DEFINIZIONE
Dispositivi utilizzati per verificare l’integrità delle condotte che percorrono l’interno delle tubazioni spinti dalla differenza di pressione che si crea a monte ed a valle del loro passaggio. La tipologia di strumentazione in oggetto consente pertanto al Trasportatore di raccogliere informazioni dettagliate relative allo “stato di salute” del metanodotto ispezionato.
 


 

I Pig sono dispositivi che vengono utilizzati per le operazioni di manutenzione e pulizia delle condutture che trasportano gas, petrolio e altri materiali in stadio liquido o gassoso. Si tratta di meccanismi di vario genere, azionati da meccanismi a pressione per poter raggiungere efficacemente tutte le distanze necessarie alle operazioni di pulizia e verifica di integrità della rete di collegamento.

La funzione dei Pig

Come anticipato, questi dispositivi sono utilizzati dalle aziende di trasporto e gestione delle infrastrutture energetiche per i più diversi fini. Tra quelli principali rientrano le opere di pulizia, disostruzione e disincrostazione dei gasdotti e metanodotti; inoltre, attraverso apposite sonde è possibile ottenere informazioni sull'integrità delle condotte, sulla capacità di flusso e sulla resistenza dei materiali impiegati lungo l'impianto, restituendo così un'analisi accurata delle condizioni del metanodotto oggetto di ispezione. In questi termini, i Pig consentono la pulizia e l'analisi sulla presenza di difetti o sul normale funzionamento delle tubazioni di idrocarburi. In particolare, tramite il Pig è possibile far scorrere agenti e altre sostanze ad efficacia pulente, che permettono di utilizzare il dispositivo per lavare la tubazione, oppure asportare, grazie alla pressione generata, eventuali fluidi e solidi incontrati lungo il percorso (così da rimuovere eventuali "tappi") o di eliminare residui che possano alterare la composizione della materia prima trasportata o rendere più difficile e meno efficiente l'intero sistema di trasporto.

Cosa sono i Pig

Per ottenere questi risultati, il dispositivo deve permettere a chi lo utilizza di raggiungere tutte le distanze della sezione oggetto di ispezione. Questo spiega perchè i Pig presentano una struttura che si dipana all'interno della tubazione sulla spinta di un fluido motore, come ad esempio l'azoto, oppure tramite la pressione creata con l'impiego di altri fluidi, come l'acqua, l'aria e altre sostanze chimiche caratterizzate da inerzia (nel senso che non sono idonee a produrre delle reazioni potenzialmente pericolose con la materia prima, come esplosioni, incendi e così via). Il Pig ai compone di un tampone, normalmente realizzato in materiali plastici, che viene inserito e recepito a partire da stazioni di lancio e di ricezione: grazie all'azione dell'azoto (il quale permette la creazione di un ambiente anidro se scelto con caratteristiche di elevata purezza e basso punto di rugiada), il Pig viene pompato lungo tutta la durata dell'impianto, anche se la conduttura dovesse presentare delle curve o dei dislivelli. Impiegati già dall'inizio del '900 per le prime condutture petrolifere, all'inizio i Pig erano realizzati con corpi in acciaio e gomma o pelle e furono dotati di spazzole e altri strumenti utilizzati per raschiare le superfici. Successivamente, vennero creati pigs in poliuretano, elemento che ne permise l'utilizzo in relativa sicurezza anche negli impianti di trasporto del metano e di altri combustibili allo stato gassoso.

Le tipologie di Pig più utilizzate

Attualmente, i Pig sono utilizzati non soltanto per la pulizia e manutenzione di gasdotti, ma anche per le medesime opere su impianti idrici, condutture municipali, impianti industriali e così via. Questo spiega la presenza di un gran numero di differenti tipologie di pigs, a seconda del tipo di utilizzo cui sono destinati e delle diverse caratteristiche. Infatti, tralasciando le funzioni di pulizia e monitoraggio, che sono solitamente presenti in tutte le tipologie di Pig, questi ultimi sono disponibili anche con funzioni di allerta (grazie alla presenza di pompe e valvole), che permettono la produzione di un input computerizzato in presenza di certe condizioni. Ad esempio, la tipologia di Pig Exonder permette di cumulare alla funzione di pulizia anche quella di recupero dei prodotti eventualmente presenti nell'impianto: in questo caso, infatti, il tradizionale tampone tondeggiante è sostituito da un corpo allungato con diversi punti di contatto e valvole azionate dalle stazioni di lancio.

Come funzionano i Pig

Si è già anticipato che la struttura essenziale dei Pig prevede l'utilizzo di un tampone flessibile con il quale operare lo svuotamento, la pulizia e l'ispezione di una determinata sezione della linea di distribuzione dell'impianto. Il tampone si muove all'interno della tubatura aderendo alle sue pareti, grazie alla pressione di un liquido o di un gas. Il sistema è completato dalla presenza di una stazione di lancio, dalla quale il pig viene inserito all'interno dell'impianto e a cui esso ritorna dopo aver completato il circuito programmato. In alternativa, è possibile rinvenire una seconda stazione di arrivo o di sosta, alla quale il tampone giunge per poter essere estratto o per poter essere trasferito in una successiva sezione del gasdotto da pulire o ispezionare.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 12 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.