Che cos’è l’esenzione TPA

DEFINIZIONE
È l’esenzione dalla disciplina che prevede il diritto di accesso dei terzi, accordata dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi dell’Articolo 1, comma 17, della legge n. 239/04.
 


 

L’ esenzione TPA , acronimo di Third Party Access, è un’esenzione accordata dal Ministero dello Sviluppo Economico a quei soggetti che realizzano nuove linee di collegamento per la distribuzione energetica fra l’Italia e gli altri stati UE perché siano esonerati dalla disciplina che prevede il diritto di accesso dei terzi. Più nello specifico, l’esenzione TPA è trattata nell’articolo 1, comma 17, della legge 239/04, ossia la legge n.239 del 23 agosto 2004, cui sono state apportate le opportune modifiche nel 2009, nel 2012 e nel 2014, per la riorganizzazione del settore energetico e delle relative disposizioni governative.

Qual è il significato del termine TPA

Il termine TPA è l’acronimo di Third Party Access, la cui traduzione dall'inglese all'italiano è accesso di terzi, uno dei principi alla base della liberalizzazione europea riguardante, in particolare, l’accesso non discriminatorio alle infrastrutture essenziali non duplicabili (essential facilities) e alle infrastrutture essenziali duplicabili (bottleneck facilities). Più nello specifico, il principio TPA riguarda sia le tariffe che le condizioni di accesso regolato o negoziato alla rete e agli stoccaggi.

L’esenzione TPA ai sensi della legge n. 239/04, art.1, comma 17

Come precedentemente esposto, l’esenzione TPA è regolamentata ai sensi della legge n. 239/04, art.1, comma 17 per la riorganizzazione del settore energetico italiano voluta dal nostro governo. In particolare, il comma 17 è stato aggiunto dall’articolo 33, comma 1, del decreto legislativo numero 93 del 2011. Al riguardo, secondo il comma 17 i soggetti che investono negli impianti per collegare le reti di trasporto di gas naturale dell’Unione Europea con l’Italia possono richiedere per le nuove realizzazioni l’esenzione TPA dalla disciplina che prevede il diritto di accesso dei terzi e, quindi, essere esonerati dall’applicazione delle tariffe previste. Inoltre, tali soggetti sono altresì esonerati dalla disciplina riguardante la separazione dei sistemi di trasporto e la certificazione dei gestori dei sistemi di trasporto.

Le peculiarità dell’esenzione TPA

In merito alle peculiarità dell’esenzione TPA, è bene sottolineare che tale esenzione dalla disciplina relativa al diritto di accesso dei terzi è accordata per un periodo fra i 10 e i 20 anni da stabilire caso per caso, tuttavia mai superiore ai 25 anni, dal Ministero dello Sviluppo Economico dopo aver sentito l’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Fra l’altro, nel momento in cui vengano realizzati dei nuovi impianti di interconnessione energetica, l’esenzione TPA è autorizzata in seguito alla consultazione degli organismi competenti dello stato UE interessato.

A questo proposito, è opportuno evidenziare che la concessione dell’esenzione TPA perde di validità dopo 2 anni dal suo conferimento nel caso la costruzione dell’infrastruttura non sia ancora cominciata dopo tale periodo oppure dopo 5 anni se l’infrastruttura ormai realizzata dopo tale tempo non è ancora funzionante. Dunque, la perdita di validità della concessione dell’esenzione TPA è effettiva dopo tali periodi di tempo salvo che il Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con la Commissione Europea, non decida che il ritardo sia motivato da gravi intralci non dipendenti dai soggetti che hanno investito nelle infrastrutture cui è stata concessa tale esenzione.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 4 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.