Distributori di energia: quali sono le loro funzioni


 

Generazione, distribuzione e vendita di energia elettrica

Quando si usa l'energia elettrica in casa, in ufficio o in negozio, spesso non si pensa ai diversi passaggi che permettono di accendere una lampadina o di utilizzare i diversi elettrodomestici, i computer o altri apparecchi elettrici. Quando si dispone di elettricità in casa o in altri ambienti è perché si sono completati i tre diversi passaggi che permettono alla corrente di raggiungere le diverse utenze. Tali passaggi consistono nella generazione dell'energia, la sua distribuzione e la vendita. Se tutti sanno che la vendita di energia elettrica passa tramite le diverse compagnie alle quali viene regolarmente pagata la bolletta della luce, non tutti hanno invece ben chiari quali sono i ruoli e le funzioni dei distributori. Nella struttura dei diversi servizi che vengono offerti ai consumatori, i distributori sono quegli enti che si occupano della distribuzione dell'energia presso le case o altri tipi di locali, sia pubblici che privati. Inoltre, i distributori sono i proprietari dei contatori che vengono installati in casa, in negozio o in altri ambienti e che permettono di monitorare i consumi di energia elettrica.  
 

Comprendere il ruolo dei distributori di energia

Per consentire alla corrente di raggiungere le diverse destinazioni, sia domestiche che di altro tipo, è necessario il trasporto dell'energia elettrica. Per questo motivo serve che siano disponibili delle reti, caratterizzate da bassa o media tensione, tramite le quali viene canalizzata l'energia dal punto di distribuzione fino all'utenza finale. In quanto referente per la consegna dell'energia alle diverse destinazioni, il distributore è anche l'azienda che interviene quando si verificano guasti sulla linea, quando si registrano problemi con il contatore oppure quando si deve effettuare un nuovo allacciamento della corrente elettrica, sia esso in appartamenti, in condomini o in altre tipologia di strutture. Anche la lettura dei consumi è compito del distributore in quanto questa avviene tramite il contatore, che come già evidenziato è di proprietà dell'azienda di distribuzione. In Italia esistono diverse aziende che distribuiscono la corrente elettrica. Ancora una volta, va sottolineato come esista un'importante differenza tra l'azienda che distribuisce l'energia e quella che la vende, ossia il fornitore. Questa differenza è stata voluta soprattutto dall'AEEGSI che ha richiesto l'obbligo, in caso di aziende che si occupano sia di distribuzione che di vendita, di creare due differenti marchi, uno che identifichi il lavoro di distribuzione e un altro specifico per la vendita dell'energia. In questo modo, i consumatori potranno avere una maggiore chiarezza sui diversi ruoli e sulle competenze dei diversi enti che lavorano nel campo dell'energia elettrica.  Va sottolineato che a differenza dei fornitori, i distributori non possono essere scelti dal consumatore, in quanto gestiscono la distribuzione sul territorio secondo aree assegnate e suddivise dall'AEEGSI. Per questo motivo, ogni regione può presentare un distributore differente, in grado di garantire la presenza di energia elettrica (e in alcuni casi anche di gas e acqua) presso gli appartamenti o gli ambienti lavorativi. I costi di questo servizio vengono riportati in bolletta alla relativa voce. 
 

I distributori di energia elettrica in Italia

Quando si deve richiedere l'intervento di un distributore per un allacciamento o per problemi legati al contatore, si può procedere in due differenti modi. Il primo è di fare richiesta al fornitore, del quale solitamente il cliente ha maggiori riferimenti, in particolare tramite le bollette e richiedere un intervento. Il fornitore farà quindi da tramite con il distributore. Il secondo modo, invece, è quello di contattare direttamente il distributore. Per questo motivo è necessario sapere qual è il proprio distributore. La lista completa dei distributori di energia elettrica è disponibile presso il sito dell'AEEGSI che riporta, tramite una serie di menu a tendina, la possibilità di selezionare regione, provincia e comune di residenza e visualizzare il nome, l'indirizzo e i recapiti dell'azienda di distribuzione dell'energia. Sono solitamente disponibili un numero di pronto intervento guasti e un numero, relativo alla sede operativa, per comunicazioni o richiesta di comunicazioni. Si tratta di un gran numero di aziende che si dividono il territorio italiano distribuendo l'energia elettrica alle diverse regioni e città. Il distributore di maggiore importanza in Italia è l'azienda E-Distribuzione, che distribuisce energia elettrica a oltre il 90% dei consumatori. Si tratta di un'azienda del marchio Enel, e infatti ha commutato il suo nome in E-Distribuzione solo nel 2016, essendo il nome precedente Enel-Distribuzione.  A differenza di E-Distribuzione che opera su tutto il territorio italiano, alcuni distributori di energia elettrica sono di tipo locale. L'azienda Unareti, ad esempio, è il principale distributore delle aree della provincia milanese e del bresciano. Inoltre, copre il servizio di distribuzione di energia in tutti i comuni del Lago di Garda e della Valsabbia, per un totale di circa 60 comuni italiani. Questa società di distribuzione è nata dall'ex A2A Reti Elettriche Spa, della quale ha integrato tutte le società di distribuzione, sia nel settore dell'energia elettrica che in quello del gas.  Terza per numero di clienti e volume di distribuzione è la Società Areti, derivante dalla Acea Distribuzione. Opera in particolare nel Lazio e a Roma, dove si occupa esclusivamente della distribuzione dell'energia elettrica.  In Emilia Romagna la distribuzione dell'energia elettrica è regolarizzata dalla società InRete che nasce inizialmente come società di distribuzione del gas. L'apertura alla distribuzione dell'energia elettrica ha portato questa azienda a coprire un ampio numero di comuni e a raggiungere anche alcuni centri della Toscana.   In Liguria, invece, la principale società di distribuzione è Ireti Spa, che garantisce la distribuzione di tutte le tre utenze, ossia energia elettrica, gas e acqua. Opera anche in alcune aree dell'Emilia Romagna e del Piemonte.