Che cos'è il dispacciamento

DEFINIZIONE
È l’attività diretta ad impartire disposizioni per l’esercizio coordinato degli impianti di produzione, della Rtn, delle reti ad essa connessa e dei servizi ausiliari del sistema elettrico.
 


 

L’energia elettrica non si può immagazzinare, di conseguenza l'energia nella quantità richiesta da tutti i consumatori deve essere prodotta e trasmessa in maniera continuativa. Ciò significa che domanda e offerta devono essere sempre in equilibrio e il servizio fornito assolutamente sicuro. Questi obblighi sono assicurati attraverso il dispacciamento , cioè l'attività di gestione dei flussi energetici all'interno della rete. Occorre impartire disposizioni precise in ogni istante per permettere l’esercizio coordinato della rete di trasmissione nazionale, degli impianti di produzione, delle linee secondarie e dei servizi ausiliari del sistema elettrico. Si tratta quindi di un sistema di monitoraggio che consente di determinare, istante per istante, quanta energia produrre. Questa necessità è legata al fatto che la frequenza di rete è pari a 50 Hz e le oscillazioni ammesse corrispondono al 2%. Il principio della regolazione frequenza-potenza permette il bilanciamento della potenza di rete tra produzione e consumo procedendo in base alle stime dei carichi giornalieri.

Quali sono le attività del dispacciatore

Il dispacciatore è la società preposta all'attività di dispacciamento all'interno della rete elettrica nazionale e questo ruolo presuppone lo svolgimento di numerose mansioni. Innanzitutto questo ente tiene conto del contesto (previsioni atmosferiche e giornata festiva oppure feriale) e dei valori storici per stilare i piani di produzione delle centrali elettriche coordinandosi con i centri subordinati di controllo carico e ripartizione. Al tempo stesso deve garantire un corretto bilanciamento dei carichi e della produzione tenendo in considerazione sia i vari elementi di rete (linee, centri di smistamento o trasformazione e centrali di produzione) che la presenza di eventuali guasti e lavori di manutenzione. Infine governa la rete e si occupa di definire quale assetto debba assumere la rete in funzione. Non bisogna trascurare il fatto che regolare la potenza reattiva-tensione è un'attività che ha come risultato anche la determinazione dei valori delle tensioni nelle stazioni di smistamento. Ciò consente di fissare il piano di produzione della potenza reattiva di questi nodi e, di conseguenza, persino delle utenze, monitorando il tutto in tempo reale.

L'attività di Terna SPA

Al giorno d'oggi in Italia l'attività di dispacciamento viene svolta dalla società Terna SPA, partecipata controllata dalla Cassa Depositi e Prestiti e che dal 2005 svolge anche i compiti in precedenza demandati al GRTN (Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale). Come dispacciatore Terna SPA monitora costantemente i flussi elettrici, elabora e applica le disposizioni necessarie per gestire e permettere il funzionamento di tutti gli elementi del sistema in maniera continuata. Di conseguenza sono controllati in tempo reale tutte le componenti del sistema elettrico italiano, che comprende sia i servizi ausiliari che la rete di trasmissione e gli impianti di produzione. In secondo luogo, il Centro nazionale di controllo sovraintende anche l'interconnessione del sistema italiano con quello europeo. In pratica il wallscreen di 40 metri quadrati e gli oltre 100 schermi di controllo di questo centro di controllo monitorano 293 linee, di cui 281 nazionali ad altissima tensione (380 kV), 3 cavi sottomarini e 9 interconnessioni con l’estero. Per garantire una buona flessibilità viene data una particolare attenzione agli impianti idroelettrici e alimentati tramite gas, così da poter modulare la domanda. Il costo di questo servizio viene riportato in bolletta sotto la voce PD oppure Dispacciamento.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 28 settembre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.