Quando di sceglie di cambiare, solitamente lo si fa per migliorare la propria situazione. Lo stesso vale quando si pensa di cambiare il proprio fornitore di luce e gas. Inutile pensare, infatti, che i clienti di una società di fornitura cambino solo perché affascinati da una pubblicità o per simpatia verso un brand. Il motivo per cui si decide di cambiare fornitore luce e gas è sempre legato a una convenienza economica. Tale convenienza, però, non è mai assoluta: questo significa che una tariffa, una promozione o un'offerta che si può rivelare altamente conveniente per un profilo di cliente, può allo stesso tempo essere una scelta erronea per un altro tipo di cliente. Questo perché le diverse tariffe vengono ideate per differenti profili di consumatori, ossia per clienti che fanno un utilizzo maggiore o minore di luce e gas, o che, nel caso dell'energia elettrica, scelgono determinate fasce orarie per i propri consumi o particolari potenze. 

Ecco perché prima di cambiare fornitore di luce e gas è di fondamentale importanza valutare le diverse opzioni ed avere ben chiaro un prospetto dei propri consumi. Chi non sa come valutare i propri consumi può controllare su una precedente bolletta: le moderne bollette 2.0, infatti, riportano i dettagli dei consumi, sia totali che quelli parziali nelle diverse fasce orarie nel caso per l'energia elettrica si avesse un contratto di tipo bi-orario. Una volta che si conoscono i propri consumi annui sarà molto facile riconoscere le tipologie di proposte che possono risultare convenienti sia per la luce che per il gas. Bisogna infine ricordare che la convenienza di una nuova fornitura non sta solo nel risparmio economico ma spesso anche nella possibilità di poter usufruire di servizi moderni e innovativi, come quelli proposti da un gran numero di fornitori.

  

La ricerca della convenienza
 

Entro la metà del 2019 è prevista la completa liberalizzazione del mercato dell'energia. Questo significa che entro quella data un gran numero di famiglie dovranno procedere alla scelta di un fornitore di luce e gas parte del libero mercato. Ad oggi, le statistiche ISTAT parlano di circa un 80% di famiglie italiane che, pur conoscendo le offerte convenienti del libero mercato, sono rimaste ancorate al Servizio di Maggior Tutela. Per questo motivo, soprattutto in vista della piena liberalizzazione, le diverse società di fornitura offrono prezzi, tariffe e servizi mediamente più convenienti rispetto a quelli che si possono avere se si ha un contratto con il Servizio di Maggior Tutela. Per garantire una piena concorrenza, i diversi fornitori propongono pertanto tariffe differenti tra di loro non solo per quanto riguarda i prezzi, ma anche le tipologie di contratto, in modo tale da poter sempre garantire alla clientela la possibilità di trovare offerte in grado di soddisfare le differenti esigenze dei clienti. 

Ad esempio, molti fornitori propongono tariffe a prezzo bloccato per dodici o ventiquattro mesi, per assicurare i propri clienti contro l'incremento dei prezzi del mercato. Altri, offrono esclusivamente fatturazioni online e modalità di pagamento tramite domiciliazione bancaria, per garantire un ulteriore risparmio sulla stampa e l'invio delle bollette a casa. Ancora, grazie alle moderne tecnologie e alle app da scaricare sui dispositivi mobili, alcuni fornitori permettono ai clienti di controllare in ogni momento i propri consumi in modo da regolarsi nel caso questi risultassero più elevati delle aspettative. 

Sempre nell'ambito della convenienza, va infine sottolineato che alcuni consumatori possono trovare conveniente decidere di passare a tariffe green per assicurare il proprio contributo al rispetto per l'ambiente. Va però sottolineato che spesso le tariffe green sono tra le meno economiche sul mercato. 
 

Come scegliere le tariffe più convenienti
 

Per avere la certezza di scegliere effettivamente delle tariffe convenienti per la luce e il gas , come sottolineato per prima cosa è necessario conoscere i propri consumi e le proprie esigenze. Una volta compresi questi due parametri si potranno confrontare le diverse proposte di tariffe regolarmente presentate sui siti comparatori di tariffe. I migliori siti comparatori, infatti, assicurano sempre tariffe e promozioni aggiornate, permettendo così ai consumatori di poter selezionare tra le offerte che meglio si adattano alle proprie necessità, ossia risultano più convenienti per il loro tipo di consumi. Bisogna naturalmente fare sempre attenzione, quando si prendono in considerazione le diverse tariffe, a controllare non solo il prezzo della materia prima, ma anche eventuali limiti di consumo. Molte tariffe e promozioni, infatti, sono valide solo per consumi sopra o sotto una determinata soglia, per cui è importante avere la certezza di rientrare in quel profilo prima di sottoscrivere quel particolare tipo di contratto.