DEFINIZIONE
È il punto della rete di Snam Rete Gas nel quale avviene l’affidamento in custodia del gas dal Trasportatore all’Utente e la sua misurazione.
 


Che cos'è il Punto di Riconsegna (PDR)

Per poter riconoscere le zone di distribuzione del gas, ossia i punti precisi in cui il metano viene utilizzato dagli utenti, si fa uso di un codice alfa-numerico che contraddistingue in maniera univoca la zona di presa del gas, detto appunto Punto di Riconsegna . Le cifre che caratterizzano il PDR sono quattordici: i primi due caratteri sono indicativi della nazione in cui si trova il contatore, mentre gli altri caratteri permettono di riconoscere precisamente il luogo geografico in cui esso è installato. Il PDR non va confuso con il numero del contatore. Il primo, infatti, rappresenta il luogo fisico in cui viene installato il contatore mentre il numero del contatore identifica l'apparecchio di lettura. Pertanto, se in seguito a lavori di ristrutturazione in casa si cambia la posizione del contatore, questo manterrà lo stesso numero di contatore ma cambierà il PDR. Viceversa, se si cambia operatore o si installa un contatore più nuovo nella stessa posizione in cui era il vecchio, il codice relativo al Punto di Riconsegna resterà invariato.

Come trovare il codice del Punto di Riconsegna

A differenza del numero identificativo del contatore, il PDR non si trova sul contatore. Per conoscere quale sia il numero del PDR connesso alla propria utenza del gas sarà quindi necessario controllare sulla bolletta, nella pagina relativa ai dettagli della fornitura. Se non si dispone di una bolletta, si dovrà allora chiedere tale numero al proprio fornitore o meglio ancora al distributore locale. Quest'ultimo deve essere contattato soprattutto quando si entra in un nuovo appartamento e quindi non si dispone di vecchie fatture dalle quali trarre il valore del codice PDR.

Il distributore locale, infatti, è il proprietario del contatore pertanto, nel momento in cui viene effettuato il primo aggancio alla rete del metano, è il distributore locale che installa il contatore e ne registra il PDR. Una volta che il contatore viene installato, indipendentemente se esso venga messo in funzione o meno, gli viene fornito il codice che resterà invariato a meno di trasferimento del punto di installazione contatore stesso.

Bisogna fare attenzione a non confondere il distributore locale con il fornitore. Il primo, infatti, è quello che gestisce e controlla il corretto funzionamento dell'impianto del gas nella zona di residenza. A seconda del comune in cui si vive, quindi, si può avere un diverso distributore. Se non si conoscono i dati del distributore e si ha la necessità di contattarlo, si può chiedere al comune, oppure controllare in rete, cercando sul sito dell'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Il fornitore, invece, è l'azienda che vende il gas, ossia l'azienda con la quale si stipula un contratto per ricevere la fornitura di metano. I fornitori non sono responsabili del contatore ma possono comunque fornire informazioni sul PDR dei propri clienti essendo quest'ultimo riportato in bolletta.

L'uso del codice PDR

Il codice PDR non viene quasi mai utilizzato per le normali attività di comunicazioni con il proprio fornitore che, invece, chiede regolarmente il numero cliente. Esiste tuttavia un evento in cui il codice del Punto di Riconsegna è fondamentale e cioè quando si deve cambiare il fornitore di gas. In tal caso, infatti, l'azienda di vendita gas alla quale ci si vuole rivolgere per il cambio di contratto, chiederà come prima informazione il codice PDR. Pertanto, prima di procedere alla chiamata è necessario avere a portata di mano una vecchia bolletta dalla quale trarre questa informazione.

Di recente, i diversi distributori locali stanno procedendo alla sostituzione dei contatori del gas, cambiando i vecchi contatori meccanici con i modelli digitali. In tal caso, essi comunicano all'utente che in una determinata data un loro operatore verrà a cambiare il contatore del quale viene specificato sia il numero che il PDR. Nel momento in cui verrà effettuato il cambio, si potrà disporre di un nuovo numero del contatore, visto che lo strumento di misura è stato fisicamente cambiato e, come già sottolineato, il numero del contatore è specifico dello specifico strumento. In seguito alla variazione, però, si avrà sempre lo stesso numero di Punto di Riconsegna. Il nuovo contatore, infatti, sarà installato esattamente nello stesso punto di quello vecchio per cui non si dovrà procedere con una variazione del codice relativo al Punto di Riconsegna.

N.B. Fonti: I contenuti pubblicati nel presente articolo sono liberamente reperiti online su portali d’informazione come arera.it, servizioelettriconazionale.it, wikipedia.it ed i principali organi d'informazione giornalistici.

Il presente documento è aggiornato al 23 ottobre 2018.

Sorgenia è attivamente impegnata nel continuo lavoro di aggiornamento dei contenuti di questa pagina. Qualora uno qualsiasi dei testi, informazioni, dati pubblicati e collegamenti ad altri siti Web risultino inaccurati, incompleti o non aggiornati, si ricorda ai lettori che il contenuto esiste unicamente a scopo informativo e non ha natura di comunicazione ufficiale. Sorgenia non è responsabile per errori o omissioni di alcun tipo o per qualsiasi danno diretto, indiretto o accidentale che possa derivare dall'accesso o dall'uso di informazioni pubblicate sul sito Web oppure dall'accesso o dall'uso di qualsiasi materiale trovato in altri siti Web. Le informazioni possono essere verificate e approfondite sul sito web dell'Autorità di regolazione http://www.arera.it. Prima di sottoscrivere un'offerta si invita a leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche delle singole offerte commerciali per verificarne l'attualità e la convenienza in relazione alle proprie personali esigenze.