Come guadagnano i comparatori luce e gas?

La convenienza di confrontare i prezzi

Risparmia ora



Quando si deve scegliere un fornitore o un tipo di offerta per il contratto di gas e luce in casa, spesso ci si reca sui siti comparatori di prezzi , che permettono di confrontare tutte le tariffe e i servizi delle varie società. I siti migliori sono quelli che vengono costantemente aggiornati, che permettono di avere un panorama chiaro e definito sulle possibilità di spese e, soprattutto, che garantiscono sicurezza e affidabilità sulle informazioni che riportano. Molti di questi siti permettono un collegamento diretto sulla pagina web del fornitore, tramite la quale possono effettuare ulteriori controlli e richieste ed, eventualmente, prendere contatti per sottoscrivere il contratto di fornitura. Grazie a una grafica semplice da comprendere, i siti comparatori offrono pertanto un servizio rapido e semplice da utilizzare che permette anche di evitare di saltare da una pagina all'altra in cerca di indirizzi web, pagine dei costi, registrazione alle pagine per avere maggiori informazioni sulle possibilità di sconti e molto altro. Viene quindi spontaneo chiedersi come fanno i comparatori ad essere sempre così aggiornati se non tramite un lavoro continuo di ricerca e ricezione informazioni in tutti i settori che essi ricoprono. Se, infatti, ve ne sono alcuni specializzati ad esempio nel confronto delle tariffe per l'erogazione dell'energia, è altrettanto vero che molti altri siti offrono panoramiche molto più ampie, su tutti i possibili settori del mercato. Un lavoro che, sicuramente, deve essere ripagato per cui ci si potrebbe chiedere come guadagnano i siti comparatori di luce e gas.
 

Il guadagno dei siti comparatori di luce e gas
 

Se si cerca su un motore di ricerca la voce ' confronto prezzi gas e luce ' tra i primi risultati si avranno una serie di siti comparatori più o meno noti e più o meno specializzati nei servizi relativi a gas e luce. Va tuttavia sottolineato che la maggior parte dei siti comparatori non nasce con lo scopo di confrontare i prezzi delle utenze, ma per offrire servizi finanziari e assicurativi. Anche se oggi la maggior parte delle persone ricerca servizi di quotidiana utilità, proprio come il confronto tra le tariffe della fornitura di gas e luce o del telefono. Naturalmente, nascendo come siti di confronto di servizi finanziari, si può facilmente comprendere come dietro alla loro messa online non vi sia una persona volenterosa che si informa su tutte le possibilità di costi e prezzi, ma una vera e propria società, con sede e dipendenti, spesso facente parte di un gruppo che controlla società finanziarie. Ad esempio, il celebre sito comparatore Segugio.it fa parte del Gruppo Mutuionline (MOL), un gruppo presente nelle quotazioni della Borsa di Milano e che controlla una serie di siti comparatori specializzati nei diversi settori, da quello per i prestiti a quello per le assicurazioni auto, dalle banche a molto altro. Anche altri siti come SOStariffe o Facile.it hanno alle spalle società vere e proprie, con una struttura ben organizzata, dipendenti, consulenti, esperti di marketing e altre figure professionali.  Resta comunque aperta la domanda iniziale: come guadagnano questi siti? Nella maggior parte dei casi, il loro guadagno è dato dalle commissioni. I contratti che vengono firmati da consumatori che sono arrivati alla stipula partendo da uno dei siti comparatori, infatti, sono registrati tenendo conto del contributo del sito stesso al quale viene rilasciata una commissione che varia a seconda del tipo di servizio e del tipo di contratto. Si parla di cifre che vengono calcolate in percentuale e variano tra l'1 e il 3% in base al tipo di servizio (energia, assicurazioni, telefonia eccetera) e al sito stesso.  Va sottolineato che la percentuale di guadagno che viene rilasciata ai siti comparatori non deriva in nessun modo da un incremento del prezzo a scapito dei consumatori che, anzi, possono trovare proprio tramite questi siti un modo sicuro per risparmiare sulle proprie bollette, siano esse energetiche o altro. 
 

Come scegliere il sito comparatore
 

Negli ultimi anni il crescente sviluppo della rete ha visto sempre più persone, giovani e meno giovani, cercare informazioni su tariffe e costi tramite i siti comparatori. Ma come essere sicuri che questi siti riportano informazioni corrette? Alcuni comparatori sono molto noti, fanno pubblicità in televisione o presentano banner pubblicitari sui diversi siti web. Si tratta solitamente dei siti più aggiornati e sicuri, perché permettono di avere informazioni sempre dettagliate e ben definite su tutte le tariffe per le quali si fa richiesta. Le statistiche, ad esempio, hanno mostrato che sono aumentate le ricerche relative alle tariffe di luce e gas. Non è un caso: infatti, entro la metà del 2019, ci sarà la completa liberalizzazione del mercato dell'energia per cui tutti i consumatori dovranno scegliere il proprio fornitore. Questi, d'altra parte, hanno iniziato a offrire prezzi molto convenienti per attirare a sé il maggior numero di clienti. Ecco perché non c'è da meravigliarsi se le ricerche sulle tariffe relative a luce e gas sono in crescita, né c'è da meravigliarsi se sempre più consumatori si interessano sulle nuove tariffe luce e gas offerte dalle diverse società di fornitura energetica.
 

2017-12-22 00:00:01 now: 2018-01-21 01:50:49