Voltura o subentro? La differenza tra le due operazioni

Nel linguaggio comune, spesso si utilizzano i termini di voltura e subentro come sinonimi. In realtà si tratta di due operazioni differenti e che richiedono una serie di step diversi. Entrambe vanno fatte quando si trasloca, ossia si entra in un nuovo appartamento (o ufficio) ma il discrimine sul tipo di operazione avviene in base alle condizioni del contatore. Si parla infatti di voltura quando si entra in un locale in cui sia già presente e attivo un contatore, ossia non siano stati apposti i sigilli allo stesso. Questo significa che l'utenza è già connessa e si dovrà solo effettuare un cambio di intestazione dell'utenza stessa. Quando si entra in un nuovo appartamento, può essere che il contatore sia presente ma che non sia attivo nessun contratto. In tal caso il contatore stesso non è attivo e dovrà essere rimesso in funzione: per poter procedere in questo senso sarà allora necessario effettuare un subentro. Va sottolineato che subentro e voltura possono essere effettuati sia per la fornitura di gas che di corrente elettrica.

Procedure per effettuare voltura e subentro

Quando si deve effettuare una voltura, essendo già attivo il contatore, basterà mettersi in contatto con una società di fornitura e richiedere il cambio di intestazione. Per procedere in tal senso si dovranno fornire una serie di informazioni. Si dovranno pertanto avere a portata di mano i dati dell'intestatario, nonché una copia di un documento di identità, il codice fiscale e un recapito telefonico. Inoltre, si dovrebbero comunicare anche i dati del vecchio intestatario e i codici relativi al contatore, ossia il POD in caso di voltura di energia elettrica e il PDR in caso di voltura del gas.

Quando invece bisogna fare il subentro, va sottolineato che la procedura può richiedere tempi maggiori, visto che è necessario effettuare nuovamente l'attivazione del contatore. Se nell'appartamento sono presenti contatori digitali si potranno accelerare i tempi, visto che non sarà necessario l'intervento di un tecnico. Anche in questo caso è necessario produrre una documentazione relativa ai dati personali del nuovo intestatario, documento d'identità e codice fiscale, nonché i codici del contatore.

I costi delle operazioni di voltura e subentro

I costi per l'attivazione di subentro e voltura dipendono da una serie di parametri. ARERA ha definito che il subentro debba essere completato entro sette giorni dalla richiesta. Per prima cosa, quindi, bisogna prendere in considerazione se si sta operando nel mercato libero o se si opta ancora per il servizio tutelato. Inoltre, vi sono variazioni di prezzi a seconda che si stia operando la voltura o il subentro del gas o della corrente elettrica. Nel caso della voltura dell'energia elettrica esistono dei costi fissi definiti dall'ARERA e che vanno applicati sia al mercato tutelato che a quello libero e che possono variare a seconda dei periodi. Anche nel caso della voltura del gas vi sono dei costi previsti dall'ARERA e che dipendono dal tipo di mercato al quale si sceglie di aderire.

I costi per il subentro sono leggermente maggiori rispetto a quelli previsti dalla voltura. Anche in questo caso, tuttavia, dipendono da diversi fattori, ossia se si stia operando nel mercato libero o tutelato e se si effettua una voltura di gas o di corrente elettrica.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d'informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 25 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.