nata dopo la liberalizzazione e come molte di queste società che operano principalmente nel libero mercato è caratterizzata da una struttura snella e da una presenza territoriale ridotta. Queste società hanno preferito "dematerializzare" i servizi offerti spostando la propria presenza soprattutto online. E' per questo che si trova ampia disponibilità di comunicazione telematica della disdetta a Unogas.

E' allora possibile scegliere tra la più classica lettera raccomandata da inviare all'attenzione di Unogas Energia S.p.a, alla sede legale in Via Caldera, 21 – 20153 Milano, oppure alla sede operativa di Via Periane 21 - 18018 Taggia (IM). Se si preferisce la velocità è allora possibile inviare la disdetta a mezzo fax al numero 0184.46.42.99 oppure a mezzo mail all'indirizzo clienti@unogasenergia.it. Agli stessi indirizzi è possibile inoltrare la comunicazione di ripensamento. Questa è una particolare tipologia di disdetta che può essere inoltrata nei primi quattordici giorni dalla stipula del contratto. E' un diritto dei consumatori quello di poter ritornare sui propri passi e restare con il fornitore uscente senza iniziare la fornitura con il nuovo.

Se il rapporto contrattuale dura invece da più di quindici giorni si parlerà propriamente di disdetta a Unogas. Ciò nonostante non significa necessariamente che i termini del contratto debbano essere rispettati sino alla scadenza. Il consumatore domestico infatti può inviare la disdetta in qualsiasi momento e quindi recedere dal contratto senza incorrere in penali. I motivi per cui un cliente Unogas potrebbe scegliere di disdire il contratto possono essere molteplici. La ricerca di un fornitore che offra condizioni economiche più vantaggiose può infatti aver avuto successo e quindi il cliente potrà risparmiare sulle bollette di luce e gas comunicando a Unogas la disdetta e sottoscrivendo il nuovo contratto. La ricerca di una nuova offerta non è difficile, è sufficiente visitare il sito del fornitore Sorgenia per averne un esempio. La disdetta a Unogas può avvenire anche per ragioni non legate al costo della fornitura. Un trasferimento o il passaggio di proprietà dell'immobile sono uno dei casi più frequenti di invio di disdetta.

Al momento di uscire dal contratto con Unogas verranno richieste dal fornitore alcune informazioni. Innanzitutto il codice cliente che identifica il rapporto contrattuale in essere con il cliente. Questo codice si trova nella prima pagina di ogni bolletta. Dopodiché si dovranno comunicare le generalità dell'intestatario del contratto (nome, cognome e codice fiscale), l'indirizzo di fornitura e i codici dei contatori dell'energia elettrica (POD) e del gas (PDR). Anche queste informazioni sono riportate in bolletta. Per finire bisogna appuntarsi la lettura dei consumi e indicare al fornitore uscente un indirizzo per recapitare l'ultima bolletta relativa ai consumi effettuati ma non ancora pagati.

Sorgenia, oltre ad essere un punto di riferimento per il consumatore che vuole risparmiare sui propri consumi di gas ed energia elettrica, è anche un partner affidabile per la gestione delle pratiche di disdetta verso il fornitore uscente, in questo caso Unogas. I consulenti di Sorgenia sono infatti sempre disponibile ad aiutarvi nelle procedure relative ai contratti dell'energia. Oltre al risparmio in bolletta, possibile scegliendo tra le diverse offerte di Sorgenia, non si avranno pensieri di sorta nell'esercitare il diritto di disdetta e approfittando dei vantaggi che il libero mercato offre ai consumatori di luce e gas.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.