Elena Dal Forno: «Chi rispetta il pianeta avrà sempre la mia preferenza»     Elena Dal Forno: «Chi rispetta il pianeta avrà sempre la mia preferenza»

Elena Dal Forno:
«Chi rispetta il pianeta avrà sempre la mia preferenza»

 

 

 

La chef vegana, cliente Sorgenia da 4 anni e convinta sostenitrice del programma fedeltà dei Greeners, spiega la sua scelta: «Importante servirsi di fornitori che guardino al futuro con attenzione verso la natura, verso i propri dipendenti e verso i clienti»

La “svolta” nella vita di Elena Dal Forno è arrivata attorno ai 40 anni, quando è diventata vegana. Nata a Treviso, ora residente a Roma, fino a quel punto aveva lavorato da giornalista. Poi ha deciso di voler dedicare molto più tempo al suo nuovo stile di vita, costruendo attorno a questa scelta la sua professione.
Elena è tra l’altro una Greener, partecipa con convinzione al programma fedeltà di Sorgenia, e in quest’intervista racconta la sua esperienza.

 

 

 

Elena, di cosa si occupa oggi, quali sono i suoi interessi?

Diventare vegana è la cosa più importante che mi sia capitata da 10 anni a questa parte, e sono convinta che le cose succedano quando siamo pronti ad accoglierle.
È stato giusto che il cambiamento arrivasse in quel momento: ho capito che l’alimentazione e il rispetto per l’ambiente erano questioni fondamentali. Così sono diventata chef vegana, ho cambiato completamente vita, e questa nuova connessione con l’universo e il pianeta animale mi ha fatto riscoprire una serie di valori che oggi sono al centro delle mie scelte. Tra queste il risparmio energetico, l’attenzione ai consumi e a evitare ogni genere di spreco. Tra l’altro ho voluto anche sensibilizzare gli altri a questi valori, e devo ammettere di aver fatto un’opera importante tra i miei amici. Ho aperto un negozio di prodotti online, tengo corsi privati, sono impegnata in consulenze con diversi ristoranti. Non ho fatto la scelta di aprire un locale mio perché non amo particolarmente la vita da ristorante, a me piace molto di più insegnare e stabilire un contatto diretto con le persone.

 

Da quanto tempo è cliente Sorgenia e come si trova?

Sono una cliente “senior”: Sorgenia è mio fornitore da ormai 4 anni, e devo dire che sono soddisfatta. Perché ho trovato in questa società trasparenza, un programma fedeltà come quello dei Greeners particolarmente interessante e indirizzato ai temi della sostenibilità, e un servizio sempre puntuale e preciso: non ho avuto mai brutte sorprese.

 

Perché ha scelto Sorgenia come fornitore di energia?

Di sicuro è stata una scelta conseguente ai valori a cui mi ispiro, perché cerco di indirizzare tutte le mie decisioni in questo senso. Se da una parte ho fatto scelte alimentari precise, se mi vesto con capi che non provengono da animali, dall’altra mi servo anche di fornitori che rispettino l’ambiente, che utilizzino energia pulita, che dimostrino di guardare al futuro impegnandosi sulla sostenibilità, sul rispetto verso la natura, verso i propri dipendenti e verso i clienti.

Sorgenia ha a cuore temi come inclusione e sostenibilità sociale e ambientale. Quanto sono importanti per lei questi valori nella scelta di un fornitore? E perché?

In tutte le mie scelte ho un occhio di riguardo per chi la pensa come me, e chi rispetta il pianeta avrà sempre la mia preferenza. Certo, da una parte si tratta di scegliere chi offre le tariffe migliori, e ho prestato molta attenzione anche a quest’aspetto, ma poi c’è un altro “costo” molto importante, quello che potremmo pagare in futuro se non rispettiamo l’ambiente, e anche questo deve avere un peso quando si fa una scelta, di qualunque si tratti. Apprezzo molto l’impegno di Sorgenia in questa direzione: anche tra i premi del programma Greeners, ad esempio, c’è la possibilità di donare e partecipare a iniziative di solidarietà. Questo è un segnale importante, perché contribuisce a dimostrare che l’azienda è attenta a fare business, ma in modo etico.

 

Che ne pensa del programma di fedeltà dei Greeners? Quanto la appassionano le mission?

Intanto è realizzato con cura ed è molto coinvolgente. Io partecipo ormai da tempo, e non vedo l’ora che escano nuove sfide per mettermi alla prova.

 

Quali altri temi vorrebbe che venissero trattati nelle prossime mission?

Secondo me una cosa particolarmente interessante potrebbe essere affrontare un po’ più da vicino il tema della sostenibilità alimentare, che è importante tanto quanto il risparmio energetico e l’utilizzo delle fonti rinnovabili. Mi piacerebbe che si mettessero in campo iniziative per sensibilizzare le persone sul fatto che non sprecare cibo è importante, e che l’impegno per la sostenibilità parte anche dalle nostre abitudini alimentari, ad esempio perché gli allevamenti intensivi hanno una grande responsabilità sull’inquinamento del Pianeta.

 

Come prevede di sfruttare il suo portafoglio virtuale di green coins?

La prima volta che li ho utilizzati ho scelto uno sconto sui prodotti di Naturasì, per sostenere la filiera del bio e i piccoli produttori. E la prossima volta sono orientata a fare una donazione di solidarietà.

 

 

PASSA A SORGENIA

Scegli Sorgenia, scegli l’energia green

Zero emissioni di CO2

+

100% energia green

+

Gestisci tutto online
logo sorgenia