Nel nostro Paese il pagamento del canone RAI è obbligatorio per legge, tuttavia esistono delle categorie di persone che rientrano nei casi di esenzione e quindi non soggette all'onere dell'imposta. Con i nuovi provvedimenti in materia di canone RAI introdotti con la Legge di Stabilità 2016 tra gli esentati rientrano anche gli over 75, ma solo a determinate condizioni di reddito e a patto che venga inviato entro i termini stabiliti il modello di autocertificazione per essere esonerati dal pagamento. Allora vediamo di seguito quali sono i requisiti necessari e come fare per non pagare il canone RAI quando si è cittadini con più di 75 anni di età: requisiti anagrafici, reddituali e modalità di presentazione del modulo di autocertificazione.

Canone RAI: esenzione soggetti con un'età superiore ai 75 anni

Così come stabilito dall'Agenzia delle Entrate, tutti i cittadini possessori di apparecchi televisivi sono obbligatoriamente tenuti al pagamento del canone RAI in bolletta, in caso di utenza di energia elettrica intestata a proprio nome. Per i cittadini con un’età anagrafica superiore ai 75 anni e con particolari requisiti di reddito è prevista l'esenzione, ma per ottenerla è necessario seguire una specifica procedura: consegna a mano del modello di autocertificazione, spedizione del modello esenzione canone per raccomandata con ricevuta di ritorno, direttamente con la richiesta online attraverso il canale telematico, in questo caso previo possesso delle personali credenziali di accesso (PIN Agenzia delle Entrate), oppure tramite gli intermediari regolarmente autorizzati ad accedere ai servizi online Entratel o Fisconline.

Canone RAI: ecco i requisiti anagrafici e di reddito

I soggetti con un'età anagrafica superiore ai 75 anni e con determinati requisiti reddituali hanno dunque la possibilità di essere esonerati dal pagamento del canone RAI in bolletta. L'esenzione in questione è riconosciuta dalle disposizioni attualmente in vigore ai consumatori con i requisiti seguenti:

  • alla scadenza del termine di pagamento del canone, ad oggi il termine è fissato al 31 gennaio e al 31 luglio di ogni anno, occorre aver compiuto 75 anni;
  • esenzione riferita al solo apparecchio televisivo ubicato nell'immobile di residenza;
  • non convivere con altre persone titolari di reddito, eccezion fatta per il coniuge;
  • possedere un reddito annuale non maggiore ad euro 6.713,98, cioè a 516,46 euro mensili per 13 mensilità. Il reddito di riferimento per ottenere l'esenzione dal pagamento del canone RAI è quello dell'anno precedente rispetto all'anno in cui si presenta la richiesta ed è costituito dalla somma dei redditi percepiti dalla persona con più di 75 anni di età anagrafica e del coniuge convivente.

Canone RAI: le diverse modalità per spedire il modello per ottenere il diritto all'esenzione

Per essere esonerati dal pagamento del canone RAI i contribuenti over 75, in possesso dei requisiti reddituali richiesti, devono spedire o consegnare a mano il modello di autocertificazione entro il 31 gennaio. Invece tutti coloro che compiono il 75° anno, dal primo febbraio al trenta giungo, possono a loro volta chiedere l'esenzione per il semestre luglio-dicembre 2018 facendone richiesta entro il 31 luglio. Le modalità per chiedere di non pagare il canone RAI sono differenti e naturalmente alternative tra loro:

  • spedizione postale con raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo: Agenzia delle Entrate-Ufficio Torino 1 S.A.T. - Sportello Abbonamenti TV-10121-Torino. Al modulo di autocertificazione inviato via posta, in base all'art.38 del D.P.R. 445/2000, va allegata copia di un valido documento di riconoscimento del richiedente;
  • consegna a mano del modulo esenzione canone direttamente presso uno degli sportelli dell'Agenzia delle Entrate;
  • trasmissione online della richiesta di esenzione canone attraverso il canale telematico messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate. Naturalmente il contribuente over 75 per inoltrare telematicamente la domanda di esonero canone RAI deve accedere al servizio online con le sue personali credenziali, senza le quali è impossibile eseguire la procedura. In alternativa, per l'invio telematico, esiste la possibilità di affidarsi agli intermediari regolarmente autorizzati all'accesso ai servizi online Entratel o Fisconline.

Prima di inviare la richiesta di esenzione canone RAI, qualunque sia la modalità scelta dal contribuente, la cosa importante è verificare con estrema attenzione il possesso dei requisiti occorrenti e chiaramente rispettare i termini previsti annualmente. Questo perché l'invio in ritardo della domanda preclude il diritto ad essere esonerati dal pagamento della tassa, così come l’inoltro del modulo di autocertificazione senza l’indicazione di tutte le informazioni richieste per non pagare il canone RAI.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.