Spesso per un utente trovare l’offerta energetica più adatta tra le numerose presenti nel mercato è un’operazione abbastanza complicata.

Dopo la liberalizzazione del mercato dell’energia, avvenuta nel 2007, confrontare tutti i fornitori attivi richiede molto tempo e orientarsi tra tutte le offerte luce e gas appare difficoltoso per buona parte dei consumatori.

Al mercato libero si oppone il Servizio di Maggior Tutela. Di cosa si tratta?

Il Servizio di Maggior Tutela è un’alternativa al mercato libero dell’energia: è un’opzione che garantisce al consumatore l’erogazione di energia elettrica e gas alle condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente o ARERA.  Affidandosi al Servizio di Maggior Tutela nessun consumatore deve più scegliere o preferire una specifica offerta, poiché la tariffa all’utente finale varia in base alle fluttuazioni di prezzo stabilite dall’Autorità.

Al momento, in Italia i due tipi di mercato dell’energia - il mercato libero e il mercato tutelato - coesistono, ma nel 2020 il secondo scomparirà. Il progetto è quello di lasciare spazio a un mercato completamente libero; pertanto, a tutti gli attuali clienti del mercato tutelato verrà richiesto di effettuare il passaggio al mercato libero.

Servizio maggior tutela: cos’è

Cos’è il mercato tutelato energia? Il Servizio di Maggior Tutela è l’opzione contrapposta al Mercato Libero ed è riservato a quegli utenti che, non avendo mai effettuato una scelta tra i fornitori presenti sul mercato, hanno preferito agganciarsi alle tariffe scelte dall’ARERA.

Questo particolare servizio è rivolto alle utenze domestiche, alle utenze per usi diversi dall’abitazione, cioè imprese, o per illuminazione pubblica.

Per richiedere il Servizio di Maggior Tutela, le imprese devono essere connesse in bassa tensione, contare un team di massimo 50 dipendenti e un fatturato annuo che non supera i 10 milioni di euro.

Per ciascuna zona geografica, Il servizio di Maggior Tutela è affidato a un operatore, che è generalmente rappresenta il distributore di zona. Di seguito i fornitori attivi nel Mercato Tutelato:

  • Enel, uno dei principali fornitori di energia elettrica in Italia, rappresenta anche uno dei maggiori distributori, possedendo oltre l’85% delle reti presenti sul territorio italiano;
     
  • Acea che, tramite la società Areti, distribuisce energia elettrica soprattutto a Roma e nel Lazio;
     
  • A2A è presente nelle province di Milano e Brescia, nelle zone del Lago di Garda e della Valsabbia;
     
  • Ireti S.p.A. gestisce in modo integrato la distribuzione di energia elettrica, gas e acqua sul territorio nazionale su Parma e Torino;
     
  • Inrete Distribuzione Energia S.p.A., costituito da Hera, distribuisce gas naturale ed energia elettrica principalmente in Emilia-Romagna e in Toscana.

Negli ultimi anni, nonostante l’apertura del mercato dell’energia, molte famiglie hanno mantenuto salda la loro scelta di affidarsi al mercato di maggior tutela, dove le tariffe sono soggette a una variazione periodica decisa dall’ARERA.

Differenze maggior tutela e mercato libero

La differenza principale tra il mercato libero e il mercato maggior tutela è il fatto che le tariffe di mercato sono determinate dalla concorrenza e possono variare in base alle oscillazioni dei prezzi, mentre le tariffe e le condizioni economiche legate al contratto maggior tutela vengono interamente decise dall’ARERA, Autorità dell’Energia. In questo modo, le categorie di consumatori più a rischio sono messe al riparo da possibili oscillazioni di mercato.

Il mercato tutelato, infatti, è affidato in esclusiva ad una sola società di vendita, in base al distributore locale di energia elettrica.

Abolizione servizio maggior tutela

Da luglio 2020 il processo di liberalizzazione del mercato dell’energia verrà completato e ciò provocherà l’abolizione del servizio di maggior tutela. In altre parole, non esisterà più il prezzo tutelato e regolamentato dall’autorità.

L’abolizione del mercato di Maggior Tutela obbligherà tutti gli utenti a rivolgersi agli operatori del mercato: ognuno dovrà per forza scegliere un fornitore e sottostare ai prezzi delle forniture proposti sul mercato. Il processo di liberalizzazione del mercato verrà in questo modo completato e grazie al Ddl Concorrenza, divenuto legge nell’agosto 2017, si darà vinta a un mercato libero più dinamico e a una concorrenza più forte tra i vari fornitori. Da ciò conseguirà una diminuzione dei prezzi per gli utenti.

Per evitare che i clienti finali si trovino impreparati e per accompagnare gli utenti del mercato tutelato verso quello libero, l’Autorità ha predisposto delle offerte dedicate, che rendono più

agevole il passaggio ormai obbligatorio.

La Tutela Simile riguarda solo le forniture di energia elettrica e nasce con l’obiettivo di dare ai clienti del tutelato la possibilità di provare un’offerta simile a quelle proposte dal mercato libero.

Le offerte PLACET, invece, sono particolari offerte che da marzo 2018 dovranno obbligatoriamente essere presenti nei cataloghi di tutti i fornitori. Esse sono considerate “ibride”, poiché hanno delle caratteristiche standard che le posizionano a metà tra il servizio di maggior tutela e il mercato libero.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 28 novembre 2019.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.