La matricola del contatore: che cos'è?

Quando si effettua un allacciamento di energia elettrica o di gas, il distributore locale provvede a installare il contatore, ossia quello strumento che permette la misurazione dei consumi. Ogni contatore è caratterizzato da una matricola, ossia da un codice numerico differente per ogni apparecchio e che permette proprio l'identificazione del singolo contatore. Spesso di fa confusione tra matricola del contatore e codici POD e PDR. Questi ultimi non sono specifici del contatore ma sono numeri identificativi dell'utenza. Nello specifico, il POD è l'identificativo di un'utenza di energia elettrica mentre il PDR quello del gas. Se si rompe un contatore e si procede alla sostituzione, quindi, il numero di contatore cambierà mentre il codice POD e/o il PDR resteranno gli stessi. Viceversa, se un contatore viene spostato, possono cambiare il POD e il PDR mentre viene lasciato invariato il numero di matricola. A seconda del tipo di contatore, ossia se esso sia di vecchia o nuova generazione ossia analogico o digitale oppure se si tratti di un contatore del gas o della luce, le caratteristiche della matricola del contatore possono essere differenti e, inoltre, la matricola stessa può essere situata in posizioni diverse. Nel caso del gas, ad esempio, il contatore può essere a otto o nove cifre e si trova solitamente al di sotto o al lato dei numeri che indicano i consumi. Anche nel caso del contatore della luce, il numero di matricola può essere caratterizzato da otto o nove cifre e si trova al di sotto del display digitale dei nuovi contatori. Quando non si riesce a trovare la matricola del contatore, necessaria per una serie di operazioni quali cambio di fornitore, volture o subentri, è possibile controllare tale informazione su una bolletta. Su ogni fattura, infatti, sia essa di tipo cartaceo o digitale, la matricola è indicata insieme alle caratteristiche della fornitura.
 

Quando cambia la matricola del contatore
 

Quando si fa un cambio di venditore, sia esso per la fornitura di gas che di energia elettrica, non si va ad effettuare nessun tipo di operazione sul contatore. Per questo motivo il numero di contatore non cambierà. Nel caso in cui, invece, si verifica un malfunzionamento del contatore e si richiede un intervento di un tecnico, si può avere la sostituzione del numero di matricola ma solo ed esclusivamente se si rende necessario effettuare la variazione del contatore stesso. Un contatore nuovo, anche se viene installato al posto di uno già esistente, avrà necessariamente un numero di matricola diverso. In realtà questo è l'unica motivazione per la quale può accadere di avere un nuovo numero di matricola relativo al proprio contatore. Eventuali altri tipi di interventi, dalla voltura al subentro fino al cambio di fornitore, non prevedono alcun tipo di variazione per il contatore e, quindi, per la matricola stessa.
 

Quando è necessario conoscere il numero di matricola del contatore
 

Nella maggior parte dei casi, quando si richiedono interventi di vario tipo al servizio clienti, siano essi relativi alla fornitura, al proprio contratto o ad altro servizio offerto, per prima cosa il servizio clienti si farà indicare il numero cliente. Questo, che si trova sulla bolletta, non ha nessuna attinenza con il numero del contatore, ma rappresenta solo un codice per identificare il cliente con il quale si sta parlando. Il personale del servizio informazioni potrà poi richiedere il numero di matricola del contatore: avere ben chiaro dove trovarlo è fondamentale quando ad esempio non si riescono a leggere il POD o il PDR. Ancora, quando in una casa sono presenti più contatori della luce o del gas, questi presentano codici POD e PDR identici, ma si potranno riconoscere proprio grazie al numero di matricola. Infine, quando si affitta o acquista una casa che è stata disabitata per lungo tempo, per le quali quindi non si hanno bollette a disposizione per la lettura di tutti i codici dei contatori di luce e gas, l'unica informazione da poter comunicare ai fornitori e ai distributori è quella relativa al numero di matricola. Tuttavia va sottolineato che in caso si case disabitate da lunghi periodi i tecnici del distributore potranno ritenere necessaria la sostituzione di un contatore di vecchio tipo per un modello nuovo. In questo caso, come già accennato, cambierà anche il numero di matricola.
 

Contatore e distributore
 

Il contatore, sia esso del gas o della luce, è di proprietà del distributore locale. Quando si verificano guasti e malfunzionamenti, quindi, si dovrebbe contattare direttamente il distributore. Spesso, tuttavia, non si ha la conoscenza di quale sia il proprio distributore, ma solo il fornitore, ossia quello al quale si pagano i consumi. Quando non si hanno contatti con il proprio distributore locale il venditore può fare da tramite: in caso di guasto al contatore, quindi, si potrà contattare il proprio fornitore che provvederà ad avvisare il distributore il quale interverrà con i propri tecnici. Solo loro, infatti, possono operare sul contatore.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.