DEFINIZIONE
Regolamento (UE) n. 459/2017 della Commissione del 16 marzo 2017 che istituisce un codice di rete relativo ai meccanismi di allocazione di capacità nei sistemi di trasporto del gas e che abroga il Regolamento (UE) n. 984/2013.
 


 

Il Regolamento UE/459/2017 della Commissione Europea è un atto normativo adottato il 15 marzo 2017 con il fine di creare un Codice di Rete concernente il sistema di allocazione della capacità all'interno dei meccanismi di gestione delle infrastrutture del trasporto gas. Esso, abrogando il precedente Regolamento UE/984/2013 rappresenta, attualmente, la fonte normativa principale in materia di capacità.

Il Regolamento 459/2017

Questo atto normativo, come anticipato, ha la funzione di delineare, facendole confluire all'interno di un apposito Codice di Rete, le norme principali riguardanti i processi di allocazione di capacità all'interno del servizio di trasporto del gas. Più nel dettaglio, tali norme riguardano la capacità esistente (allocata, oggetto di priorità e disponibile) oltre che quella incrementale (frutto della creazione di nuove infrastrutture o del potenziamento della capacità degli impianti esistenti). In particolare, il regolamento stabilisce le modalità con cui gli enti nazionali che gestiscono il sistema di trasporto in corrispondenza dei punti di interconnessione in entrata e in uscita possono cooperare per facilitare l'attribuzione, la cessione e la vendita di capacità, al fine di semplificare le meccaniche commerciali ed assicurare il più elevato rispetto delle norme tecniche concernenti l'allocazione e la verifica della capacità. Come detto, il Regolamento si occupa unicamente dei punti di interconnessione esistenti sulle infrastrutture di collegamento tra paesi comunitari; tuttavia, le sue norme devono essere rispettate anche con riguardo ai punti di uscita/entrate verso e da Paesi Terzi, delegando la definizione puntuale delle modalità relative alle Autorità nazionali di regolamentazione. Ne consegue, quindi, che per capacità di trasporto rilevante ai fini del presente Regolamento non può intendersi quella concernente la distribuzione secondaria, né tanto meno i punti di uscita verso i consumatori e i terminali, né i terminali di rigassificazione o i punti di ingresso ed entrata che collegano la rete generale con gli impianti di stoccaggio.

Le principali innovazioni del Regolamento 459/2017

Al fine di ottimizzare i processi di allocazione di capacità, si prevedono regole concernenti le procedure d'asta per l'attribuzione di nuova capacità sui punti di interconnessione, previamente considerando le stime e i calcoli sulle capacità da offrire o allocare. Nel caso specifico di capacità incrementali, il Regolamento permette l'impiego di meccanismi alternativi di allocazione, quindi in deroga rispetto al principio concorsuale (come può avvenire con affidamenti diretti oppure con il riconoscimento di Diritti AP o Esenzioni TPA nei confronti degli enti costruttori di nuove infrastrutture). Altra fondamentale innovazione concerne l'introduzione del nuovo istituto della "conversione di capacità", che permette a singole imprese di poter aggregare la capacità esistente in diversi punti di interconnessione. Per consentire una più efficace attuazione di queste regole, l'atto normativo considerato proibisce agli Stati membri di precludere in qualsiasi modo il mercato di approvvigionamento nazionale; in tal senso, le Autorità nazionali sono tenute ad adottare, previa consultazione con gli utenti interessati, tutte le misure idonee a limitare e regolare le offerte di capacità anomale, in modo da diminuire al massimo il rischio di assorbimento della maggior parte della capacità in capo ad un unico utente.

L'attuazione del Regolamento 459/2017

L'Autorità italiana per l'energia è intervenuta con una prima delibera di avvio del procedimento di integrazione interno il 13 aprile 2017. Tale processo si è concluso ufficialmente il 21 dicembre 2017 con la Delibera 892/2017/Rgas, con cui l'Autorità ha riconosciuto le modifiche operate sul Codice di Rete dalla società Snam - SRG, responsabile della gestione del sistema di distribuzione nazionale. In particolare, le indicazioni dell'Autorità interna sono andate nel senso di modificare, conseguentemente ai nuovi obblighi previsti dal Regolamento 459/2017 (denominato "Regolamento nuovo CAM" per distinguerlo dal precedente e ormai abrogato Regolamento 984/2013), le disposizioni vigenti in tema di allocazione della capacità di trasporto relativa ai punti di interconnessione con l'estero. Nel quadro delle innovazioni recepite, l'Autorità e la Snam hanno previsto l'introduzione del servizio di conversione di capacità, che permette agli utenti titolari di capacità di poter aggregare sui punti di interconnessione interessati le eventuali capacità disaggregate presenti su diversi punti di connessione: a tal fine è necessario predisporre modelli di conversione compatibili con gli standard fissati dall'Agenzia europea ENTSOG. L'ente gestore del sistema di distribuzione nazionale, dal canto suo, ha ultimato il processo di revisione del proprio Codice di Rete il 20 dicembre 2017, adottando tutti i principi relativi alle nuove regole sull'allocazione di capacità e sul nuovo servizio di conversione di capacità, definendone tempistiche e modalità. Le nuove regole, in seguito alla positiva deliberazione dell'Autorità, sono entrate in vigore per il mercato interno a partire dal 1° gennaio 2018.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 23 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.