INCENTIVI AUTO ELETTRICHE

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec
I FORNITORI DI ENERGIA ELETTRICA RINNOVABILE IN ITALIA IDROGENO: CHE COS'È LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLA PROPRIA ABITAZIONE INCENTIVI AUTO ELETTRICHE COME FUNZIONANO I PANNELLI FOTOVOLTAICI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO: GUIDA ALLA SCELTA RISPARMIARE ENERGIA: ECCO COME FARE AUTO ELETTRICHE PRO E CONTRO QUALI SONO LE FONTI DI ENERGIA IDRAULICA QUALI SONO LE FONTI RINNOVABILI CLASSICHE LE POLITICHE ENERGETICHE DEL NOSTRO PAESE EFFICIENZA ENERGETICA CASA: È POSSIBILE MIGLIORARLA? INCENTIVI PANNELLI SOLARI: COME SI OTTENGONO? QUALI SONO LE FONTI RINNOVABILI NUOVE IL FOTOVOLTAICO IN ITALIA: PROFILO DELLA SITUAZIONE ATTUALE, DELLA PRODUZIONE E DEI CONSUMI EFFICIENZA ENERGETICA: PERCHÉ È IMPORTANTE QUALI IMPATTI AMBIENTALI HANNO LE FONTI RINNOVABILI? SCAMBIO SUL POSTO: COME FUNZIONA PANNELLO FOTOVOLTAICO: COME SCEGLIERLO? CLASSE ENERGETICA CASA: COSA SI INTENDE? EOLICO DOMESTICO 2020 L’AUTORITÀ DI REGOLAZIONE PER ENERGIA RETI E AMBIENTE ARERA: COS’È E QUALI SONO LE SUE COMPETENZE FOTOVOLTAICO: COME FUNZIONA? ATTESTATO PRESTAZIONE ENERGETICA: COME OTTENERLO? FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO: GLI INTERVENTI INCENTIVATI DALL'ECOBONUS 2020 ENERGIE RINNOVABILI: QUALI SONO E PERCHÉ SCEGLIERLE IMPIANTO FOTOVOLTAICO: CONVIENE? DIAGNOSI ENERGETICA: DI COSA SI TRATTA E CHI PUÒ FARLA PRO E CONTRO DELLE BIOMASSE INVERTER FOTOVOLTAICO TEGOLE FOTOVOLTAICHE: COME SCEGLIERLE IMPIANTO FOTOVOLTAICO: DA COSA DIPENDE IL RENDIMENTO? COGENERAZIONE: COS’È E COME FUNZIONA ENERGIA IDROELETTRICA IL GAS NATURALE: CARATTERISTICHE, COSTI E PRINCIPALI UTILIZZI INSEGUITORE SOLARE GUIDA AL FOTOVOLTAICO CARBON FOOTPRINT ENERGIA EOLICA ENERGIA SOLARE TERMICA ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI: COS'È? PANNELLI FOTOVOLTAICI: LE TIPOLOGIE IMPRONTA ECOLOGICA: COME CALCOLARLA E I CONSIGLI PER RIDURLA ENERGIA MAREOMOTRICE IL GENERATORE EOLICO L'AEEGSI DIVENTA ARERA, AUTORITÀ DI REGOLAZIONE PER ENERGIA RETI E AMBIENTE ARCHIVIAZIONE BOLLETTE: QUANTO TEMPO BISOGNA CONSERVARE LE RICEVUTE DI PAGAMENTO? Comunità energetiche rinnovabili: cosa sono e come funzionano le REC ENERGIA SOLARE CERTIFICAZIONE ENERGETICA: QUANTO COSTA? ENERGIA GREEN IN EUROPA: QUAL È LA SITUAZIONE DEGLI ALTRI PAESI? LO SMALTIMENTO DI PANNELLI FOTOVOLTAICI TUTTI I COSTI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO 6 KW: I PREZZI PER TIPOLOGIA IMPATTO AMBIENTALE DEL CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RISPARMIO ENERGETICO: CHE DIFFERENZA C'È? PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI: COME FUNZIONANO? MICROMOBILITÀ ELETTRICA I COSTI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 4 KW: PREZZI, TIPOLOGIE E DETRAZIONI FOTOVOLTAICO CON ACCUMULO ENERGIA EOLICA: LA SITUAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA ETICHETTA ENERGETICA DI SISTEMA: COME FUNZIONA MOBILITÀ ELETTRICA COSTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO GESTORI ENERGIA ELETTRICA A CONFRONTO TRANSIZIONE ENERGETICA RICARICA AUTO ELETTRICHE ENERGIA SOSTENIBILE SOLARE TERMODINAMICO A CONCENTRAZIONE L'ANDAMENTO DELLE RINNOVABILI IN ITALIA TEMPO DI RICARICA AUTO ELETTRICHE EFFICIENTAMENTO ENERGETICO: COS'È

Acquistare un’auto elettrica significa investire nel futuro della mobilità sostenibile, assicurandosi un mezzo che potrà essere utilizzato per molto tempo senza che diventi obsoleto e, al tempo stesso, permetta di dare il proprio contributo all’ambiente. Per favorire l’acquisto di mezzi elettrici il Governo ha previsto una serie di agevolazioni, sotto forma di detrazioni fiscali, per i contribuenti che acquistano un’auto elettrica.

Incentivi regionali auto elettriche

Attraverso il Decreto Rilancio il Governo italiano ha deciso di rifinanziare un fondo destinato agli incentivi statali pari a 100 milioni di euro per il 2020 e ad un importo doppio per il 2021. Al tempo stesso sono stati predisposti degli incentivi per coloro che acquistano le auto con motori termici (diesel e benzina) Euro6. Accanto a questa prima tipologia di incentivi nazionali, le singole regioni del nostro Paese hanno stanziato delle agevolazioni per sostenere l’acquisto di mezzi elettrici, vetture green o a basse emissioni.

In particolare, la Lombardia è una delle prime regioni italiane che si è attivata per mettere a disposizione dei propri abitanti la possibilità di usufruire di incentivi per l’acquisto di vetture a basse emissioni. Per fare ciò ha creato un fondo da 18 milioni di euro, stanziato per i privati per il biennio 2019-2020. È opportuno ricordare che le sovvenzioni sono riservate ai residenti in Lombardia che a) rottamano la propria auto a benzina di classe Euro2 o diesel classe Euro5 o inferiori, b) acquistano un’automobile a basse emissioni di CO2 o elettriche (NoX). Il valore dell’incentivo è inversamente proporzionale alle emissioni di anidride carbonica che vengono prodotte dall’automobile acquistata:

Emissioni CO2

Emissioni NOx

Valore incentivo

0 g/km

0 mg/km

8.000 €

Da 0 a 60 g/km

≤ 60 mg/km

6.000 €

≤ 85,8 mg/km

5.000 €

≤ 126 mg/km

4.000 €

Da 60 a 95 g/km

≤ 60 mg/km

5.000 €

≤ 85,8 mg/km

4.000 €

≤ 126 mg/km

3.000 €

Da 95 a 130 g/km

≤ 60 mg/km

4.000 €

≤ 85,8 mg/km

3.000 €

≤ 126 mg/km

2.000 €

 

La città di Milano, attenta al tema della mobilità elettrica, offre la possibilità ai propri cittadini di godere di uno speciale incentivo che può essere cumulato a quello statale (Ecobonus). In base alla vettura acquistata è possibile richiedere un incentivo differente, cioè coloro che acquistano un’auto elettrica possono avere diritto o ad un bonus pari a 9.600€ o ad un contributo di un valore pari al 60% del costo totale.

Tra le iniziative regionali più vantaggiose per i consumatori si ricorda quanto promosso dal Piemonte: per favorire l’acquisto di auto elettriche, la regione ha creato uno specifico fondo al quale possono accedere le piccole e medie imprese. Lo scopo è quello di offrire al tessuto imprenditoriale piemontese la possibilità di rinnovare il parco auto aziendale, favorendo la rottamazione di mezzi a benzina Euro1 e diesel fino a Euro4. Il valore dell’incentivo può variare in base alla tipologia di veicolo acquistato e, per coloro che comprano un’auto elettrica, può variare dai 6.000€ ai 10.000€.
 

Incentivi auto elettriche disabili

Secondo quando stabilito dalla Legge di conversione n.57 del 19 dicembre 2019, è stata confermata l’IVA al 4% per i consumatori affetti da disabilità che acquistano un’auto elettrica.

Per poter accedere all'agevolazione è necessario che la vettura elettrica sia di cilindrata pari o inferiore a 150kW.

Per completezza è opportuno ricordare che la medesima agevolazione è riservata anche a coloro che acquistano un’auto ibrida a benzina e diesel con il limite di 2.000cm3: in tal modo risultano pertanto escluse le auto di grossa cilindrata.

Incentivi auto elettriche e ibride

All’interno del decreto rilancio (D.L. 34/2020) è stato inserito, in sede di conversione in legge, un nuovo ed ancora più favorevole incentivo per chi acquista l’auto elettrica fino a dicembre 2020; tali facilitazioni sono da intendersi in aggiunta e non in sostituzione all’Ecobonus previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

In particolare, l’art. 44, comma 1bis del Decreto stabilisce che possono beneficiare del Bonus non solo le persone fisiche, ma anche quelle giuridiche (società) che acquistano un veicolo nuovo di categoria M1 con emissioni non superiori a 110 h/Kg di CO2 nel periodo di tempo tra il 1° agosto 2020 e il 31 dicembre 2020. L’entità dell’agevolazione viene stabilita sulla base a) della quantità di anidride carbonica che viene emessa dalla vettura che si vuole acquistare e b) se il consumatore intende procedere con l’acquisto rottamando la vettura di cui è in possesso.

In caso di acquisto con rottamazione, il venditore può accordare uno sconto sull’acquisto a condizione che il proprietario voglia rottamare un veicolo immatricolato prima del 1°gennaio 2010 o comunque immatricolato almeno 10 anni prima dal nuovo acquisto; in questa eventualità il contributo statale viene stabilito - come segue - in base alle emissioni di anidride carbonica dell’auto nuova:

Emissioni di Co2 (g/Km)

Contributo Statale

 0 - 60

2.000€

61 - 90

1.750 €

91 - 110

1.5000 €

 

È opportuno sottolineare che, nel caso in cui il consumatore desideri rottamare una seconda auto di proprietà, egli può richiedere un ulteriore incentivo pari a 750€. Tale importo può essere investito nell’acquisto di una nuova auto, cumulandolo agli importi sopra descritti nella tabella o, in alternativa, essere utilizzato come credito per l’acquisto di una vettura entro 3 anni dalla data di emissione.

Nel caso in cui, invece, si volesse procedere con l’acquisto di un’auto nuova senza rottamazione, si può fare riferimento alla tabella che segue:

Emissioni di Co2 (g/Km)

Contributo Statale

 0 - 60

1.000 €

61 - 90

1.000 €

91 - 110

750 €

 

Possono richiedere questa agevolazione coloro che acquistano una vettura nuova con un massimo di 8 posti (escluso quello del conducente) e con un prezzo di listino inferiore a 61.000€ +iva, immatricolata 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021.

Pertanto, per poter stabilire l’entità dell’incentivo statale che si può ricevere comprando un’auto elettrica, è necessario considerare i consumi di anidride carbonica (in g/Km) della nuova vettura e la possibilità di rottamare la vecchia auto contestualmente all’acquisto di quella nuova a basse emissioni dannose.

 

Incentivi auto elettriche per aziende

Il decreto rilancio n.77/2020 ha aumentato i contributi statali previsti dalla legge di bilancio 2019 per l’acquisto di auto elettriche o ibride con emissioni di Co2 fino a 60g-km e introdotto nuovi incentivi auto dei quali possono usufruire anche le aziende.

Oltre alle sopra citate agevolazioni è opportuno ricordare che le aziende possono accedere anche al cosiddetto Ecobonus, che consente alle imprese di recuperare l’investimento compiuto per procedere con l’installazione di colonnine di ricarica per l’auto elettrica: grazie anche a questo genere di agevolazioni, un numero crescente di aziende italiane sta valutando di rinnovare il proprio parco auto, introducendo auto elettriche, finalmente competitive sia a livello di costi che di autonomia garantita.

LA TUA ENERGIA 100% GREEN.

Passa a Sorgenia e scopri l'offerta pensata su misura per te.

icona energia green

100% ENERGIA
DA FONTI RINNOVABILI

Paura dei rincari?  Con Next Energy 24 Luce&Gas blocchi il prezzo dell'energia per 24 mesi e hai 80€* di Buono Regalo Amazon.it
card amazon

Ancora per:

 
1635011421
2021-10-23 19:50:21

2021-10-24 00:00:00

* Restrizioni applicate. Vedere dettagli su: amazon.it/gc-legal Per ottenere il Buono Regalo Amazon.it, entro 90 giorni dalla sottoscrizione, verrà inviato via mail un codice da convertire su https://iltuoregalosorgenia.idea-shopping.it/welcome. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
ENERGIA EOLICA: LA SITUAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA

La crescita del comparto dell' energia eolica negli ultimi anni è accertata in modo incontrovertibile. A che punto è l'avanzamento dell'energia eolica in Italia e in Europa?

Leggi di più
PRO E CONTRO DELLE BIOMASSE

Le centrali di produzione dell'energia elettrica a base di biomasse stanno crescendo ovunque nel mondo. Esse presentano alcuni vantaggi, legati al ciclo di sfruttamento dei sottoprodotti agricoli e dei rifiuti biodegradabili e alla dispacciabilità. Tuttavia, non tutti sono favorevoli a questo tipo di fonte energetica, in considerazione dei motivi che esporremo a breve.

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore
logo sorgenia