DEFINIZIONE
Periodo di tempo durante il quale i soggetti richiedenti capacità di trasporto presso i Punti di Entrata/Uscita interconnessi con l’estero possono presentare, modificare e revocare le offerte di acquisto di capacità.
 



Nel contesto delle procedure concorsuali (aste) che vengono impiegate per individuare, nel settore energetico, le migliori offerte per l'assegnazione di capacità di trasporto, il round afferente alla procedura di aggiudicazione indica il periodo temporale durante il quale il soggetto che ha richiesto l'accesso alla nuova capacità di trasporto presso i punti di entrata o di uscita che presentano interconnessioni con l'estero, può modificare o revocare l'offerta di acquisto della capacità.

Le aste per il conferimento di capacità di trasporto

Tra i molteplici ambiti in cui si fa ricorso ai principi concorsuali nel settore energetico, v'è sicuramente il conferimento della capacità di trasporto. Normalmente, il soggetto che gestisce la distribuzione sulla rete nazionale o regionale (nel primo caso si fa riferimento esclusivamente all'ente Snam - SRG) concede la capacità di trasporto (intesa come quota di utilizzo delle infrastrutture per far transitare la materia prima) a tutte le società fornitrici (utenti della distribuzione) che presentano i requisiti richiesti dalla legge e ne avanzino richiesta entro determinate tempistiche. Tuttavia, esistono alcuni casi in cui il conferimento a richiesta non può essere eseguito. Ciò avviene tipicamente nelle ipotesi di limitatezza della quantità di capacità ancora disponibile, e cioè quando sull'infrastruttura considerata esiste una capacità residua molto bassa, tale da non poter contenere comodamente le richieste di capacità di nuovi competitor o gli aumenti di capacità richiesti dalle società già attive sul comparto. Altra ipotesi in cui non si procede al conferimento diretto attiene alla richiesta di capacità che ha riguardo ai punti di entrata e di uscita della rete di distribuzione nazionale che presentano interconnessioni con impianti esteri. Ciò avviene perché tali punti rappresentano un'importanza strategica per le operazioni di importazione ed esportazione e, in quanto tali, sono strumentali, dal punto di vista della capacità conseguita, per favorire economicamente l'una piuttosto che l'altra società che riesce a disporre della maggiore capacità di trasporto relativa.

I principi alla base dell'asta

Dal momento che nelle ipotesi considerate si va incontro ad un fenomeno di scarsità di risorse o, per contro, ad un valore strategico della capacità di trasporto considerata, il procedimento d'asta permette al soggetto distributore di individuare con criteri di economicità ed efficacia i soggetti che possono offrire migliori garanzie dal punto di vista dell'efficiente utilizzo della capacità di trasporto conferita. D'altra parte, il ricorso alle procedure in oggetto è strumentale a favorire lo sviluppo coordinato e concorrenziale del mercato, fornendo l'occasione anche a nuove aziende di inserirsi nel comparto della distribuzione di energia e sfavorendo le concentrazioni di capacità di trasporto in capo ai soggetti che presentano rischi dal punto di vista della creazione di monopoli. La tutela dei valori concorrenziali, strumentale a sua volta per favorire l'economicità di gestione e un meccanismo dei prezzi favorevole ai consumatori, viene allora garantito mediante un procedimento di gara privata, che si ispira quanto alle sue fasi alle procedure ad evidenza pubblica cui sono tenute le pubbliche amministrazioni sulla scorta del Codice degli Appalti.

La procedura di aggiudicazione

Il meccanismo attraverso il quale si perviene all'accoglimento della domanda migliore è definito come procedura di aggiudicazione: si tratta di un insieme di operazioni che permettono lo svolgimento dell'asta e consentono al banditore (la società di distribuzione) di raccogliere tutte le offerte, esaminarne la rispondenza ai criteri inizialmente fissati e selezionare quella o quelle che meglio possono adeguarsi al caso concreto. Da questo punto di vista, pertanto, la gara volta all'aggiudicazione del conferimento di capacità di trasporto, soprattutto nei casi di interconnessione con paesi esteri, prevede l'emanazione di un "bando" da parte dell'ente distributore, con il quale si identifica quantitativamente la capacità di trasporto disponibile e da conferire; conseguentemente si definisce un prezzo base per poter accedere all'offerta, indicando al contempo i requisiti di carattere tecnico e le normative che entrano in rilievo nell'operazione. Il bando medesimo individua, di solito, uno o più round entro i quali devono pervenire le offerte: si tratta delle scansioni temporali che vengono concesse alle imprese partecipanti per poter presentare le offerte ed, eventualmente, modificarle e revocarle. Se risulta presente un solo round, alla scadenza di quest'ultimo si chiude la gara e si procede all'aggiudicazione; viceversa, se sono presenti più round le operazioni si concludono quando l'ultima impresa partecipante abbia modificato la propria offerta, in considerazione delle evenienze fattuali, tecniche o normative intervenute, o si sia ritirata. Come detto, è all'esito dell'ultimo round che si procede alla verifica e comparazione delle diverse offerte, attraverso la creazione di una graduatoria da parte dell'ente appaltante, che individua così l'integralità o le singole quote di capacità di trasporto messe a gara e procede ai singoli conferimenti, mediante la stipula dei contratti di trasporto.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 30 novembre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.