Il contesto normativo attuale, valido per il settore dell'energia, è abbastanza ampio e prevede tre attori principali. Il Governo e il Parlamento che detengono il potere legislativo anche in tema di energia, affiancati - per la regolazione del mercato - anche dall'Autorità per l'energia che, dal 1° gennaio 2018, è denominata ARERA, Autorità di Regolazione per L'Energia le Reti e l'Ambiente. Di seguito l'elenco delle normative più rilevanti per il settore.
 

Codice del consumo, D. Lgs. 206/2005
 

Il codice del Consumo (disponibile qui http://www.codicedelconsumo.it) è un'ampia raccolta di disposizioni per la tutela dei consumatori intesi come persone fisiche o piccole imprese in tutti gli ambiti della contrattazione. Sono inclusi, quindi, anche i contratti riguardanti la fornitura di energia elettrica e gas, anche stipulati online e fuori dai locali commerciali. Tra i diritti sanciti vi è quello relativo all'obbligo del venditore di fornire adeguata informazione precontrattuale, di consegnare un contratto scritto in cui siano indicate la durata del rapporto, le condizioni post vendita e l'onere di comunicare un prezzo che sia completo e comprensivo di imposta. I consumatori hanno diritto ad inviare reclami e ad ottenere risposta e hanno il diritto di recesso o ripensamento per proposte accettate a distanza o online: si tratta della possibilità di annullare il contratto entro 14 giorni dalla data di stipula, senza dover dare motivazioni o fornire documenti extra. L’ente preposto e incaricato a vigilare sul rispetto delle regole del Codice del consumo è l'AGCM, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
 

Riferimenti normativi che regolano l'attività dell'Autorità per l'Energia
 

La legge 481 del 1995 istituisce per la prima volta l'Autorità per l'energia elettrica e lo fa nel particolare contesto storico di inizio della liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica. L'Autorità veniva definita come un organismo indipendente con poteri di regolazione e controllo del mercato. Il governo attribuisce all'Autorità funzioni di tutela degli interessi dei consumatori, di promozione sia della concorrenza nel mercato dell'energia, sia dell'efficienza e della diffusione di servizi di qualità. Tra i suoi compiti più noti c'è la fissazione trimestrale del prezzo dell'energia per il mercato tutelato, valido quindi per i consumatori che non hanno scelto fornitori del mercato libero ma sono rimasti legati ai vecchi fornitori ex monopolisti. Successivamente, il Governo, ha assegnato all'Autorità compiti e obiettivi più ampi, includendo il gas e la rete idrica nel suo ambito di controllo e, recentemente, anche il tema del ciclo dei rifiuti. L'Autorità per l'energia, fino a poco tempo fa Autorità per l'energia elettrica , il gas e il sistema idrico (AEEGSI), ora si chiama ARERA.
 

Delibere dell'Autorità per l'energia
 

Come anticipato, l'Autorità esercita il suo potere regolativo del mercato attraverso l'emanazione di delibere e regolamenti. Nel tempo sono stati emessi diversi documenti, ognuno con un obiettivo diverso. In particolare segnaliamo:

  • la Delibera 104/10 in cui viene approvato il "Codice di condotta commerciale per la vendita di energia elettrica e di gas naturale ai clienti finali". Il documento definisce gli standard ma anche le modalità di fornitura e di distribuzione di luce e gas, con l'obiettivo di assicurare una sana e trasparente competizione nel mercato, a beneficio dei clienti;
  • il Testo unico in tema di produzione di energia (TUP): che rappresenta una raccolta delle principali disposizioni relative alla produzione di energia elettrica. Il testo fa riferimento, in particolare, alla produzione da fonti rinnovabili e alla cogenerazione e ha l'obiettivo di diventare uno strumento di consultazione per tutti gli operatori dell'attuale contesto di mercato: produttori, distributori e venditori finali (ad esempio Sorgenia);
  • infine altri documenti che stabiliscono l'obbligo di risarcimento nel caso in cui non siano soddisfatti i livelli di servizio definiti (del. 164/08), i diritti dei clienti in caso di pratiche commerciali scorrette (153/2012/R) e altri temi. Tutti i documenti sono scaricabili dal sito dell'Autorità e ricercabili per anno, numero di delibera e titolo.
     

Altre normative connesse con il risparmio energetico
 

I temi del risparmio energetico, della riqualificazione del patrimonio edilizio, dell'incentivazione alla produzione di energia da fonti rinnovabili sono ambito di moltissimi interventi legislativi. Si tratta, in generale, di delibere comunitarie che la nostra legislazione recepisce in decreti appositi o attraverso modifiche a leggi già esistenti. Tra i più noti segnaliamo:

  • D. Min. 26/6/2009, ovvero Linee guida in tema di certificazione energetica degli edifici: con l'obiettivo di aumentare la consapevolezza dei cittadini in tema di consumi, questo decreto definisce l'obbligo, per chi intende vendere o dare in affitto un edificio, di fornire al nuovo inquilino un documento che indichi le caratteristiche dell'edificio sotto il profilo dell’isolamento termico e del consumo di energia.
  • D. Lgs. 102/2014 definisce un quadro di misure e interventi per il miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici del nostro Paese ai fini del raggiungimento dell'obiettivo nazionale di risparmio energetico;
  • Legge di bilancio 2018, ddl. 2960/2017: contiene le regole più aggiornate per l'ottenimento delle detrazioni fiscali sugli interventi agli edifici, con obiettivi di riqualificazione e risparmio energetico, detti anche Ecobonus, Bonus verde e Bonus Casa.
Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.