Perché conviene rivolgersi ad un solo fornitore di luce e gas per le proprie utenze?

Risparmia ora


Prima di capire perché convenga rivolgersi ad un solo fornitore per le utenze di luce e gas, è utile soffermarsi un momento sulla definizione di "tariffa dual". La tariffa dual, o meglio ancora: tariffa dual fuel, è in sostanza un'offerta economica che viene fatta all'utente finale, da parte delle società che vendono energia (i fornitori) per convincere i potenziali clienti a rivolgersi a loro per entrambe le utenze e non solo per una di esse.

Dalla liberalizzazione del mercato energetico – avviata con il decreto legislativo n. 79/99 del 16 marzo 1999, meglio noto come Decreto Bersani attraverso il quale è cominciata la liberalizzazione della produzione, dell'esportazione, dell'importazione, dell'acquisto e della vendita dell'energia elettrica (ricordiamo che la trasmissione rimane sempre in mano alo Stato) e proseguita poi con il Decreto Letta del 2000, riguardante la liberalizzazione del mercato del gas – sono derivate due conseguenze prevedibili ma non per questo meno importanti: è aumentata la concorrenza tra i fornitori e contemporaneamente essi hanno sentito lo stimolo a cercare una maggiore differenziazione gli uni dagli altri per tentare di spiccare, di emergere, di farsi notare dai potenziali clienti. Ciò ha comportato la nascita di offerte e servizi molto variegati tra cui, appunto, le offerte dual fuel. Con un gestore unico sia per la luce che per il gas, l'utente può approfittare di svariati vantaggi: dal punto di vista economico, per esempio, esistono offerte che propongono uno sconto sul prezzo dell'energia oppure un bonus in euro; dal punto di vista pratico con la sottoscrizione del contratto luce e gas non si stipulano due contratti diversi ma uno solo, in cui però sono indicate in maniera precisa e meticolosa le condizioni ed i dettagli delle due forniture, e anche la bolletta è una sola divisa al suo interno in due diverse sezioni, una per la luce e una per il gas; dal punto di vista operativo, in caso di necessità si deve interagire con un solo interlocutore e si ha un unico numero da chiamare per avere informazioni o per disbrigare qualsiasi pratica. 
 

Come passare ad un gestore unico
 

Cambiare gestore passando da due distinti per le due utenze ad uno solo è semplice, gratuito e senza impegno; inoltre, durante il cambio non si patisce alcuna interruzione del servizio di fornitura della luce e del gas. Per cambiare gestore, di solito, sono necessari uno o due mesi al massimo, per via dell'obbligo di rispetto del preavviso per il recesso dal vecchio fornitore – è una norma stabilita dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico. Anche cambiando fornitore di elettricità e di gas, non c'è alcuna sostituzione dei contatori né si devono realizzare lavori sugli impianti esterni o interni all'abitazione: il distributore locale, che è colui che si occupa dell'ultimo tratto di rete elettrica e di tubazioni del gas (sono due cose diverse, non va dimenticato), rimane sempre lo stesso e quindi anche tutte le questioni tecniche come allacciamenti delle utenze, attivazione della fornitura, sostituzione o spostamento dei contatori rimangono nelle mani del distributore locale medesimo. 
 

Ma è effettivamente un risparmio il passaggio al fornitore unico?
 

Prima del Decreto Bersani e del Decreto Letta di cui abbiamo fatto cenno sopra, in Italia gas e luce erano un Monopolio di Stato. Con la liberalizzazione del mercato, gli operatori si sono trovati nella condizione di potere – e talvolta di dovere – sviluppare dei pacchetti attraenti per l'utenza e tra questi spiccano quelli che prevedono le tariffe dual. Per scoprire se esse siano effettivamente convenienti, bisogna procedere effettuando uno studio minuzioso delle offerte presenti sul mercato, studio che deve essere basato sulle esigenze del consumatore. Grazie ad internet questo lavoro di ricerca è più semplice; non solo: grazie al web è possibile disporre di offerte nate e concepite per essere fruite solo dagli internauti. Offerte che prevedono stipule di contratti online, fatturazione telematica e via dicendo – cosa che riduce di molto taluni tipi di costi legati invece alla trasmissione delle bollette per via tradizionale, ovvero per posta. Lo studio delle diverse tariffe può essere effettuato tramite il comparatore: in rete ce ne sono diversi, chiunque può utilizzare quello che preferisce e quello che sente più comodo. 

 

Dal lavoro di ricerca emerge subito un dato utile a rispondere al quesito precedente: in materia di risparmio sulle bollette di luce e gas è vero che conviene rivolgersi ad un unico fornitore, perché non solo si semplifica la burocrazia ma si ha accesso ad offerte e promozioni specifiche, sviluppate per particolari profili di clientela tra cui un utente potrebbe non fare troppa fatica a trovare quello rispondente alla propria situazione personale e familiare. Sempre mediante i comparatori, si ha la possibilità di poter visionare nel dettaglio tutte le clausole collegate ad ogni singola offerta – un vantaggio non da poco – e si riescono a visualizzare anche promozioni specifiche, sconti particolari per tutti coloro che stipulano un contratto per la fornitura di luce e gas in un lasso di tempo preciso e predeterminato, che può andare da qualche giorno a qualche settimana circa. Naturalmente, tutto ciò è del tutto inutile se non si ha l'esatta conoscenza dei propri consumi, quindi è bene rendersi conto di essi in via preliminare e solo in un secondo momento si può pensare di studiare i piani tariffari offerti. Attenzione, però: esistono casi in cui è più conveniente tenere i due fornitori separati. Infatti, chi propone tariffe dual fuel tende a realizzare dei pacchetti studiati specificatamente per una "famiglia tipo", per la quale vengono valutati consumi medi legati ad un classico stile di vita. Quando non ci sono questi parametri, si può verificare la situazione in cui si perde la convenienza a stipulare un contratto dual fuel, anche se – ci teniamo a precisarlo – queste tariffe sono convenienti nella stragrande maggioranza dei casi. Tali contratti possono anche essere stipulati online, comodamente dal divano di casa propria e con tutti i vantaggi che questa scelta comporta in termini di semplificazione burocratica e di ulteriore risparmio in bolletta.
 

2017-12-06 00:00:01 now: 2017-12-14 11:01:03

16 dicembre 2017 in Piazza Castello. Milano Canta la sua Energia!