Risparmiare su luce e gas è un imperativo sempre più pressante per una famiglia media, soprattutto con l’aumentare delle tariffe e del costo della vita. L’offerta proposta dai vari fornitori è variegata e diversa: ci sono molti tipi di tariffa, personalizzata in base alle esigenze del cliente. 
 

Come calcolare il consumo medio di gas e luce 
 

Considerando una famiglia media di quattro persone, che vive in 75 metri quadri e usa il gas sia per cucinare che per acqua sanitaria e riscaldamento, si calcola un consumo di 1170 metri quadri di gas naturale l’anno e quindi una spesa media di circa 950 euro e 3 kW di elettricità, che corrisponde a un consumo medio di 2700 kWh l’anno.  Ci sono diversi comparatori online che permettono di fare un quadro di confronto delle varie tariffe, divise in base ai fornitori. Tutti i comparatori online richiedono dati fondamentali come la tipologia di abitazione, il numero di abitanti, se si utilizza il gas solo per acqua sanitaria o anche per riscaldamento, quali elettrodomestici vengono usati normalmente. In questo modo si può quindi fare una comparazione in tempo reale delle tariffe migliori offerte sul mercato dai diversi fornitori. Il mercato libero consente così di scegliere in modo consapevole la tariffa più conveniente. Le tutele per i consumatori non finiscono qui: i venditori di luce e gas devono applicare la cosiddetta "tariffa a maggior tutela", ovvero quella per chi non è ancora passato al mercato libero, che consente comunque di salvaguardare il risparmio per il cliente.
 

Cosa è il corrispettivo di luce e gas
 

Il corrispettivo di luce e gas è il prezzo che bisogna pagare al kwh o al Smc, senza considerare però tutte le quote fisse legate all’energia e alle accise. Molti fornitori, soprattutto passando al mercato libero dell’energia, mantengono bloccato il prezzo per 24 o 36 mesi, molto spesso per quote percentuali sul totale del corrispettivo luce e gas. Nel caso in cui il corrispettivo sia bloccato, bisogna fare una considerazione sul concetto di prezzo applicato: - il prezzo massimo è il prezzo più alto applicato sul mercato del gas o della luce dei vari fornitori all’ingrosso dell’energia; - il prezzo variabile di mercato: il prezzo che viene stabilito in base alla variazione di prezzo del gas o della luce; Il prezzo che viene applicato al cliente è di solito il minimo fra il prezzo massimo e il prezzo variabile applicato sul mercato, cercando di garantire sempre il massimo risparmio, nell’ottica della tutela degli interessi del cliente.  Al fine di risparmiare quanto più possibile sulla bolletta di luce e gas, è molto importante quindi conoscere le varie offerte presenti sul mercato. Le famiglie non abbienti possono inoltre accedere al bonus energia , ovvero uno sconto del 20% sulla bolletta, che può essere un grande aiuto in tempo di crisi.
 

Panoramica sulle offerte di luce e gas 
 

Vediamo dunque quali sono le migliori tariffe di luce e gas offerte dai principali competitors sul mercato libero dell’energia e del gas naturale. 

  • Eni gas e luce: la compagnia offre una tariffa vantaggiosa, con un corrispettivo di 0,0525 euro al kWh per la luce e 0,220 euro al Smc per il gas naturale. La bioraria ha fasce differenziate per la luce: rispettivamente 0,044 euro al kWh per la fascia notturna e 0,054 per la fascia diurna. Il fornitore si pone come competitivo e all’avanguardia per il prezzo applicato e offre anche un comparatore online.
  • Acea: la compagnia romana offre un’ampia scelta di tariffe, differenziate sulla fascia monoraria o bioraria, con una spesa media di 0,040 euro al kWh,con una spesa media di 40 euro al mese. Offre inoltre sconti cumulabili fra luce e gas, e raccolta punti per la fidelizzazione del cliente.
  • Sorgenia : si pone come il miglior fornitore unico di luce e gas , in quanto offre una ottima tariffa unica , con un corrispettivo di 0,07524 eur al kWh per la luce e 0,225 eur al Smc per il gas. L’offerta si chiama Next Energy e consente di risparmiare 340 euro l’anno. Il servizio clienti di Sorgenia è disponibile e attento alle esigenze degli utenti, in modo da riuscire a risolvere i vari problemi che si possono presentare.
     

Come risparmiare su luce e gas 
 

Per risparmiare su luce e gas quindi bisogna tenere conto delle offerte sul mercato libero dell’energia dai vari fornitori. Oltre a questo è possibile adottare alcuni accorgimenti, come ad esempio conoscere il proprio consumo tipo, le caratteristiche della propria abitazione e concentrare l’uso di alcuni elettrodomestici in fascia serale, in modo da poter sfruttare il vantaggio delle tariffe biorarie, che offrono un indubbio risparmio in termini economici. Le nuove regole del mercato libero riparano il cliente da sorprese, in quanto i contratti e i dettagli sono ben esplicitati, e quindi la tariffa è sempre chiara e trasparente.
 

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.