Grazie all' allaccio gas è possibile collegare l'impianto domestico alla rete di distribuzione locale: si tratta di un'operazione che comporta dei lavori, normalmente svolti dal distributore competente per territorio. Vediamo in che tempi e modi è possibile fare l'allaccio del gas.

Richiesta di allaccio gas e fornitura

Prima di sottoscrivere il contratto con il fornitore, per le abitazioni che non risultano precedentemente allacciate alla rete nazionale (quasi sempre si tratta di immobili di nuova costruzione) è necessario fare un'apposita richiesta alla società di vendita: in questo modo sarà essa a contattare il distributore e provvedere ad allacciare i tuoi impianti per poi erogare la fornitura. Se, invece, si desidera unicamente l'allaccio senza dare l'avvio alla fornitura è necessario rivolgersi direttamente al distributore competente per territorio. Una volta eseguito l'allaccio sarà necessario effettuare l'attivazione della fornitura, che costituisce un discorso a parte e che coinvolge non più il distributore, ma la società di fornitura che si occupa della vendita al dettaglio. Per poter chiedere l'attivazione della rete è necessario possedere gli estremi del proprio documento, i propri dati anagrafici e il cd. codice PDR, fornito al cliente al momento dell'allaccio della rete.

In che tempi avviene l'allaccio del gas?

Se la richiesta è fatta alla società che si occupa della fornitura, sarà questa a fornire al cliente le tempistiche richieste per l'attivazione, in base ad un preventivo sopralluogo sull'immobile, che occorre per valutare di quali lavori ci sarà bisogno per procedere all'allaccio. Dopo questa prima ispezione può passare circa un mese, entro il quale al cliente viene inviato un preventivo dei lavori: per lo svolgimento di questi ultimi possono occorrere dai 15 ai 30 giorni, a seconda che la portata dell'intervento sia o meno particolarmente ampia. In particolare, per lavori molto complessi (la cui complessità è dovuta alla particolare conformazione o ubicazione dell'immobile da allacciare) possono volerci anche due mesi dalla consegna del preventivo all'ultimazione delle opere. Viceversa, normalmente i lavori semplici prevedono meri interventi sulle tubature che non richiedono né l'installazione da zero delle tubazioni né particolari lavori in muratura: in questo caso, i tempi possono ridursi fino a dieci giorni.

Allaccio del gas: quali sono i costi?

Le operazioni fin qui descritte possono variare molto a seconda della località geografica in cui è presente l'immobile da allacciare o ha sede il distributore locale. Come anticipato, l'attivazione può avvenire sia presso un fornitore del mercato libero sia presso il distributore medesimo. Nel caso in cui ci si rivolga direttamente al fornitore, i costi per l'allaccio dovranno essere specificati prima della sottoscrizione del contratto, il che richiede l'indicazione da parte del cliente della tipologia di impiego cui si vuole destinare il gas (cucina, riscaldamento, mista) e il volume medio dei consumi. Altro elemento che può incidere sui costi è sicuramente la portata degli interventi che saranno necessari per realizzare l'allaccio che, come visto, possono andare da semplici installazioni a veri e propri lavori da cantiere. Tuttavia, in linea di massima si può dire che per le utenze domestiche tradizionali sono previste delle spese forfettarie, normalmente assorbite all'interno delle prime bollette. Come stima media si può fornire il costo di 250 euro, anche se tale costo può quadruplicare in considerazione di tutti i fattori (collocazione, portata degli interventi, lunghezza delle tubazioni, società di distribuzione/fornitura) che abbiamo finora considerato.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.