INSTALLAZIONE DEI TERMOSIFONI E DETRAZIONE FISCALE

STAI CERCANDO UN'OFFERTA?
Seleziona la
tua fornitura
SCADE TRA
11:ore
58:min
22sec

L’installazione dei termosifoni nuovi può costituire un’importante miglioria all’interno di un immobile, soprattutto se - contestualmente - si procede con la ristrutturazione dell’intero ambiente domestico. Per incentivare e agevolare questo tipo di attività, sono previste differenti detrazioni fiscali che consentono di recuperare una parte o l’intero investimento sostenuto. 

Detrazione termosifoni 2021

Per poter migliorare le performance energetiche della propria abitazione è possibile mettere in atto una serie di migliorie che, oltre a consentire di beneficiare di un ambiente energeticamente più efficiente, garantisce un cospicuo risparmio economico. In particolare, quando si decide di modificare l’impianto di termoregolazione domestico e di sostituire i termosifoni è possibile recuperare parte dell’investimento sostenuto usufruendo delle detrazioni fiscali previste dal Governo. In particolare, a seconda che si proceda con la ristrutturazione o meno dell’immobile, il contribuente può godere di una detrazione IRPEF del 50% o del 110%. 

Sostituzione termosifoni detrazione fiscale 2021

La sostituzione di termosifoni rientra nelle agevolazioni previste per il Bonus Mobili , che prevede una detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di radiatori elettrici destinati ad arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione è stata prorogata dalla Legge di Bilancio anche per gli acquisti del 2021, ma può essere richiesto solamente da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia cominciato non prima dell’1 gennaio 2019. 

La detrazione può essere ottenuta indicando le spese sostenute nel modello 730 o nella dichiarazione dei redditi. Per poter godere dell'agevolazione è indispensabile realizzare un progetto di ristrutturazione edilizia associato all’installazione dei radiatori elettrici nuovi. Al tempo stesso, la detrazione spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad arredare un ambiente diverso dallo stesso immobile oggetto dell’intervento edilizio.

Per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione
preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di
ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

A prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione dell’immobile, la detrazione del 50% deve essere calcolata su un importo massimo di 10.000€ e suddivisa in 10 quote annuali di pari importo. 
 

Acquisto termosifoni: detrazione fiscale

L’acquisto di termosifoni consente di accedere alla detrazione IRPEF del 50% del costo sostenuto fino ad un massimo di 96.000€ (considerato il tetto massimo). Per comprendere meglio l’entità della detrazione è opportuno fare un esempio: gli utenti che sostengono una spesa pari a 96.000€ per l’acquisto di termosifoni possono detrarre, in dichiarazione dei redditi, il 50% dell’importo pari a 48.000€. Si ricorda che, l’acquisto di termosifoni, non trattandosi di un intervento legato al bonus ristrutturazioni, non prevede la dichiarazione ENEA relativa ai lavori svolti in ambito domestico. 

È fondamentale, quindi, distinguere in maniera precisa le detrazioni previste per la sostituzione di un termosifone, da quelle predisposte per l’installazione delle valvole termostatiche, ossia un sistema di termoregolazione che viene installato ad un radiatore già esistente. Questa attività rientra nel SuperBonus al 110% che viene concesso anche per tutti gli interventi di adeguamento dei sistemi di riscaldamento e di regolazione del calore domestico. 
 

Ecobonus termosifoni

Il Decreto Rilancio ha istituito l’Ecobonus, ossia una serie di agevolazioni fiscali per gli interventi che hanno lo scopo di migliorare le prestazioni energetiche di un immobile. Secondo quanto stabilito dall’Agenzia delle Entrate, nel caso in cui l’installazione di termosifoni sia svolta insieme ad altre attività che migliorano l’appartamento dal punto di vista energetico, è possibile applicare la detrazioni al 110%, anziché il 50%.  

Il Super Bonus è valido per le spese sostenute dall’1 luglio 2020 al 30 giugno 2022. Rientrano nell’agevolazione gli interventi in ambito di efficienza energetica e queste si aggiungono alle detrazioni previste per il recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici. Si ricorda che è possibile godere di questa facilitazione in diverse forme: 
●    fruizione diretta della detrazione attraverso la detrazione IRPEF in 5 rate annuali di pari importo;  
●    sconto in fattura praticato dai fornitori dei beni i servizi; 
●    cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. 
 
Pertanto, coloro che sostituiscono i termosifoni e contestualmente eseguono dei lavori che migliorano le prestazioni energetiche dell'immobile - ad esempio, procedendo con la sostituzione della caldaia - possono recuperare il 110% dell’importo investito. 

È opportuno ricordare che la sostituzione dei termosifoni a livello domestico consente di godere di numerosi vantaggi dal punto di vista energetico e in bolletta. In particolare, l’ottimizzazione dell’impianto di termoregolazione di un immobile permette di ridurre i costi in maniera significativa e l’ottimizzazione le fonti di energia impiegate: non bisogna quindi sottovalutare la possibilità di migliorare l’impianto di riscaldamento e raffreddamento domestico dal momento che - a fronte di un investimento inizialmente oneroso - è possibile recuperare l’intero importo e beneficiare di un maggiore comfort abitativo. Si ricorda, peraltro, che nel caso in cui si desideri creare un impianto domotico domestico, sarà possibile anche regolare a distanza l’illuminazione e controllare i consumi attraverso un’applicazione per smartphone. 
 

Bonifico detrazione fiscale termosifoni

Per poter godere delle agevolazioni fiscali previste per l’acquisto e l’installazione dei termosifoni è necessario che le modalità di pagamento adottate rispettino quanto previsto dalla Normativa. In particolare, è opportuno ricordare che: 
●    i contribuenti non titolari di reddito di impresa possono effettuare il pagamento tramite bonifico bancario o postale; 
●    i contribuenti titolari di reddito di impresa sono esonerati dal pagamento tramite bonifico bancario o postale. In questo secondo caso la prova delle spese può essere sostituita da un'idonea documentazione quale, ad esempio, lo scontrino d’acquisto. 

È opportuno ricordare che all’interno del bonifico bancario è necessario che siano indicate la causale di pagamento con indicazione degli estremi della norma agevolata, il codice fiscale/la partita iva del beneficiario della detrazione. Nel momento in cui viene effettuato il bonifico, gli istituti di pagamento (banche, Poste italiane) devono operare una ritenuta dell’8% a titolo dell’imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori. 

In ogni caso, è opportuno conservare tutta la documentazione relativa all’acquisto e in particolare: 
●    ricevuta del bonifico;
●    ricevuta dell’avvenuta transazione per i pagamenti con carta di credito o di debito; 
●    documentazione di addebito sul conto corrente;
●    fatture di acquisto dei beni che portino la natura, la qualità e la quantità dei beni acquistati. 

Il presente testo è aggiornato al 7 Aprile 2021.

LA TUA ENERGIA 100% GREEN.

Passa a Sorgenia e scopri l'offerta pensata su misura per te.

100% ENERGIA
DA FONTI RINNOVABILI

Paura dei rincari? Con Next Energy 24 Luce e Gas hai prezzo bloccato 24 mesi e 50€* di Buono Regalo Amazon.it
 
CALCOLA PREVENTIVO o Chiamaci Gratis 
800 920 960800 979 800
1627825868
2021-08-01 15:51:08

2021-08-02 00:00:00

* Restrizioni applicate. Vedere dettagli su: amazon.it/gc-legal Per ottenere il Buono Regalo Amazon.it, entro 90 giorni dalla sottoscrizione, verrà inviato via mail un codice da convertire su https://iltuoregalosorgenia.idea-shopping.it/welcome. Per maggiori informazioni leggi regolamento.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.
BONUS LUCE: COS'È E COME RICHIEDERE IL BONUS SOCIALE

Scopri quali sono le procedure per richiedere correttamente il bonus sulla bolletta dell’energia elettrica.

Leggi di più
RISPARMIO ENERGETICO

Il risparmio energetico consente di risparmiare denaro poiché abbassa il costo della bolletta elettrica, ma soprattutto è un bene per l’ambiente.

Leggi di più
Hai altre domande? Chiedi al nostro consulente
operatore
logo sorgenia