Attivazione gas: costi e tempi

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec
Oppure chiamaci gratis 800 979 800

Quando ci si trasferisce in un appartamento di nuova costruzione, può capitare di dover richiedere l'allacciamento del gas ed effettuare la prima attivazione del contatore. Anche se alcuni costruttori consegnano gli appartamenti con le utenze già allacciate, la prima attivazione è comunque necessaria, essendo connessa al primo utilizzo del contatore del gas.

Per l'attivazione del contatore gas bisogna seguire la procedura stabilita dalla Delibera 40 dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Questa delibera stabilisce le regole per l'attivazione del contatore e la fornitura di gas e indica la documentazione necessaria. In caso di prima attivazione del gas, ossia in caso di installazione di un nuovo contatore e primo utilizzo, bisogna innanzitutto certificare che l'impianto a gas sia a norma. Per questo il richiedente l'attivazione dovrà consegnare al distributore locale la documentazione con le caratteristiche tecniche dell'impianto e gli allegati H/40 e I/40, previsti dalla Delibera 40. Il distributore, una volta accertato che l’impianto sia a norma, può dare esito positivo e autorizzare l'attivazione del contatore. In caso di esito negativo, invece, deve spiegare quali sono le problematiche dell'impianto, da risolvere prima di presentare ulteriore domanda di attivazione.

La richiesta di prima attivazione va effettuata anche in caso di modifiche all'impianto del gas. Prima di procedere a qualsiasi tipo di lavoro sull'impianto del gas, infatti, è obbligatorio richiedere la sospensione della fornitura per motivi di sicurezza. Una volta terminati i lavori si dovranno presentare gli stessi documenti previsti per la prima attivazione. 

Come procedere all'attivazione del contatore del gas: costi e tempi

L’attivazione del gas può essere richiesta solo dopo l’installazione del contatore. La richiesta può essere inoltrata al distributore locale o al fornitore. Nel secondo caso sarà il fornitore stesso a contattare il distributore, che è l'unico autorizzato a operare sul contatore. Presentando la richiesta al fornitore è possibile stipulare, contestualmente, un contratto per il gas. La richiesta per l'attivazione può essere effettuata online, oppure inviando i moduli tramite fax o posta.

In caso di difficoltà nella compilazione dei moduli ci si può rivolgere all’assistenza clienti. Tra i punti che possono risultare più complessi c’è quello relativo al codice PDR, che identifica la posizione fisica del contatore. Questo codice è segnalato sul contatore stesso, attaccato con un adesivo o una targhetta metallica, o su una vecchia bolletta. 

Quando la richiesta di attivazione viene presentata correttamente e si ha l’autorizzazione del distributore, il contatore diventa operativo entro dieci giorni lavorativi. In caso di esito negativo, invece, i tempi di attesa dipendono da cosa bisogna fare per poter ottenere l’autorizzazione. Un conto è allegare alla domanda un modulo mancante, un altro intervenire su un impianto non a norma. In questo caso i tempi possono essere variabili e non dipendono dal distributore. 

Anche i costi possono cambiare a seconda di una serie di fattori, come l'area di residenza e il distributore di riferimento. Le differenze di spesa sono dovute anche al tipo di impianto, ossia alla sua potenza termica e alla destinazione d'uso, per il solo riscaldamento dell'acqua, per la cucina, per l'impianto di riscaldamento domestico o per tutto quanto. I costi per l'attivazione sono riportati sulla prima bolletta oppure su un’altra fattura. 

Il costo per l’attivazione del gas con Sorgenia è di 50 euro. A questa cifra va aggiunto il costo per la lavorazione, che varia a seconda del distributore.

Gli allegati H/40 e I/40: una distinzione

Tra i moduli da presentare per la richiesta di attivazione del contatore del gas ci sono gli allegati H/40 e I/40, previsti dalla Delibera 40 dell'ARERA. Questi moduli, insieme a tutta la documentazione necessaria, vengono inviati al cliente dopo la sua richiesta di attivazione. In alternativa possono essere scaricati dal sito internet dell'ARERA.

Qual è la differenza e perché vengono richiesti entrambi? Con il modulo H/40 il cliente conferma la richiesta di attivazione della fornitura a un determinato indirizzo e trasmette i dati personali, una copia di un documento di identità, le informazioni sul contatore installato e sulla destinazione d'uso del gas. Il modulo I/40, invece, riporta informazioni tecniche e deve essere compilato dal responsabile dell'installazione dell'impianto a gas. Si tratta di un attestato che certifica che l’impianto è stato realizzato nel rispetto della normativa vigente.

Vorresti un’offerta Luce e Gas attenta all’ambiente, ma anche al tuo risparmio?
PASSA A SORGENIA!
Perché sceglierci?

100% green100% Green
Tutta la nostra energia elettrica proviene da fonti rinnovabili.

100% digital100% Digital
Attivi l’offerta online e paghi le bollette con un click.

app sorgeniaL’APP su tua misura
Gestisci tutte le forniture e monitora i tuoi consumi.

programma fedeltà greenersIl Programma fedeltà Greeners
Per partecipare al nostro programma fedeltà e vincere tanti premi

nuovo Amazon block RESIDENZIALE luce&gas [aggregatore]

Con Next Energy Sunlight Luce&Gas hai energia elettrica da fonti rinnovabili e 100 di Sconto!**

 
1664495744
2022-09-30 01:55:44

2022-10-01 00:00:00
Oltre 450.000 clienti hanno scelto Sorgenia per Luce, Gas e Fibra
Vuoi scoprire le nostre offerte e ricevere il consiglio di un esperto?

Compila il form, ti ricontatteremo per darti tutte le informazioni che ti servono, gratuitamente e senza impegno.

Richiedi consulenza

**Sconto frazionato sulle bollette dei primi 12 mesi. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
FORNITURA GAS: ECCO COME TROVARE IL MIGLIORE FORNITORE DEL LIBERO MERCATO

La liberalizzazione del mercato del gas ha permesso di dare vita ad un mercato in cui è possibile scegliere il fornitore di energia più adatto alla propria casa. Scopri come trovarlo sul sito di Sorgenia.

Leggi di più
Luce e Gas: perché è conveniente attivarle insieme

Le bollette della luce e del gas possono rappresentare un costo oneroso per chi ha sottoscritto un contratto di fornitura poco vantaggioso e che non rispecchia le proprie abitudini di consumo.

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore
logo sorgenia
Logo Sorgenia ×
COMINCIAMO!
Configura l’impianto fotovoltaico più adatto a te e inizia subito a risparmiare.

Prima di iniziare, abbiamo bisogno di un’informazione. Inserisci la provincia in cui vorresti installare il tuo impianto:

Milano (MI)
Milazzo (MI)
Taormina (MI)
CONFERMA