DEFINIZIONE
Unità di misura pari a un milione di Watt.
 



Orientarsi nel mercato dell'energia elettrica può risultare alquanto difficile in virtù della presenza di diversi termini che possono generare dubbi e confusione per il cliente finale. Potenza prelevata, disponibile e impegnata sono solo alcuni dei termini tecnici nei quali si può incappare nello stipulare un contratto per la fornitura di energia elettrica o nel leggere il dettaglio della bolletta. Abbiamo volutamente parlato di potenza poiché nel campo dell'energia elettrica è uno degli elementi più importanti in base al quale effettuare misure e rilevazioni. L'energia elettrica viene erogata tramite delle centrali elettriche che la immettono in rete dove poi sarà utilizzata dagli utenti finali in base a quelle che sono le loro necessità.

Quando parliamo di centrali elettriche dobbiamo effettuare un paragone con un motore di un'automobile o di quelli presenti in una fabbrica per far funzionare gli impianti. Ogni motore ha una sua potenza installata, ossia una potenza che è presente anche quando il motore è completamente fermo. La potenza di un motore indica il massimo che il motore può dare nel momento in cui è funzionante. Parlando di motore, immediatamente vengono alla mente i concetti di energia e di potenza. Come si misurano? E soprattutto questi due termini indicano la stessa cosa o hanno due significati differenti? Partiamo subito dicendo che la potenza viene espressa e misurata in watt. Una delle unità di misura più importanti è rappresentata dal Megawatt (MW), un multiplo del watt ed è l'unità di misura della potenza del Sistema Internazionale ed equivale a 1 milione di watt. Come è logico intuire si tratta di un'unità di misura che trova utilizzo soprattutto in ambito industriale. Una interessante definizione del Megawatt è quella che si ottiene mutuando le definizioni che ci fornisce la fisica sul concetto di potenza. Questa infatti è la quantità di lavoro svolto in un determinato intervallo temporale. Nel sistema internazionale il tempo è espresso in secondi mentre il lavoro è misurato in joule; ne consegue che il Megawatt può essere definito come la potenza sviluppata da un lavoro di 1 milione di joule al secondo. Possiamo convertire un Megawatt in altre unità di misura? La risposta è affermativa ed è possibile effettuare la conversione in altre unità di misura del Sistema Internazionale e, precisamente, in multipli e sottomultipli del watt. Per poter effettuare la conversione in modo agevole e preciso, il consiglio è quello di effettuare preliminarmente la conversione in watt moltiplicando il valore iniziale per 1 milione. Subito dopo per passare all'unità di misura desiderata basterà semplicemente moltiplicare o dividere per 10. Qualora si volesse invece convertire il valore dei Megawatt a nostra disposizione in unità di misura che non appartengono al Sistema Internazionale bisognerà effettuare una moltiplicazione per opportuni fattori di conversione. Il Megawatt trova largo utilizzo nelle misurazioni in campo industriale ed è utilizzato per misurare la quantità di energia consumata, disponibile e prelevata.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 2 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.