BONUS LUCE E GAS:
ISEE E COME FUNZIONA

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec

Il Bonus sociale luce e gas è uno sconto in bolletta che è stato introdotto dal Governo e reso operativo grazie all’intervento dell'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) in collaborazione con i Comuni.

Questa agevolazione è stata introdotta per poter fornire un supporto economico alle famiglie con un reddito basso (bonus luce e gas per disagio economico) o che ospitano persone con patologie gravi che richiedono l’utilizzo di apparecchiature mediche alimentate ad energia elettrica (bonus luce per disagio fisico).
 

Bonus luce e gas isee

Fino al 31 dicembre 2020, per poter accedere al bonus luce e gas è necessario presentare la domanda presso il proprio Comune di Residenza o al CAF all’interno delle quale vengono esplicitati tutti i requisiti di cui si dispone per accedere al bonus. 

Dal momento che questa agevolazione, fatto salvo il caso del bonus luce per disagio fisico, è rivolta a coloro che hanno un reddito particolarmente contenuto è fondamentale presentare il proprio ISEE (indicatore della situazione economica equivalente), ossia un documento ufficiale all’interno del quale viene misurata la condizione economica dell’intestatario. È possibile richiederlo al proprio commercialista oppure recandosi presso uno sportello CAF, ossia uno dei centri di assistenza fiscale presente nel comune di residenza. 

È opportuno ricordare che possono richiedere il bonus sociale luce gli intestatari domestici di un contratto luce che rispondono ad almeno una delle caratteristiche che seguono: 
●    reddito ISEE fino a 8.265€;
●    famiglie numerose con almeno 4 figli a carico e un ISEE non superiore a 20.000€;
●    malati con patologie gravi che devono utilizzare apparecchiature mediche elettroniche (elettromedicali) indispensabili al mantenimento in vita. Es. respiratori; 
●    titolari del Reddito di cittadinanza o della Pensione di cittadinanza. 

Per quanto concerne il bonus sociale gas, le caratteristiche in termini di reddito sono simili: 
●    famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) e ISEE non superiore a 20.000€;
●    reddito ISEE non superiore a 8.265 euro;
●    titolari del Reddito di cittadinanza o della Pensione di cittadinanza.
Tuttavia, per ottenere il bonus sociale gas, è necessario che la classe del misuratore gas non sia superiore a G6: su questo punto è opportuno sottolineare che, usualmente, la maggior parte dei misuratori rientrano nella classe G4. 

Non è possibile richiedere lo sconto in bolletta nel caso in cui si utilizzi GAS metano o GPL in bombola in quanto l’agevolazione è prevista esclusivamente per coloro che sono allacciati alla rete cittadina del gas. 

La richiesta viene valutata da SGAte, il sistema informatico preposto alla gestione delle domande per il bonus luce e gas, e che valuta se accogliere o respingere la richiesta in base all’idoneità o meno rispetto a quanto previsto dalla normativa. 
Secondo quanto previsto da ARERA, il rinnovo del bonus sociale gas 2021 e del bonus sociale luce 2021 per disagio economico diventerà automatico.
 

Documenti per bonus gas e luce

Coloro che desiderano accedere al bonus luce e gas ancora per il 2020 per disagio economico è necessario presentare la domanda negli uffici preposti utilizzando i moduli indicati di seguito: 
●    modulo A, è scaricabile direttamente dal sito ARERA e deve essere compilato in tutte le voci richieste. Nel caso in cui l’utente faccia richiesta solo per il bonus luce o il bonus gas è sufficiente compilare uno dei due riquadri, altrimenti - nel caso li richieda entrambi - può        completare tutti e due i riquadri; 
●    attestato ISEE in corso di validità;
●    allegato CF per i componenti del nucleo familiare ISEE; 
●    nel caso in cui l’ISEE attesti un reddito compreso tra i 8.265€ e 20.000€ è necessario compilare l’allegato FN per il riconoscimento della famiglia numerosa; 
●    copia del documento di identità del richiedente;
●    nel caso in cui la domanda venga presentato da un delegato (ossia, non l’intestatario della fornitura) è necessario compilare e allegare anche l’allegato D
●    i titolari di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza devono indicare il numero di protocollo assegnato o attestazione utile a documentare la titolarità del richiedente del Reddito/Pensione di cittadinanza;
●    dati della fornitura quali codice POD e la potenza impiegata o disponibile del contatore per la richiesta del bonus luce fornitura elettrica; è sufficiente il codice PDR per la richiesta dell’agevolazione per la fornitura gas. 

Coloro che richiedono il bonus luce e gas per disagio fisico, devono inviare anche un certificato ASL che attesti i seguenti aspetti: 
●    indirizzo al quale l’apparecchiatura medica è installata; 
●    tipologia di apparecchiatura medica necessaria e le ore di utilizzo giornaliero;
●    necessità di utilizzare l’apparecchiatura medica per supporto vitale; 
●    la data a partire dalla quale deve essere utilizzata l’apparecchiatura stessa.

Dall’1 gennaio 2021, i cittadini che hanno le caratteristiche per poter richiedere il Bonus Luce e Gas per disagio economico non dovranno più presentare la documentazione sopra descritta presso i Comuni o i CAF: al contrario di quanto previsto per il 2020, il nucleo familiare richiedente dovrà presentare solo la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestato ISEE. 

Bonus gas e luce come funziona

Per poter godere del bonus luce e gas è fondamentale seguire la procedura e conoscere le modalità attraverso le quali viene erogato. In particolare, è possibile riassumere l’iter come segue: 
●    invio della domanda con la documentazione sopra descritta;
●    nel caso in cui la domanda venga accolta, si procede con l’erogazione del Bonus luce e gas in base alla tipologia di agevolazione richiesta.

Il bonus luce viene scontato direttamente nella bolletta elettrica o del metano, suddividendolo in più rate nel corso dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda. In questo modo ogni bolletta avrà uno sconto proporzionale al consumo del periodo al quale la bolletta si riferisce. 

Per quanto riguarda il bonus del gas, invece, le modalità di erogazione cambiano a seconda che si sia un cliente diretto o indiretto. In particolare: 
●    clienti diretti (ossia con un impianto gas autonomo): ricevono il bonus direttamente in bolletta, come accade per il bonus luce; 
●    clienti indiretti (ossia, con un impianto centralizzato): ricevono una specifica comunicazione da parte del Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle tariffe energetiche (SGAte) nella quale si notifica l’accettazione della domanda e la data di inizio dell’erogazione del bonus attraverso il bonifico. 

Per poter verificare lo stato di avanzamento della propria domanda è possibile recarsi personalmente negli uffici dove è stata fatta domanda, chiamare il numero verde 800.166.654 fornendo il codice fiscale o l’identificativo della richiesta o sul sito Bonus Energia nella sezione dedicata alla verifica online della pratica. Inoltre, quando la domanda è stata accolta, si riceve una specifica comunicazione in bolletta. 
 

Bonus luce per disagio fisico

Secondo quanto previsto da ARERA, i clienti domestici affetti da una grave malattia o quelli presso i quali viva un soggetto con queste problematiche di salute possono accedere al bonus luce. È opportuno sottolineare che il bonus luce per disagio fisico è cumulabile a quello economico, ed inoltre il bonus per disagio fisico può essere richiesto a prescindere dalla situazione economica. 

Il bonus luce per disagio fisico può essere erogato in tre livelli, in base a tre parametri: 
●    potenza contrattuale; 
●    apparecchiature elettromedicali salvavita; 
●    tempo giornaliero di utilizzo indicato.

L’importo viene calcolato in automatico, in base alle indicazioni presenti nella certificazione ASL: nel caso in cui la ASL non inserisca i dati necessari all’interno della casella relativa ai macchinari necessari e alle ore di impiego, il sistema assegna la fascia minima. 

Per l’anno 2020, le tre fasce - minima, media e massima - possono essere sintetizzate come segue: 

 

Fascia minima

Fascia media

Fascia massima

extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno)

fino a 600 kWh/anno

tra 600 e 1200 kWh/anno

oltre 1200 kWh/anno

fino a 3 kW

185€

305€

440€

 oltre 3 kW (da 4,5 kW in su)

433€

548€

663€

Una volta che la domanda del contribuente è stata accettata, il bonus viene erogato per tutta la durata del funzionamento delle apparecchiature: è infatti la comunicazione del cessato utilizzo dei macchinari ad interrompere questo tipo di agevolazione. 

Nel caso in cui si rendano necessarie nuove apparecchiature o si debbano utilizzare quelle già presenti per un numero maggiore di ore giornaliere è possibile richiedere l’adeguamento del bonus luce per disagio fisico: per farlo è sufficiente presentare il modulo B segnando la voce “variazione apparecchiature”. 
 

 

Bonus gas e luce quanto si risparmia

Per poter comprendere quanto si possa risparmiare grazie al bonus gas e luce è opportuno fare una distinzione in base al tipo di fornitura per la quale si è inoltrata la domanda. 

Per quanto riguarda il bonus energia elettrica per il disagio economico, l’ARERA stabilisce annualmente l’importo del bonus sociale che consente ai richiedenti di risparmiare fino al 20% al netto delle imposte sulla spesa presunta per la fornitura dell’energia elettrica per famiglia tipo. Tuttavia, è opportuno ricordare che il valore dello sconto aumenta al crescere del numero dei componenti della famiglia. A titolo esemplificativo, per il 2020, il bonus è come segue:
●    famiglie con uno o due componenti: 125€;
●    famiglie con tre o quattro componenti: 148€;
●    famiglie con oltre quattro componenti (famiglie numerose): 173€. 

Il Bonus sociale per il gas, invece, consente a chi ne usufruisce di risparmiare fino al 15% al netto delle imposte sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale. In questo caso, ARERA differenzia l’erogazione del bonus in base a: 
●    utilizzo del gas, ove le alternative sono solo cottura cibi e acqua calda, oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme; 
●    residenti nel nucleo familiare ISEE; 
●    zona climatica di residenza che determina il fabbisogno energetico; 

Prima di fare domanda, è possibile calcolare l’importo del bonus gas per il Comune di residenza sul sito di ARERA. 

In conclusione, è opportuno ricordare che il bonus luce e gas è disponibile non solo per gli utenti in regime di maggior tutela, ma anche per coloro che già hanno aderito al MERCATO  LIBERO. Inoltre, il bonus richiesto per il disagio economico è cumulabile con quello richiesto previsto per chi si trova in gravi condizioni di salute: questo significa che il contribuente può presentare la doppia domanda e godere della doppia agevolazione, purché sia in possesso dei requisiti necessari. 
 

Il presente testo è aggiornato al 09/12/2020

LA TUA ENERGIA 100% GREEN.

Passa a Sorgenia e scopri l'offerta pensata su misura per te.

100% ENERGIA
DA FONTI RINNOVABILI

Con Luce&Gas puoi risparmiare fino a 150€* e hai 100€** di Buono Regalo Amazon.it
 
CALCOLA PREVENTIVO o Chiamaci Gratis 
800 920 960
1618837433
2021-04-19 15:03:53

2021-04-20 00:00:00

*Risparmio annuo per Luce&Gas calcolato il 06/04/2021, per una famiglia tipo residenziale (potenza pari a 3kW, consumo medio pari a 2700 kWh/annui (energia) e 1400 sm3/annui (gas), sito nel comune di Milano e ipotizzando uguale consumo in ogni ora del giorno, come differenza tra la media della stima della spesa annua relativa a tutte le offerte contenute nel Portale Offerte di Acquirente Unico (www.ilportaleofferte.it/) e la stima della spesa annua relativa all’offerta Next Energy di Sorgenia.

** Restrizioni applicate. Vedere dettagli su: amazon.it/gc-legal Per ottenere il Buono Regalo Amazon.it, entro 90 giorni dalla sottoscrizione, verrà inviato via mail un codice da convertire su https://iltuoregalosorgenia.idea-shopping.it/welcome. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
BONUS GAS COME RICHIEDERE IL BONUS SOCIALE

Il bonus gas è uno sconto sulla bolletta che viene concesso a tutti quelli che risultano essere in possesso di requisiti specifici come il valore ISEE.

Leggi di più
BONUS LUCE E GAS: ISEE E COME FUNZIONA

Il bonus sociale è uno sconto sulla bolletta che viene concesso a tutti quelli che risultano essere in possesso di requisiti specifici come il valore ISEE.

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore