DEFINIZIONE
Sistema di trasporto del gas naturale.
 


 

Per sistema si intende l'insieme delle infrastrutture centrali e periferiche destinate all'importazione, trasporto, distribuzione e consegna del gas naturale. Si tratta di un complesso di reti che presenta punti di interconnessione con l'estero e si classifica, normalmente, in due tronconi principali: la rete di distribuzione nazionale e le reti di distribuzione territoriali, ciascuna delle quali caratterizzata, inoltre, dalla presenza di punti di immissione e punti di consegna specifici.

Il sistema di trasporto nazionale

Le infrastrutture di trasporto del gas, come anticipato, possono essere distinte in due diversi segmenti, a seconda che si parli della rete di distribuzione nazionale o di quelle locali. Ciò rileva soprattutto in vista delle diverse caratteristiche della gestione e della titolarità di quest'ultima. Infatti, per quanto riguarda il soggetto che si occupa della gestione della rete nazionale gas, le norme in tema di liberalizzazione del mercato energetico hanno portato alla creazione di un monopolio naturale, tale per cui la rete dei gasdotti principali in Italia resta affidata alla gestione della società Snam Rete Gas: quest'ultima risulta concessionaria dell'infrastruttura generale e si occupa, sotto il coordinamento dell'Autorità energetica, di assicurare il funzionamento strutturale delle componenti principali della rete. Dal punto di vista strutturale, quest'ultima risulta composta da una rete di gasdotti e metanodotti che copre l'intero territorio nazionale (Sardegna esclusa), nell'ambito dei quali il gas viaggia a livelli di pressione molto elevati. La materia prima è immessa all'interno del sistema mediante Punti di Accesso, i quali coincidono di volta in volta con le condutture estere o con impianti di rigassificazione; viceversa, la fuoriuscita dal sistema si verifica presso i Punti di Uscita, che coincidono con l'avvio della rete di distribuzione locale o con gli impianti di stoccaggio.

Le interconnessioni, i punti di consegna e di prelievo

Come anticipato, lunga la rete di distribuzione nazionale esistono alcuni punti importanti che corrispondono, essenzialmente, ai Punti di Entrata e di Uscita. I primi rappresentano gli allacci dell'infrastruttura principale con le interconnessioni con i Paesi esteri: si tratta, in altri termini, dei punti in cui avviene l'importazione della materia prima acquistata all'estero e introdotta nel sistema; del pari costituiscono Punti di entrata quelli attraverso i quali avviene l'immissione nel sistema del gas rigassificato, importato cioè dall'estero (solitamente con trasporto navale o con condutture liquide) in forma liquida; infine, rappresentano punti di entrata anche i contatti della rete principale che acquisiscono la materia prima prodotta dagli impianti nazionali, nei quali avviene l'estrazione dai giacimenti o la produzione di biometano. I punti di uscita, invece rappresentano le aree della rete nazionale di distribuzione che o conducono verso paesi esteri (nel qual caso si parla di interconnessioni per l'esportazione della materia prima) o che avviano la materia prima verso i centri di stoccaggio; infine, costituiscono una particolare forma di punti di uscita le cd. aree di prelievo, ossia i punti di contatto tra la rete principale e le reti secondarie di distribuzione, che si occupano della diffusione sul piano locale della materia prima.

Il trasporto locale

Il sistema di trasporto locale, che si avvia nei punti di consegna presenti sulla rete nazionale e termina direttamente presso le utenze finali, si compone di condutture e cabine di monitoraggio: queste ultime, in particolare hanno la funzione di ridurre la pressione del gas trasportato sulla rete di distribuzione secondaria, adeguandone le caratteristiche agli standard richiesti per il consumo domestico. Allo stesso momento, nei punti di consegna in cui avviene il travaso al trasporto si procede alle attività di monitoraggio delle specifiche di qualità della materia prima, verificando la rispondenza delle qualità medesime agli standard da rispettare per la distribuzione ai clienti finali. Nell'ambito di questa seconda sezione di distribuzione è necessario precisare il passaggio in gestione dall'ente generale (la Snam) alle singole imprese di distribuzione collocate territorialmente: infatti, in ossequio alle disposizioni che regolano la liberalizzazione del mercato (anche dal punto di vista della distribuzione), la gestione degli impianti regionali è affidata su base concorsuale alle imprese che ne facciano richiesta e che posseggano i requisiti necessari. Sono queste ad assicurare che le singole aziende fornitrici possano far pervenire la materia prima ai diversi utenti finali. Le diverse caratteristiche delle capacità di distribuzione e delle qualità di gas nei rispettivi territori sono soggette ad un principio di livellamento regolato dalla disciplina delle Aree Omogenee di Prelievo: grazie ad opportuni interventi di misurazione si permette a tutti gli utenti di poter beneficiare di prestazioni standard su tutto il territorio nazionale, a prescindere dal singolo distributore o dalle caratteristiche dello specifico segmento del sistema di distribuzione.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 24 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.