DEFINIZIONE
Ciascuno dei punti o aggregato locale di punti fisici della Rete Nazionale dei Gasdotti in corrispondenza dei quali il gas è consegnato dall’Utente al Trasportatore.
 


 

Nel sistema della rete nazionale di distribuzione del gas, un Punto di Entrata rappresenta un punto o aggregato locale di punti fisici che permette la consegna dagli utenti al trasportatore: si tratta, in altri termini dei luoghi in cui avviene l'immissione della materia prima sul sistema di distribuzione e delle relative infrastrutture.

Il sistema di distribuzione

La rete nazionale di distribuzione (o RN) è l'insieme delle infrastrutture che permettono alla società che si occupa del servizio di distribuzione (la Snam Rete Gas) di effettuare, per conto dei propri utenti (le società di fornitura del gas che, dal punto di vista commerciale, vendono la materia prima agli utenti finali), le attività di trasporto lungo l'intero territorio nazionale. Queste infrastrutture, a loro volta, risultano composte principalmente da metanodotti, lungo i quali transita ad alta pressione il gas medesimo, ma anche di intersezioni con la rete di distribuzione locale (i cd. Punti di Uscita), dove avviene il convogliamento del gas verso la filiera regionale o provinciale e, materialmente, la consegna ai singoli utenti. La materia prima che viene immessa nella rete di distribuzione nazionale passa attraverso dei punti che vengono definiti di Entrata: si tratta, in altri termini, dei luoghi fisici o del complesso di punti in cui avviene la presa in carico, da parte del distributore, delle attività di trasporto: prima dell'entrata, infatti, il gas è commercialmente apprestato dalle società produttrici o di importazione (ma materialmente erogato dai distributori esteri o di interconnessione); viceversa, varcato il Punto di Entrata, il gas entra a far parte del sistema nazionale per essere destinato alle più diverse finalità: consegna alla distribuzione locale o ai grandi consumatori (come centrali elettriche), oppure stoccaggio.

I Punti di Entrata della Rete Nazionale

La definizione del complesso di infrastrutture di cui si compone la rete nazionale è oggetto del Decreto Letta, dei successivi provvedimenti legislativi e delle deliberazioni dell'Autorità energetica. In sostanza, si possono considerare punti di entrata quelli che, nell'ottica del flusso di distribuzione dell'energia, coincidono con l'inizio delle infrastrutture. In particolare, sono Punti di Entrata: - le interconnessioni con i metanodotti esteri attraverso i quali avviene l'importazione di materia prima: si tratta del punto di collegamento tra la rete nazionale interna e le condutture provenienti da paesi esteri, attraverso le quali transita la porzione di gas che viene importata; - i terminali di rigassificazione: si tratta dei punti di entrata che permettono l'immissione nella rete del gas oggetto di rigassificazione, e cioè della sua conversione dallo stato liquido (con cui viene normalmente importato via mare o attraverso metanodotti sottomarini) a quello gassoso; - i campi di produzione nazionale: in questo caso, la rete di distribuzione risulta allacciata alle miniere nazionali in cui avviene l'estrazione di gas naturale o agli impianti in cui avviene la produzione di biometano e altre tipologie di gas ecologici; - i campi di stoccaggio: in quest'ultimo caso, si tratta dei punti di connessione con le infrastrutture che permettono l'accumulo del gas in riserve, alle quali attingere di volta in volta in situazioni di crisi o per effettuare il bilanciamento nel caso in cui i prelievi superino il livello di immissioni.

Le importazioni di gas

I punti di entrata più importanti, considerato l'alto livello di dipendenza energetica del nostro paese dalle importazioni, sono sicuramente quelli che coincidono con le interconnessioni con i metanodotti esteri. L'Italia importa gas dalla Russia, dal Nord Europa e dal Nord-Africa: la materia prima in questione transita nella rete di distribuzione nazionale principalmente attraverso cinque punti di entrata principali. Si tratta delle interconnessioni in importazione di Tarvisio, Gorizia, Passo Gries, Mazara del Vallo e Gela. Di particolare rilievo è senz'altro il Punto di Entrata del Tarvisio, che coincide con l'interconnessione del gasdotto TAG: quest'ultimo permette il passaggio del gas naturale proveniente dalla Russia (e che transita, a sua volta, per Ucraina, Slovacchia e Austria); per quanto riguarda le importazioni provenienti dal Nord-Africa, invece, l'hub principale è quello di Gela, dove arriva il gasdotto libico Greenstream. Altro strumento di approvvigionamento di gas dall'estero avviene attraverso gli impianti di rigassificazione, in cui avviene la conversione dal gas liquefatto (GNL) importato dai paesi produttori in materia gassosa: in questo caso, i centri principali sono costituiti da Panigallia, Rovigo e Livorno. Attraverso la rigassificazione, l'Italia acquisisce circa il 7% della materia prima consumata dal mercato interno: quest'ultima proviene soprattutto dai paesi mediorientali, dove avviene l'estrazione allo stato gassoso e la sua conversione in GNL, che permette di stoccare più facilmente e in maggiori quantità il gas sulle navi metaniere.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 25 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.