I principali operatori del mercato luce in Italia

Nel 2007 è avvenuta l’apertura del mercato nell’ambito dell’energia elettrica, ciò ha contribuito alla nascita di numerosi fornitori. Ad oggi si contano diverse centinaia di società che si muovono in questo ambito

 

I soggetti che operano nel mercato libero e nel servizio di maggior tutela si occupano di produrre energia, del trasporto o trasmissione della stessa e della distribuzione agli utenti finali. In questo ultimo caso, tuttavia, dobbiamo ricordare che la distribuzione è affidata a società indipendenti, diverse a seconda della collocazione territoriale dell’utente finale. Nell’ampio mercato dell’energia, questi soggetti possono prestare servizi aggiuntivi, come la fornitura di gas oppure la raccolta di rifiuti, presentando al consumatore offerte complete. Esaminiamo alcune delle società più conosciute e diffuse a livello nazionale.

 

Enel

Questa società ha dominato il panorama energetico nel settore elettrico in Italia per decenni, almeno sino alla liberalizzazione avvenuta nel 1999, ritrovandosi a competere con altri operatori e dovendosi adeguare alla nuova situazione economica. Per il mercato libero, Enel Energia è presente su tutto il territorio italiano, vantando la gestione di buona parte del servizio della rete di distribuzione.

È nata nel 1962, da un accordo stipulato tra i partiti politici dell’epoca per offrire alla nazione un servizio nel settore energetico. Questo condusse a ricomprendere in un unico ente i soggetti che si occupavano della produzione, commercializzazione e distribuzione dell’energia elettrica. Ad oggi il maggiore azionista dell’Enel è il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in possesso del 31,24% del capitale sociale. Agli inizi degli anni ’90, ma soprattutto grazie al Decreto Bersani del ’99, è avvenuta la privatizzazione della società, spogliando l’Enel dalla sua qualità di ente pubblico.

Oggi l’Enel produce circa 37 GW di energia elettrica, corrispondente al 30% del fabbisogno nazionale, posizionandosi come primo operatore energetico con i suoi 31 milioni di clienti. Ma anche a livello internazionale ha un elevato peso. Infatti è presente in altre nazioni e continenti, offrendo un business di tecnologie diversificate che l’hanno resa tra i primi fornitori di energia elettrica nel Sud America. Inoltre ha il primato detenendo la leadership europea nell’ambito delle Smart Grids, che consente la gestione del servizio elettrico attraverso una rete di informazione intelligente. Con i suoi circa 70.000 impiegati ed il suo fatturato di oltre 80 miliardi di euro, si posiziona quale società di fornitura di elettricità tra i più importanti a livello mondiale.

 

ENI

L’Ente Nazionale Idrocarburi, abbreviato Eni, nasce nel 1953 con il preciso scopo di proseguire l’attività di AGIP, ANIC e SNAM nell’ambito dei combustibili, metanodotti e petrolio. In passato la normativa nazionale stabiliva che l’ENI fosse l’operatore in regime di monopolio nella ricerca e produzione di idrocarburi nella Pianura Padana, operando al meglio per lo sfruttamento delle risorse energetiche della penisola italiana. Nel 1992 avviene la svolta che condusse alla nascita della società per azioni, con lo Stato a mantenere la maggioranza del capitale. La società ad oggi opera nel settore del gas e della fornitura di energia elettrica, sia in Italia, in Europa e nel Golfo del Messico. Si posiziona come uno dei più rilevanti produttori di elettricità a livello nazionale, acquistata circa al 70% dai consumatori del mercato libero, potendo sfruttare a proprio vantaggio le particolari offerte che comprendono altri servizi.

 

Edison

Non tutti sanno che Edison è la società elettrica più antica in Italia. Venne fondata nel 1894 acquisendo da subito il ruolo di comando quale produttore e fornitore di energia elettrica, potendo inaugurare la prima centrale termoelettrica sul territorio europeo. Seppure agli inizi del secolo scorso, la società si espanse nell’ambito delle fonti di energia idroelettrica, con l’avvento dell’Enel interruppe la sua attività nel mercato, concentrandosi in altri ambiti. Nel 1999, con il Decreto Bersani che privatizzava il maggiore competitor, tornò nell’ambito dell’energia elettrica. Grazie alla fusione con altre importanti realtà aziendali, nel 2008 offre ai privati piani di fornitura elettrica dedicate, ottenendo preziosi risultati e consentendo nell’anno successivo di immettersi nel mercato del gas. Produce 11.5 GW di energia, detenendo una quota di mercato tra l’11 % ed il 12 %, risultato che ha consentito la costruzione di nuovi impianti ed il proposito di espandersi sul territorio dell’Europa. La fornitura di energia nasce dalla combinazione di varie fonti di produzione, come il combinato gas e idroelettrico, ma anche dal settore delle energie rinnovabili, dove Edison investe molto sul territorio nazionale.

 

A2A

Dalla fusione di AEM Milano S.p.A., ASM Brescia S.p.A. e AMSA nasce nel 2008 il gruppo A2A, divenendo uno dei leader di fornitura energetica elettrica e di gas sul territorio nazionale. Dopo l’acquisto di Edipower rafforza ulteriormente la sua posizione, assumendo anche una posizione di primato nel settore dell’ambiente attraverso il trattamento dei rifiuti, adoperandone la metà per produzione di elettricità. Il gruppo è inoltre il più importante player nel settore del teleriscaldamento, ottenendo anche una posizione di elevato rilievo nella fornitura di servizi a clienti industriali, condomini e domestici. Con una forte base nella distribuzione e gli ottimi fatturati, il gruppo A2A prosegue una politica di espansione diretta a conquistare altri mercati a livello europeo, con importanti investimenti.

 

AGSM

L’AGSM nasce nel 1898 come azienda elettrica comunale, avendo come impegno quello dello sviluppo industriale nella zona di Verona. Il primo servizio fornito fu proprio quello di illuminare la città, acquisendo nel 1931 la qualifica ufficiale di Azienda Generale dei Servizi Municipali del Comune di Verona. Oggi si occupa della produzione e fornitura di luce e gas, dell’illuminazione pubblica, del teleriscaldamento, del trattamento dei rifiuti e delle telecomunicazioni attraverso la fibra ottica. Presente in tutte le Regioni italiane, vanta oltre 400.000 mila clienti, impegnandosi anche nelle fonti rinnovabili gestendo impianti eolici, fotovoltaici e idroelettrici sull’intero territorio nazionale. Con la sua espansione, la società ha potuto offrire ai propri clienti offerte vantaggiose con un’apprezzabile trasparenza sui servizi forniti.

 

Gruppo Green Network

Questo gruppo nasce nel 2003, come conseguenza della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica, divenendo una delle realtà più consolidate nel panorama degli operatori del settore, assumendo un rilevante ruolo come fornitore di grandi poli industriali. Il Gruppo Green Network è composto principalmente da Green Network SpA e Green Network Luce & Gar srl. Quest’ultima società nasce per fornire energia elettrica e gas sull’intero territorio nazionale a varie tipologie di clientela. All’interno del gruppo sono presenti altre realtà con specializzazione nel settore dell’efficienza energetica, del biogas, del fotovoltaico, dell’energia idroelettrica e eolica. Questo consente al gruppo di spaziare nei vari settori della produzione di elettricità, potendo produrre, commercializzare e distribuire il suo prodotto ai clienti che ne usufruiscono. L’azienda detiene il 10 % della vendita di energia elettrica nel nostro Paese, che consente al gruppo di approntare piani industriali diretti ad espandersi a livello europeo.

 

Trenta

Nasce nel 2003 dall’unione delle aziende Trentino Servizi, AIR di Mezzolombardo e STET di Pergine, formando una nuova realtà societaria capace di concorrere nel mercato libero. Specializzata nella vendita di energia elettrica e gas naturale, ha una clientela che supera il mezzo milione di clienti, fornendo energia a privati, attività industriali, alberghi ed artigiani. Trenta è molto attiva nell’ambito dell’energia pulita, praticando una politica rivolta a promuovere la sostenibilità ed il consumo mirato. Trenta gestisce le attività commerciali delle società che l’hanno fondata, basando la sua gestione sulla comunicazione e trasparenza con la propria clientela. Con l’aumento dei clienti ed i crescenti fatturati, il gruppo ha adottato una politica si espansione sull’intero territorio italiano.

 

ACEA Energia

Fondata nel 1909 con il nome di AEM, con lo scopo di produrre energia elettrica, durante il secolo scorso espande la propria influenza, divenendo per un breve periodo l’unico gestore per la zona di Roma. Nel 1989 assume l’attuale denominazione, divenendo società per azioni nel 1998. Oggi è una delle principali aziende multiutility operanti in Italia, variando la propria attività dalla produzione, vendita e distribuzione di energia, allo smaltimento di rifiuti, al servizio idrico con la gestione di acquedotti, fognature e depurazione delle acque. Con la nascita del mercato libero, segue un corposo piano di investimento allo scopo di consolidare la propria posizione a livello nazionale. La città di Roma detiene il 51 % delle azioni della società. ACEA è il principale player nel settore idrico nel nostro Paese, posizionandosi anche tra i più importanti operatori nel settore energetico.
 

ENERcom

ENERcom ha sede a Crema, nasce nel 2002 attivandosi nell’ambito della vendita di gas naturale, agevolata dalla tradizione decennale di diverse società confluite in questo gruppo ed operanti principalmente nel Nord Italia. Attualmente fornisce energia elettrica a clienti domestici e industrie, aggiungendo alle sue promozioni una vasta gamma di servizi. ENERcom è una società per azioni con 72.000 dipendenti e milioni di clienti in Italia, Europa, Russia, Nord America, Turchia e Brasile. Questa società rappresenta una delle realtà economiche operanti nell’ambito dell’energia capace di esportare con successo i propri servizi all’esterno.
 

Sorgenia

Società operante nei settori dell’energia elettrica e gas naturale, principalmente impegnata nel fornire il prodotto al cliente finale. Primo operatore privato nazionale, con oltre mezzo milioni di clienti in tutto il territorio. La politica societaria è orientata a rafforzare la propria posizione come uno dei principali protagonisti nel mercato italiano nell’ambito dell’energia. I progetti mirano ad una maggiore presenza nell’ambito della fornitura domestica, la riduzione dell’importazione di energia dall’estero, il potenziamento delle sue particolari offerte integrate e l’incremento della produzione attraverso l’eolico ed il fotovoltaico.

Queste sono alcune delle società che sul territorio nazionale forniscono energia elettrica, alle quali dobbiamo aggiungere centinaia di altre aziende, molte delle quali operanti a livello regionale o limitare nel territorio.