DEFINIZIONE
Rete di Trasporto Regionale, intesa come il complesso delle reti di gasdotti per mezzo delle quali viene svolta l’attività di trasporto ai sensi dell’Articolo 2, comma 1, lettera ii) del Decreto Legislativo n°164/00, esclusa la Rete Nazionale dei Gasdotti.
 


Che cos’è la RR in ambito energetico?

Nel settore energetico con la sigla RR si intende la Rete Regionale di Trasporto del gas naturale , ossia l’insieme delle reti di gasdotti attraverso cui viene realizzata l’attività di movimentazione del gas naturale in conformità all’Articolo 2, comma 1 e punto ii) "trasporto" del Decreto Legislativo 23 Maggio 2000, n. 164, escludendo la Rete Nazionale dei Gasdotti. Al riguardo, il provvedimento è stato emanato allo scopo di attuare la direttiva europea n. 98/30/CE per regolare il mercato interno del gas naturale. In particolare, secondo il punto ii) del comma 1 dell’Articolo 2 della disposizione n. 164/00, comma modificato dai commi 1 e 2 dell’Articolo 6 del D.Lgs n. 93 del 2011, per trasporto si intende: - il trasporto del gas naturale il cui fine è il rifornimento ai clienti per mezzo di una rete fatta principalmente di gasdotti ad alta pressione che sia differente da una rete di gasdotti di coltivazione ed anche diversa dal lato dei gasdotti, compresi quelli ad alta pressione, impiegati soprattutto nella sfera della distribuzione locale del gas naturale, ma escludendo il rifornimento.

Il trasporto del gas naturale sulla RR

Il gas naturale che viene acquistato all’estero, pari a circa il 90% del totale, o prodotto in Italia, nella piccola percentuale del 10%, deve essere trasportato attraverso una rete di gasdotti suddivisa, in particolare, nella RN, cioè la Rete Nazionale, e nella RR, ossia le Rete Regionale. Il gas naturale inutilizzato invece viene immagazzinato in scorte per affrontare i periodi di emergenza, per esempio durante la stagione invernale in quanto particolarmente fredda. È bene sottolineare che le reti di trasporto del gas naturale sono realizzate per servire soprattutto le aree densamente popolate, per esempio quelle industriali, rispetto a quelle meno popolate, ad esempio i paesini rurali o montani, inoltre il gas naturale viene distribuito ad una pressione inferiore ai punti di riconsegna gas rispetto a quando esso viene movimentato sulla RR o sulla RN.

La domanda di aggiornamento della RR

La movimentazione del gas naturale avviene per mezzo della Rete Nazionale dei Gasdotti (RNG) che, a sua volta, lo trasferisce sino ai punti di collegamento con la RR, ossia la Rete Regionale di Trasporto del gas naturale, il sistema di distribuzione locale e gli impianti di stoccaggio. Inoltre la RNG rifornisce i grandi stabilimenti industriali, le aziende di distribuzione e le centrali termoelettriche. Per ciò che riguarda la RR, detta anche RRT, per l’appunto Rete Regionale di Trasporto, oppure RTR, ossia Rete di Trasporto Regionale, va evidenziato che i soggetti che ne gestiscono i tratti sono tenuti ogni anno ed entro il termine del 31 luglio a presentare al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) la domanda di aggiornamento della RR stessa.

Più nello specifico, all’elenco delle parti della RR già esistenti vanno aggiunte le liste dei nuovi condotti entrati in esercizio, dei canali in progetto e delle condutture dismesse entro la scadenza del 30 giugno del medesimo anno. Successivamente al ricevimento delle domande il MiSE si occupa di valutare ogni richiesta di aggiornamento della RR. Poi, una volta consultate l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) e le Regioni coinvolte, il MiSE pubblica sul proprio sito Web il decreto di aggiornamento della Rete Regionale di Trasporto del gas naturale che entrerà in vigore il primo gennaio dell’anno seguente.

Attualmente, è il Decreto Direttoriale del 21 giugno 2018 a presentare la lista aggiornata dei gasdotti della RR.

Il modello di flusso della rete regionale di trasporto del gas naturale

Come già esposto la RR è costituita dalla parte restante dei gasdotti non compresa nella RNG e dagli impianti interconnessi alla medesima RR. In particolare, lo scopo principale della Rete Regionale di Trasporto del gas naturale è di trasportare e rifornire di gas naturale le aree circoscritte su scala regionale, ma anche su scala locale ed interregionale. Più nello specifico, la RR è considerata come un sistema unico diffuso in tutto lo stato italiano che si estende per quali 23.000 km e in cui viene immesso il gas naturale dentro le aree di prelievo presso gli Operatori Allacciati fino ai punti di riconsegna gas dove lo possono ritirare gli Utenti, quali le industrie e le aziende di distribuzione, e dove può essere misurato in metri cubi.

Per poter accedere ai punti di riconsegna l’Utente deve consegnare il gas naturale presso i vari punti di entrata disponibili. In particolare, secondo il modello di flusso della RR un Utente può uscire sulle Reti Regionali dai punti di uscita per accedere ai punti di collegamento virtuale che, a loro volta, rappresentano dei punti di uscita sui punti di riconsegna.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d'informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 3 dicembre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.