Luce e Gas Milano: quali sono i fornitori locali di energia elettrica e gas

Risparmia ora



Sapevi che chi risiede a Milano spende importi mediamente superiori per luce e gas rispetto a chi abita a Roma? Più una città è a nord, più è fredda e buia: anche pochi gradi di differenza nella temperatura esterna determinano un maggiore consumo di gas per riscaldare gli ambienti e portarli a un grado di calore accettabile.

A Milano si spende di più è vero... questo però non significa che non sia il caso di valutare una nuova offerta o un nuovo fornitore di gas ed energia elettrica. Confrontare la propria attuale fornitura con altri preventivi dà comunque l'opportunità di risparmiare qualcosa sulle bollette, di abbinare presso uno stesso fornitore (a Milano questo è possibile, si veda qui sotto) l'acquisto di luce e di gas o, se non altro, di aggiornare a prezzi di mercato i propri contratti. 

Cambiare fornitore per le utenze di luce e gas è piuttosto facile. Non si devono fare interventi in casa, non sono previste interruzioni di servizio e generalmente, il nuovo fornitore si occupa anche delle pratiche di disdetta nei confronti del vecchio.
 

Di che tipologia è il contratto in essere
 

Le statistiche delle compagnie elettriche mostrano che, nonostante la liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica e del gas, solo un terzo degli italiani ha scelto il proprio fornitore di mercato libero. Tutti gli altri hanno ancora contratti con i vecchi monopolisti. E' vero che questi contratti sono regolati da condizioni dette di "maggior tutela" e controllati dall'Autorità dell'Energia che ne assicura l'aderenza ai prezzi di mercato, ma sono standardizzati e, forse, non adatti a tutti gli utenti.
 

Quanto si paga in bolletta
 

Capire la quantità e le caratteristiche dei propri consumi aiuta a prendere consapevolezza delle proprie necessità e apre anche la strada per una revisione e razionalizzazione delle proprie abitudini. L'analisi della bolletta dovrebbe far comprendere quanto si paga per un Kw/h per ciascuna fascia di consumo e quanto per un Sm3 (un metro cubo standard) di gas.  Bisogna poi capire se il prezzo che viene addebitato per queste unità di misura è fisso o varia in funzione del prezzo di mercato. E, infine, valutare le caratteristiche della fornitura in generale: la modalità di pagamento previste ci soddisfano? preferiremmo una bolletta elettronica che non si perda tra le altre carte? dormiremmo meglio sapendo che l'energia che utilizziamo deriva solo da fonti rinnovabili? Valutare questi elementi sembra banale, ma non è raro che proprio in questa occasione qualcuno si renda conto che è perfettamente inutile far funzionare lavatrice e lavastoviglie durante la notte se il contratto luce prevede una tariffa monoraria, ovvero un prezzo identico indipendentemente dall'orario di consumo dell'energia!
 

Cosa si può scegliere nel mercato libero
 

La liberalizzazione del mercato consente ai cittadini di scegliere il fornitore che preferiscono, sia per la luce sia per il gas. Ma parliamo solo di fornitore, ovvero quel soggetto che vende l'energia al consumatore finale. Questo soggetto, chiunque sia, fornisce solo l'energia e, per farlo, si avvale della rete e degli strumenti (es. contatori, tubazioni, reti elettriche) che sono proprietà di altri soggetti, ovvero i distributori. Nella città di Milano, per l'energia elettrica il distributore è uno solo, Unareti Spa, che appartiene al gruppo A2A e che distribuisce anche gas. Per il gas ci sono altri 2 distributori a Milano: Italgas Reti e 2I Rete gas, a seconda delle zone e delle località. Il mercato libero consente di scegliere il proprio fornitore, non di cambiare il distributore.
 

Fornitori di energia elettrica e gas nella città di Milano

In una città come Milano ci permettiamo di consigliare agli utenti la scelta di un fornitore unico, che eroghi sia l'energia elettrica sia il gas, per un ulteriore risparmio in bolletta e per il vantaggio di semplificare la gestione contrattuale e fiscale. Ecco le migliori offerte luce e gas del momento che uniscono energia elettrica e gas.
 

  • A2A: è la seconda società in Italia nel settore elettrico e presta particolare attenzione all’ambiente e all'uso di risorse rinnovabili. Per la città di Milano offre due tariffe di fornitura abbinata: Prezzo chiaro A2A permette, con un contributo fisso mensile, di acquistare luce e gas al prezzo di costo e quindi di mercato; e Prezzo Sicuro Web+Gas che invece prevede un costo fisso per 12 mesi e opzioni di gestione del contratto online.
     
  • SORGENIA a Milano offre Next Energy Luce&Gas con un prezzo fisso e invariabile per 12 mesi e sconti e buoni acquisto presso esercenti convenzionati (es. Xbox, Chili cinema, Smartbox).
     
  • GELSIA offre MyDuetto Web che permette di scegliere sia una tariffa monoraria sia bioraria, permette tutta la gestione del contratto su web e assicura uno sconto dell'8% sul prezzo tutelato e garantito dall'Autorità per l'Energia. 
     
  • ENEL ENERGIA offre EnergiaSicura dual fuel, offre energia da fonti rinnovabili e un prezzo bloccato per entrambe le componenti, luce e gas. Ha inoltre un programma di raccolta punti con premi e sconti.
     

Soluzioni per risparmiare

La scelta di un'offerta migliore è il primo passo per controllare meglio i propri consumi che, in ogni caso, possono sempre essere rivisti e ridotti in alcuni casi. L'uso di lampade a LED, l'installazione di luci "temporizzate" che si spengono dopo 1 o 2 minuti, l'abitudine di spegnere alcune luci riducono il consumo di energia.  Ma non solo.. è possibile anche ridurre il consumo di gas con alcuni accorgimenti: installare termostati che spengano i caloriferi al raggiungimento della temperatura desiderata, chiudere il rubinetto dell'acqua calda mentre ci si insapona o utilizzare pentole della misura adatta al fornello e ridurre la dispersione di gas mentre si cucina che è, in media, il 40% di quello che viene erogato.
 

2017-12-06 00:00:01 now: 2017-12-14 11:02:30

16 dicembre 2017 in Piazza Castello. Milano Canta la sua Energia!