DEFINIZIONE
Termine I_SA determinato, ai sensi del TISG, secondo la formula riportata al Capitolo 9, paragrafo 3.6.1 del Codice di Rete.
 


 

Lo Small Adjustment indica un insieme di attività che devono essere poste in essere dal responsabile del servizio di bilanciamento (alias, la società di distribuzione che gestisce la rete nazionale), nell'ambito complessivo delle attività di regolamentazione individuate dal regolamento TISG. Tali norme sono recepite nel Codice di Rete della Snam Rete Gas, che attua il bilanciamento sulle infrastrutture nazionali.

Il bilanciamento e il regolamento TISG

Come noto, il servizio di bilanciamento costituisce una delle attività principali che attengono al dispacciamento e alla distribuzione del gas naturale: questo comprende una serie di prestazioni di carattere gestionale e di pianificazione che permettono di monitorare l'effettivo fabbisogno del sistema, tenuto conto dei quantitativi fisici ed economici che transitano sulle infrastrutture medesime. Sebbene il servizio di bilanciamento costituisca un onere gestionale tipico del soggetto che gestisce la distribuzione (non a caso individuato come responsabile del bilanciamento), le regola individuate dall'Autorità e dal Codice di Rete vincolano anche gli utenti: ciò è comprensibile se si considera che è a questi ultimi che viene rimessa, in ultima analisi, la responsabilità di mantenere in bilancio le quantità di materia prima immesse e prelevate dalla rete. A questo dovere generalizzato, per contro, corrispondono poteri e protocolli che il responsabile può adottare: si tratta delle cd. azioni di bilanciamento, che si differenziano a seconda dell'ambito di intervento. Infatti, il bilanciamento indica complessivamente due diversi ambiti di attività. Si distingue in proposito: - il bilanciamento fisico, che attiene alle operazioni di controllo dei parametri di flusso da parte del distributore; - il bilanciamento commerciale, che coincide con il calcolo delle partite fisiche ed economiche risultanti dalle immissioni e dai prelievi, tenuto conto che per ciascun utente della rete il saldo tra i due momenti deve sempre rimanere pari a zero.

I processi di aggiustamento nel bilanciamento fisico

Come anticipato, il bilanciamento è dato dall'insieme delle condotte di auto-responsabilità degli utenti e dagli interventi sussidiari del responsabile del bilanciamento. Questo interviene con appositi protocolli nel momento in cui, per contingenze o per inadempimento da parte di uno o più utenti, si palesi il rischio di sbilanciamento. A tal fine, e limitatamente al bilanciamento fisico, il responsabile può adottare una serie di protocolli che prevedono: - la compravendita di materia prima sul cd. mercato di bilanciamento, che permette al trasportatore di ripristinare il livello di bilanciamento per ciascun giorno-gas; - interventi strutturali sulla rete di trasporto, determinando temporanei regimi di immissione o prelievo sui punti di entrata o di uscita dalla rete (a questo proposito possono prendersi ad esempio regolamentazioni dei prelievi per un giorno-gas o sua porzione, razionalizzazione delle risorse, modifica ai flussi, e così via); - ricorso a prelievi o immissioni straordinarie, individuando con apposite procedure di gara soggetti che possono fornire all'occorrenza (o prelevare) i quantitativi necessari a riportare in equilibrio il sistema; - nel solo caso di carenza di risorse, ricorso alle riserve attraverso il servizio di stoccaggio.

Le procedure relative al bilanciamento commerciale: lo "small adjustment"

Diverse sono le procedure che attengono al bilanciamento commerciale. Questo, come evidenziato, guarda al servizio di bilanciamento dal punto di vista della corretta contabilizzazione delle quantità di gas circolanti nel sistema. Tale processo mira a consentire al distributore la più adeguata allocazione delle capacità di trasporto tra i diversi utenti e permette, in seconda battuta, l'individuazione dei corrispettivi richiesti per l'esecuzione del servizio di dispacciamento. Rispetto a tale ambito, ne deriva che gli interventi di bilanciamento previsti dal TISG e dal Codice di Rete mirano non tanto ad interventi materiali, quanto a verifiche di contabilizzazione rispetto ai dati in possesso, risultanti dalla programmazione periodica (la cd. sessione di bilanciamento) cui l'impresa responsabile del servizio provvede con cadenza fissata (mensile, trimestrale o semestrale). Ai sensi dell'art. 15 del TISG, la società di distribuzione provvede alla verifica della rispondenza dei dati oggetto di previsione mediante due sessioni annuali di aggiustamento: è in questa sede che l'ente provvede a controllare che i dati previsti sulla scorta degli andamenti degli anni precedenti e delle evidenze statistiche corrispondano al vero. Da questo punto di vista, le sessioni di aggiustamento possono essere: - una sessione annuale, che considera entro il 31 luglio i risultati operativi sul servizio di bilanciamento rispetto all'anno precedente; - una sessione pluriennale, che considera invece gli anni precedenti fino al quinto, onde ricavare un indice statistico da utilizzare per le sessioni di bilanciamento future. Accanto a queste sessioni periodiche, il regolamento e il Codice di Rete prevedono una attività di monitoraggio quotidiana che prende il nome di "Small Adjustment": il paragrafo 5.1. del Codice di Rete Snam stabilisce, a questo proposito, che la società provvede alla determinazione delle partite fisiche di aggiustamento. In tale direzione, cioè, il distributore confronta su base giornaliera le partite fisiche che si ricavano dalla sessione di bilanciamento (o da una precedente sessione di aggiustamento) con quelle effettivamente riscontrate nel singolo giorno-gas. In questo senso, il distributore provvede a definire una partita fisica di aggiustamento giornaliero, utile a determinare, entro il termine dell'anno di esercizio, il quantitativo necessario da iscrivere sotto la sessione di aggiustamento.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 29 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.