La presenza di corrente elettrica e gas nelle nostre case è un elemento di assoluta necessità per tante delle nostre attività quotidiane. Si tratta a tutti gli effetti di beni di prima necessità di cui non è possibile fare a meno: questo fa sorgere l'esigenza di individuare le offerte migliori presenti sul libero mercato, visto che la spesa per luce e gas incide in maniera rilevante sulle nostre finanze e sui nostri bilanci familiari. Scegliere una proposta non adatta alle nostre esigenze e alle nostre abitudini di vita può determinare uno spreco di risorse che andrebbe in ogni modo evitato. Non è sempre semplice, però, individuare la compagnia e l'offerta più adatte alle nostre esigenze, ma un'attenta analisi delle nostre abitudini e degli elementi di costo ci permette di fare una valutazione precisa e di fare le scelte giuste.
 

Scegliere la tariffa migliore
 

Prima di tutto, è necessario sapere che ci sono degli elementi sui quali vengono calcolati i costi che andiamo a pagare per la fornitura casalinga di gas e luce: stiamo parlando dei consumi effettivi, della capacità dell'impianto elettrico, dei costi standard per Kilowatt o per metro cubo di gas e delle imposte stabilite sui consumi. Oltre a questi elementi, però, ci sono anche altri aspetti che incidono in bolletta. Si tratta del margine di guadagno che l'azienda fornitrice intende realizzare sulla nostra fornitura e delle condizioni per la fornitura stessa. Ad esempio, è necessario considerare se nelle offerte che abbiamo a disposizione dobbiamo o meno pagare per i servizi quali trasporto e distribuzione. Se guardiamo invece alle offerte più adatte al nostro stile di vita, la possibilità è quella di scegliere tra le tariffe biorarie, che comportano prezzi più bassi in determinate fasce orarie e più alte nelle altre fasce, e le tariffe monorarie, in cui il prezzo non oscilla a seconda dell'ora o del giorno. Un altro discrimine importante è quello tra le offerte a prezzo fisso e quelle, invece a prezzo indicizzato. Nel primo caso, il prezzo a metro cubo o Kilowatt è bloccato per un periodo di tempo, che viene stabilito in fase contrattuale. Nel secondo caso, invece, il prezzo oscilla con il variare del mercato: può abbassarsi, ma può anche salire, come è accaduto in passato. Alcune compagnie fornitrici di luce e gas propongono solo una delle tipologie - a prezzo bloccato o indicizzato - mentre altre propongono soluzioni rientranti in entrambe le categorie.
 

I vantaggi della tariffa a prezzo fisso
 

Al fine di ottenere una maggiore tutela ed evitare la presenza di sorprese spiacevoli in bolletta, la tariffa a prezzo fisso è senza dubbio da preferirsi. In effetti, nel passato ci sono stati periodi che hanno visto un aumento importante dei costi di luce e gas: i clienti che scelgono la tariffa bloccata si mettono al riparo da oscillazioni talvolta imprevedibili e si garantiscono un costo bloccato per un periodo di tempo abbastanza lungo, di solito un anno o due. Alcune compagnie bloccano il prezzo anche per tre anni. Le compagnie che offrono proposte a prezzo bloccato sono numerose: da Green Network Energy a Edison, da Enel a Eni Gas e Luce, per arrivare ad AGSM fino ad Axopower, che propongono tariffe più o meno convenienti a prezzo fisso. Anche Sorgenia, compagnia emergente in questi ultimi anni, propone una interessante tariffa monoraria a prezzo bloccato per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica. Sono previsti sconti e bonus per chi attiva il servizio entro una certa data o porta un amico in Sorgenia. Per quanto riguarda, invece, la fornitura di gas, anche in questo caso sul libero mercato è possibile individuare delle buone offerte a prezzo bloccato. Edison, Heracomm, Enel e Gas Natural Vendita, oltre a Eni e AGSM, Engie e Wikiwi, offrono proposte per il gas a prezzo fisso. Per quanto riguarda Sorgenia, anche in questo caso sono previsti - oltre a una tariffa di sicuro interesse - anche sconti e bonus, che diventano ancora più cospicui nel caso in cui si attivino contemporaneamente sia il contratto per la fornitura di luce sia quello per la fornitura di gas. Le tariffe a prezzo fisso sono da preferirsi in un periodo in cui i costi di elettricità e gas sono in crescita, per garantirsi la tranquillità di pagare quanto stabilito e non essere soggetti alle oscillazioni dei mercati e delle autorità preposte. Le normative vigenti hanno semplificato le procedure richieste per cambiare operatore. Al momento, il cambiamento di operatore è libero e non serve alcuna disdetta formale, né sono previsti costi per la disattivazione: è infatti sufficiente stipulare un contratto con una nuova compagnia per annullare quello precedente, a meno che non siamo in presenza di condizioni contrattuali particolari, che devono sempre essere controllate con attenzione. Per garantirsi il risparmio in bolletta, è poi necessario il confronto approfondito di tariffe e promozioni, al fine di trovare la soluzione giusta per le nostre esigenze.

 

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.