DEFINIZIONE
L’esito del processo di impegno di capacità di trasporto che individua la quantità massima di gas che ciascun Utente può immettere in o prelevare dalla rete, espressa come volume giornaliero misurato alle condizioni standard.
 


Che cos’è il conferimento

In ambito energetico il conferimento è il risultato del processo per l’assegnazione della massima capacità di trasporto del gas naturale (GN) che gli utenti possono introdurre o prelevare giornalmente all’interno della rete di gasdotti. Al riguardo, lo spostamento del gas naturale comincia dai punti di entrata nella rete nazionale fino ai punti di riconsegna del sistema regionale e ai punti di uscita dal sistema nazionale di gasdotti. In particolare, soltanto ai soggetti che fanno richiesta del conferimento della capacità di trasporto del gas naturale e in possesso dei requisiti previsti dalla delibera n. 137/02 del 17 luglio 2002 è permesso accedere al servizio di trasporto sulla rete dei gasdotti.

In merito, è opportuno ricordare che la deliberazione n. 137/02 è il provvedimento dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas per la determinazione dei parametri per la manipolazione delle partite di gas naturale.

Cosa succede a chi non rispetta la portata di trasporto conferitagli

Come già evidenziato i soggetti cui viene conferita la capacità di trasporto del gas naturale (GN) possono immettere e ritirare un quantitativo di gas con un valore che non sia mai superiore alla portata giornaliera che gli è stata assegnata. Al riguardo, la capacità di trasporto del gas naturale che è oggetto del conferimento viene misurata in metri cubi al giorno, inoltre, viene assegnata agli utenti per intervalli di tempo pari a uno o a più anni termici, ossia per un lasso di tempo minimo di 12 mesi che inizia dal 1° ottobre sino al 30 settembre dell’anno solare seguente.

In merito, è bene sottolineare che nel momento in cui gli utenti utilizzino presso i luoghi di entrata, uscita o riconsegna una portata di trasporto maggiore rispetto a quella che gli è stata conferita dovranno pagare una penale, ossia un corrispettivo di scostamento. In particolare, il corrispettivo di scostamento mensile è pari a 1,1 volte rispetto al corrispettivo annuale unitario di portata di trasporto del gas regionale.

Dove avviene il conferimento della capacità di trasporto del gas naturale

Gli utenti possono richiedere il conferimento della capacità di trasporto del gas naturale (GN) su base annuale, in particolare, per l’anno termico successivo, in uno dei punti qui di seguito elencati: - punti di entrata collegati con i gasdotti esteri per l’importazione; - luoghi di entrata da produzione nazionale e stoccaggi; - posti di entrata collegati con gli impianti industriali di rigassificazione; - punti di uscita dal sistema nazionale di gasdotti; - luoghi di riconsegna.

Fra l’altro, è importante evidenziare che nel caso in cui le richieste di conferimento siano superiori alla capacità disponibile verranno applicati i parametri di ripartizione pro quota.

Quando inviare la richiesta per ottenere il conferimento

Tutti gli anni, entro il termine del 1° agosto, i soggetti interessati al servizio di trasporto del gas naturale (GN) per l’anno termico seguente devono inviare la propria richiesta per ottenere il conferimento della capacità di trasporto direttamente ai punti di entrata, uscita e riconsegna. In particolare, se tali utenti necessitano di portate di trasporto per periodi pluriennali devono comunque inviare la richiesta del conferimento della capacità entro la data del 1° agosto, ma due anni prima rispetto all’anno termico in cui verrà fornito il servizio di trasporto.

Per concludere, gli utenti interessati ai servizi di trasporto del gas naturale e le società che erogano tali servizi devono firmare un contratto, inoltre tali utenti devono pagare le tariffe di trasporto previste dalla delibera n. 166/05.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 9 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.