Cos'è un'impresa? Definizione giuridica di imprenditore e piccolo imprenditore

DEFINIZIONE
Si tratta di un'impresa artigiana con le seguenti caratteristiche: -iscrizione alla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) come impiantista; -certificato di riconoscimento o di accertamento dei requisiti ai sensi della Legge 46/90 rilasciato dalla C.C.I.A.A. o dalla Commissione Provinciale delle imprese artigiane. Il committente che deve affidare i lavori di installazione, trasformazione, ampliamento o manutenzione straordinaria degli impianti, prima di affidare i lavori deve chiedere, in visione, all'installatore interpellato il "Certificato di riconoscimento o di accertamento dei requisiti ai sensi della Legge 46/90 rilasciato dalla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) o dalla Commissione Provinciale delle imprese artigiane. Si tratta di un'impresa artigiana con le seguenti caratteristiche: -iscrizione alla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) come impiantista; -certificato di riconoscimento o di accertamento dei requisiti ai sensi della Legge 46/90 rilasciato dalla C.C.I.A.A. o dalla Commissione Provinciale delle imprese artigiane. Il committente che deve affidare i lavori di installazione, trasformazione, ampliamento o manutenzione straordinaria degli impianti, prima di affidare i lavori deve chiedere, in visione, all'installatore interpellato il "Certificato di riconoscimento o di accertamento dei requisiti ai sensi della Legge 46/90 rilasciato dalla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) o dalla Commissione Provinciale delle imprese artigiane.
 


 

L'impresa (in inglese definita come business) sotto il profilo giuridico è quell'attività economica organizzata in maniera professionale che ha lo scopo di produrre beni e servizi. L'articolo 2082 del Codice Civile definisce imprenditore colui che esercita un'attività economica organizzata professionalmente secondo gli articoli 2555 e l'articolo 2565 del Codice Civile al fine di produrre beni e servizi come specificato agli articoli 2135, 2195 del Codice Civile. L'articolo 2083 definisce la categoria dei piccoli imprenditori. Questi vengono identificati come coltivatori diretti di un fondo (come specificato dagli articoli 1647, 2139), artigiani, commercianti e tutti i soggetti che esercitano un'attività basata sul proprio lavoro o su quello dei suoi familiari (come specificato dagli articoli 2202, 2214, 2221 del Codice Civile).

Imprese: le categorie

Giuridicamente le imprese vengono differenziate in base ai beni e ai servizi prodotti. Esistono diverse tipologie di impresa:

• forma individuale: una persona fisica diventa soggetto giuridico e si fa carico, sfruttando il suo personale patrimonio, di eventuali ammanchi relativi all'impresa. Questa tipologia presenta tre sub-categorie: la cosiddetta impresa individuale, impresa familiare e impresa coniugale;

• forma collettiva: una persona fisica diventa persona giuridica rappresentando una società (un unico soggetto o più soggetti). Questa tipologia presenta tre sub-categorie: società di persone (che può essere una società semplice, società in nome collettivo, società in accomandita semplice), società di capitali (società a responsabilità limitata, società per azioni, società in accomandita per azioni), società cooperativa (a responsabilità illimitata, a responsabilità limitata).

Inoltre, è opportuno sottolineare che esistono altre due categorie di imprese:

• imprese che producono beni materiali: queste si dividono in due sotto categorie ovvero le imprese agricole e le imprese artigianali e industriali. La prima tipologia di imprese si occupa della produzione beni materiali in diverse modalità (anche senza lo sfruttamento della terra, dell'allevamento ecc.). La seconda categoria di impresa si occupa della trasformazione di beni materiali;

• imprese che producono servizi: queste si dividono in diverse categorie tra le più importanti trasporto e telecomunicazioni, commercio e distribuzione, credito, assicurazione, servizi informatici, spettacolo, cultura, informazione e formazione, turismo e ristorazione.

Cos'è un'impresa autorizzata e quali sono le sue caratteristiche

Si definisce Impresa autorizzata quell'attività economica artigiana che presenta determinate caratteristiche. In primo luogo l'Impresa autorizzata deve essere iscritta alla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) nella categoria impiantista. Questo significa che tale impresa sarà autorizzata a svolgere lavori di installazione di impianti, manutenzione e trasformazione. Secondariamente, ai sensi della Legge 46/90, una attività che rientra nella categoria delle imprese autorizzate deve possedere un certificato rilasciato dalla Commissione Provinciale delle imprese artigiane o dalla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.). Un qualsiasi soggetto che desidera affidare lavori di manutenzione, installazione o trasformazione di un impianto deve richiedere all'impresa autorizzata alla quale si rivolge (per le suddette mansioni) di presentare nella documentazione anche il cosiddetto Certificato di riconoscimento o di accertamento dei requisiti emesso dalla Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) oppure dalla Commissione Provinciale delle imprese artigiane ai sensi della Legge 46/90. L'impresa autorizzata rientra tra le imprese che producono beni e materiali e in particolare alla sotto categoria delle imprese artigianali e industriali.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 27 settembre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.