DEFINIZIONE
Opzione tariffaria obbligatoriamente definita dal fornitore, che rispetta i vincoli imposti dal provvedimento dell'Autorità.
 


Giurisprudenza e tariffe

A decorrere dal 1° luglio 2007, a seguito dell'emanazione del Decreto Legge numero 73/07 “Misure urgenti per l’attuazione di disposizioni comunitarie in materia di liberalizzazione dei mercati dell’energia”, che sanciva la liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica, il cliente finale può scegliere in base alle sue esigenze e alle sue preferenze quale sia il suo fornitore di energia elettrica. Diversamente da come accadeva precedentemente al 2007, è anche possibile scegliere tra differenti opzioni quale sia quella più adatta per ogni utente. A questa importante variazione in materia di energia elettrica sono seguite diverse modifiche anche in materia di tariffazione. Nello specifico, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) con l'emanazione della Deliberazione n. 654/2015/R/eel e s.m. ha introdotto una regolamentazione che riguarda le tariffe obbligatorie. Queste devono prevedere anche la copertura dei costi per quanto riguarda il servizio di distribuzione. Complessivamente, le suddette tariffe devono comprendere:

• distribuzione a livello locale che permette di trasportare attraverso le reti locali a media tensione e bassa tensione l'energia che viene distribuita alle utenze domestiche;

• trasporto su reti di trasmissione nazionali dell'energia elettrica in alta tensione e altissima tensione fino ai centri di distribuzione a livello locale partendo dagli impianti di generazione;

• la misura, cioè l'insieme, delle attività di gestione dei misuratori (ovvero dei contatori) che comprendono la rilevazione, la misurazione e la fatturazione dei consumi di ogni cliente finale.

Tuttavia, è fondamentale sottolineare che la tariffa obbligatoria non comprende il prezzo corrispondente all'energia trasportata.

Cos'è l'opzione tariffaria?

Viene definita opzione tariffaria l'insieme dei cosiddetti costi unitari che, sommati, costituiscono la spesa che il cliente sostiene per la fornitura di energia elettrica. Per corrispettivo si intende il valore economico per la quantità di energia utilizzata che viene versato al fornitore. Questo viene calcolato al netto degli oneri fiscali.

Cos'è l'opzione tariffaria base?

Con il termine opzione tariffaria base si intende quel corrispettivo definito dal fornitore di energia elettrica. Il valore è determinato in base alla normativa e ai vincoli imposti dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). L'opzione tariffaria base deve rispettare, ai sensi della regolamentazione giurisprudenziale, determinate regole:

• deve essere presentata a tutti i clienti finali secondo lo schema determinato dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA);

• questa tipologia di opzione per la fornitura di energia elettrica non deve comportare un valore corrispondente al ricavo (da parte del fornitore) di valore superiore al vincolo determinato sui ricavi per quanto concerne le tariffe di distribuzione dell'energia elettrica;

• l'opzione tariffaria base deve essere proposta a tutti i clienti finali in maniera analoga senza discriminazione di alcun genere;

• la spesa unitaria annua corrispondente all'opzione tariffaria base deve rispettare la normativa dell'articolo 6, comma 5, della deliberazione n. 237/00;

• per quanto concerne i limiti riguardanti gli scaglioni di consumo (posto che essi debbano essere in un numero pari o inferiore a sette) questi devono essere selezionati e devono necessariamente rispettare i valori enunciati nella tabella 3 della deliberazione n. 237/00;

• l'articolo 6, comma 4, della deliberazione n. 237/00 stabilisce i valori della spesa unitaria annua conseguente all'applicazione della opzione tariffaria base. Questa non deve presentare un valore crescente al crescere dei volumi distribuiti su ogni cliente finale.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 5 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.