Sorgenia: con F2i-Asterion inizia il nuovo capitolo di una storia di successo

 

 

Milano, 23 dicembre 2019 – Il consiglio di amministrazione di Nuova Sorgenia Holding – società che controlla il capitale di Sorgenia e i cui azionisti sono Banco BPM, Banca Intesa, Monte Paschi, Ubi e Unicredit - ha comunicato in data odierna di aver accettato l’offerta di F2i/Asterion.

Dice Gianfilippo Mancini, Ad di Sorgenia: “Questa è una storia di successo di cui, insieme a Sorgenia, è protagonista il sistema bancario italiano. L’accordo raggiunto oggi premia il coraggio di sostenere un progetto di rilancio il cui esito non era per nulla scontato. Questo risultato è stato raggiunto grazie all’impegno di una squadra di persone straordinarie che con la loro competenza e passione lo hanno reso possibile”.

Il grande lavoro svolto negli ultimi anni ha permesso al Gruppo di tornare a generare utili importanti (46 ML nel 2018) e di rimborsare alle banche oltre 650 milioni di euro.

La valorizzazione ottenuta è il risultato della fortissima crescita del Gruppo Sorgenia, che in soli quattro anni si è affermata come prima digital energy company italiana, capace di conquistare il mercato dei clienti retail online. Sorgenia è uno dei primi produttori di energia elettrica attraverso il suo parco impianti a ciclo combinato a gas naturale, tra i più moderni ed efficienti in Italia, cruciali per sostenere il processo di decarbonizzazione in corso.

Grazie al conferimento di oltre 400 MW di asset eolici e a biomassa, l’ingresso di F2i/Asterion consentirà di fare fin da subito di Sorgenia uno dei principali protagonisti anche nel campo delle rinnovabili, accelerando così il piano di sviluppo già previsto dalla Società.

 

Ufficio stampa Sorgenia - Diesis Group
Giorgio Tedeschi • Valentina Colombo
Tel. 02 62693.1 sorgenia@diesis.it