Con l'introduzione del libero mercato dell'energia elettrica, sempre più spesso si sente di consumatori che hanno l'esigenza di cambiare fornitore perché interessati ad offerte più convenienti proposte da aziende concorrenti a quella con la quale si è stipulato inizialmente il contratto. Il passaggio da un fornitore a un altro non è un processo complesso ma avviene in maniera molto semplice anche se, come si può immaginare, sono necessari una serie di documenti e dei tempi tecnici, che permettono di effettuare il passaggio di fornitore senza problemi e soprattutto senza che venga staccata la corrente. Va subito sottolineato che quando si cambia fornitore non si cambia invece il distributore, ossia la società incaricata di fare arrivare la corrente all'utenza: per questo motivo il passaggio da una società di fornitura a un'altra può avvenire senza interruzione di energia elettrica. Le modalità di passaggio, ossia la documentazione e i tempi massimi necessari per effettuare il cambio di fornitura, sono definiti dall'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (l'ARERA). Questa struttura di controllo ha strutturato le richieste di passaggio in modo tale da garantire procedure rapide e, soprattutto, la massima trasparenza nei diversi passaggi. In ogni momento, quindi, il cliente può conoscere quale sia lo stato di avanzamento della propria richiesta e quali i tempi prima che essa venga completata. Tra i diversi parametri che hanno permesso la velocizzazione delle pratiche vi è sicuramente anche la possibilità di fare richiesta di cambiamento di fornitore direttamente online. In tal modo il consumatore avrà la possibilità di fare richiesta in qualsiasi momento del giorno e della notte o anche durante i giorni festivi evitando di doversi recare presso i punti informazione del fornitore con il quale vuole stipulare il nuovo contratto. Fare il passaggio di fornitura online è quindi un sistema veloce e sicuro per risparmiare non solo dal punto di vista economico scegliendo un fornitore più conveniente, ma anche dal punto di vista del proprio tempo. 
 

Come effettuare il passaggio di fornitore luce online
 

Per poter effettuare correttamente il passaggio di fornitore di luce online per prima cosa è necessario decidere a quale nuovo fornitore di servizi energetici ci si vuole affidare. La ricerca può richiedere un po' di tempo e va effettuata tenendo conto delle proprie esigenze ed abitudini energetiche. Va sottolineato che in questa fase, oltre a utilizzare i siti comparatori di tariffe, può essere interessante controllare con attenzione anche i singoli siti dei fornitori. Si potrà scoprire che alcune nuove società di fornitura di elettricità operano esclusivamente online offrendo contratti molto interessanti.  Bisogna poi ricordare che per cambiare fornitore di energia elettrica ci si deve rivolgere esclusivamente al nuovo fornitore che, una volta ricevuti i documenti richiesti, si preoccuperà di effettuare le comunicazioni necessarie al fornitore precedente. Il cliente, quindi, non dovrà inviare nessuna comunicazione al vecchio fornitore nè dovrà pagare per il passaggio che è completamente gratuito. L'unico costo che può essere addebitato è una cauzione, che verrà restituita o scalata dall'ultima bolletta in caso di nuova variazione di fornitore.  Quando si effettua il cambio di società fornitrice online, ci si dovrà registrare al sito internet del nuovo fornitore e cliccare sull'opzione che permette di aprire un nuovo contratto. Nei vari campi obbligatori saranno richieste tutte le informazioni necessarie per l'apertura di un nuovo contratto e verrà richiesto se tale contratto è per una nuova fornitura o per un cambio di fornitore. In tal caso si dovranno fornire ulteriori informazioni relative al contatore e al fornitore che si intende lasciare.  Attenzione a valutare se il contratto che si sta stipulando online prevede esclusivamente i pagamenti tramite RID e fatturazione elettronica oppure se sarà possibile pagare anche tramite bollettino. Il primo caso è sicuramente più conveniente per risparmiare tempo e denaro. Tuttavia, quanti non hanno un conto in banca o comunque preferiscono pagare in altre modalità devono necessariamente stipulare contratti che permettono anche altri modi di pagamento. 
 

Tempi e documentazione
 

Una volta inviata la domanda per il passaggio di fornitura , anche se questa viene effettuata online, è necessario attendere un certo periodo di tempo perché venga espletato tutto il passaggio. La tempistica è regolata dall'ARERA che ha previsto un tempo minimo di un mese e uno massimo di due mesi prima che tutte le procedure tecniche e burocratiche possano essere espletate. Affinché il passaggio possa avvenire in maniera corretta, infatti, il nuovo fornitore dovrà comunicare il recesso all'azienda di fornitura con la quale il cliente aveva il contratto. Inoltre dovrà raccogliere e controllare tutta la documentazione necessaria per completare la pratica in maniera trasparente. Il completamento della procedura prevede infine un'ultima lettura da parte del vecchio fornitore che potrà così emettere la fattura finale per il conguaglio alla quale andrà sottratto l'eventuale deposito cauzionale pagato dal cliente alla stipula del contratto.
 

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.